DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

giovedì 20 ottobre 2011

Gheddafi è morto





Analisi del tema natale di Gheddafi a questa pagina:
 i seguenti commenti sono tratti da:
http://affaritaliani.libero.it/politica/libia-preso-gheddafi-si-nascondeva-a-sirte201011.htm
"Il colonnello Muammar Gheddafi e' morto per le ferite riportate a Sirte". E' quanto ha annunciato un esponente del Cnt di Misurata nel corso di un'intervista alla tv satellitare 'al-Arabiya'. "Lo abbiamo visto ed e' arrivato morto in citta' - ha affermato - E' arrivato in auto ed era gia' cadavere. La sua morte e' stata annunciata anche dalla radio di Misurata. Ci vorra' tempo pero' per farvi vedere delle immagini, perche' la situazione qui e' molto caotica". Erano con Gheddafi, nel convoglio che fuggiva da Sirte, anche il figlio Muttasim e gli esponenti del regime Abdullah al-Senussi e Mohammed Dhu, che sarebbero stati catturati dal Cnt libico.
 
LA DIRETTA


Nato, missione continua a prescindere da Gheddafi - La missione militare della Nato in Libia per ora continua per proteggere la popolazione civile, indipendentemente dalla sorte di Muammar Gheddafi. Lo hanno riferito fonti dell'Alleanza atlantica. "Al momento non ci sono cambiamenti nelle operazioni", ha spiegato la fonte, ricordando che il colonnello non era un obiettivo della missione, che opera su mandato delle Nazioni Unite per proteggere i civili libici.
 
Cardinal Bertone: lavorare per pacificazione – "Dobbiamo pregare perché si lavori per la pacificazione del Paese e per la democrazia". Lo ha detto il segretario di Stato Vaticano card. Tarcisio Bertone. "Dobbiamo lavorare per il popolo libico e perché tutti cooperino per la ricostruzione"

Parla fotografo autore prima immagine Gheddafi – E' un fotografo dell'Afp ad aver diffuso la prima immagine di Gheddafi insanguinato, mentre viene catturato dai combattenti del Cnt. "Stavo coprendo la caduta di Sirte e ho sentito dei colpi d'arma da fuoco poco distanti dalla mia posizione. Non sembrava una sparatoria, piuttosto dei festeggiamenti", ha raccontato Philippe Desmazes. "Ho chiesto ai combattenti di portarmi lì e quando sono arrivato mi hanno mostrato dei grandi cilindri di cemento nei quali, secondo loro, Gheddafi si era nascosto prima di essere catturato". Il fotografo ha notato allora un gruppo di combattenti che stava osservando qualcosa sullo schermo di un telefonino. "Il proprietario mi ha mostrato un filmato che mostrava la cattura di Gheddafi che era stato girato pochi minuti prima. Era difficile catturare un'immagine dello schermo, c'era troppa luce. Allora i combattenti mi si sono fatti intorno creando l'ombra necessaria per scattare una foto. Sono stato molto fortunato"

Al Arabiya: voci non confermate su cattura Saif Al-Islam – Secondo fonti non confermate citate dall'emittente araba Al Arabiya, è stato catturato dai ribelli del Cnt anche Saif al-Islam, figlio di Gheddafi in fuga da Sirte. In precedenza altre fonti avevano detto che il convoglio su cui si trovava Saif era stato "circondato" dalle forze del Cnt
Gheddafi ucciso da un ventenne, portato in trionfo – Si chiama Mohamed al-Bibi, ha circa vent'anni. Sarebbe lui ad aver trovato Gheddafi e ad averlo ucciso. La sua immagine, portato in trionfo dai miliziani con in mano la pistola d'oro del rais, è finita subito sul web. Secondo il suo racconto alla Bbc, Gheddafi gli avrebbe detto: "Non sparare" prima che lui aprisse il fuoco. Sulla testa di Gheddafi c'era una taglia di 20 milioni di dollari
ATTENZIONE, LE IMMAGINI SEGUENTI PER LA LORO CRUDEZZA POSSONO URTARE LA SENSIBILITA' DEL LETTORE
 




Medico a Misurata: Gheddafi ucciso da ferite testa e stomaco – Gheddafi è morto in seguito alle ferite letali riportate alla testa e allo stomaco. Lo ha stabilito un medico libico dell'ospedale di Misurata, dove il cadavere di Gheddafi è stato portato dopo l'attacco subito dalle milizie del Consiglio nazionale di transizione (Cnt). Lo riferisce l'emittente araba al-Jazeera

Cameron: ora ricordare vittime terrorismo Gheddafi – "Penso che oggi sia il giorno di ricordare tutte le vittime del colonnello Gheddafi, da quelli che sono morti nel volo Pan Am su Lockerbie, a Yvonne Fletcher in una strada di Londra e a tutte le vittime del terrorismo dell'Ira che utilizzava l'esplosivo semtex di provenienza libica". Così il primo ministro britannico, David Cameron, facendo riferimento all'attentato aereo che uccise 270 persone nel 1988 e alla poliziotta britannica uccisa da un colpo sparato dalle finestre dell'ambasciata della Libia a Londra durante una manifestazione del 1984
Al Jazeera: il cadavere di Gheddafi nella moschea di Misurata  – Il cadavere del leader libico Muammar Gheddafi è stato portato nella moschea della città di Misurata dai miliziani del Consiglio nazionale transitorio (Cnt). Lo riferisce la tv araba Al Jazeera

D'Alema: epilogo tragico, ora ricostruzione democratica  – "E' l'epilogo tragico di una rivoluzione, non credo si debba festeggiare quando le persone vengono uccise". Così l'esponente del Pd Massimo D'Alema commenta la notizia dell'uccisione di Gheddafi. "In un conflitto così terribile era uno degli esiti possibili, ma il mondo era già senza Gheddafi perché non era più il leader del suo Paese". "In questo momento - prosegue l'ex ministro degli Esteri - è soprattutto importante guardare avanti nella speranza che questo conflitto si concluda, che cessino i combattimenti e le uccisioni, ci sia un'opera di pacificazione condotta con saggezza e senza spirito di vendetta, una ricostruzione democratica"

Onu, Ban Ki-Moon: storica transizione, ora stop combattimenti – Per la Libia si tratta di una "transizione storica". Ora bisogna fermare i combattimenti. Così il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, commenta la morte del colonnello Muammar Gheddafi
Cnt, ministro Difesa: nostro obiettivo è democrazia – "L'uccisione di Gheddafi non è il nostro obiettivo finale, noi vogliamo costruire la democrazia". E' quanto ha affermato il ministro della Difesa del Consiglio nazionale transitorio (Cnt) Jalal al-Digheili, nel corso di una conferenza stampa in corso a Tripoli. "Con la morte di Gheddafi abbiamo terminato il piccolo jihad, ora ci aspetta il grande jihad che è quello di costruire una nuova Libia unita"

Testimone: Mutassim Gheddafi ferito ma catturato vivo  – Un testimone della Reuters ha detto di aver visto un video del figlio di Gheddafi Mutassim steso su un letto coperto di sangue, ma vivo. Motassim ha indosso una canottiera bianca insanguinata ed è ferito ma certamente vivo al momento della ripresa video. Un comandante del Cnt in precedenza aveva detto che Mutassim era stato trovato morto

Bonino: morte Gheddafi nega giustizia  – "Gheddafi non si meritava la 'bella morte' in battaglia ma un 'bel processo' da imputato: un processo equo, da parte di un tribunale indipendente e condotto nel pieno rispetto di quei diritti umani che egli ha negato a decine di migliaia di libici durante il suo regime sanguinario. Questa, e non l'ennesimo bagno di sangue al quale abbiamo dovuto assistere, sarebbe stata 'una grande vittoria del popolo libico', come da più parti si sente dire". Lo afferma in una nota Emma Bonino, vicepresidente del Senato

Ambasciatore libico: Gheddafi ucciso in scontro a fuoco  – L'ambasciatore libico a Roma, Abdullahfed Gaddur, ha confermato che Gheddafi è stato ucciso oggi dalle forze del Cnt, in uno scontro a fuoco mentre fuggiva da Sirte. Parlando a sky tg24, Gaddur ha spiegato che i rivoluzionari hanno avvistato un convoglio di sette macchine che si stava allontanando dalla città. A quel punto "hanno bloccato le prime due macchine, la terza macchina si è staccata, ed era la macchina dove c'era Gheddafi. I rivoluzionari hanno cominciato a sparare contro di lui, hanno bloccato la macchina, lui è sceso dalla macchina e c'è stato uno scontro a fuoco tra la sua guardia e i rivoluzionari. Gheddafi è stato ferito ed è morto mentre veniva trasportato in ospedale"

Casini: chi ossequiò Gheddafi sia prudente  – "Gheddafi è morto e la sua scomparsa non potrà cancellare le sofferenze che ha inflitto a migliaia e migliaia di libici. Consiglio maggiore prudenza nei commenti soprattutto a chi in vita lo ha ossequiato con poco senso della misura". Lo scrive Pier Ferdinando Casini sul suo blog

Siria, opposizione: dopo Gheddafi tocca a te Assad  – L'opposizione siriana ha celebrato la notizia della cattura e della morte del leader libico Muammar Gheddafi come un segnale positivo per la stessa crisi in corso in Siria. "Gheddafi se n'è andato e il tuo turno, Bashar (al-Assad, ndr), sta arrivando", recita una dichiarazione pubblicata sulla pagina Facebook della Rivoluzione siriana 2011
 
Ue, Ashton: Libia, ora riconciliazione nazionale  – Per l'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune europea, Catherine Ashton, in Libia adesso deve aprirsi il processo di riconciliazione nazionale. "Il popolo libico può adesso guardare al futuro - ha sottolineato la Ashton - La Libia entrerà nel processo di transizione, è importante che la sua leadership sia unita per creare un futuro democratico per il Paese nel pieno rispetto dei diritti umani. E se i crimini del passato dovranno senz'altro essere perseguiti, la nuova leadership libica dovrà anche cercare un percorso di riconciliazione nazionale"
Pannella: verità sulla morte di Gheddafi – "Mi auguro che sia fatta davvero, subito, verità sulla morte o l'assassinio di Gheddafi. Mi addolora quindi il fatto che non possa più deporre all'Aja per un processo internazionale per rendere al mondo i suoi diritti di verità e di conoscenza, a proposito di quella che è forse la sua maggiore impresa criminale". Lo ha detto, nel corso di un collegamento con Radio Radicale, Marco Pannella

Bossi: morto Gheddafi? A casa i clandestini libici  – "E' ora di mandare a casa i clandestini libici". Cosi' Umberto Bossi, leader della Lega, commenta con i giornalisti, uscendo dalla Camera, la notizia della morte di Muammar Gheddafi

Nato conferma attacco a convoglio Gheddafi – La Nato ha confermato di aver bombardato questa mattina "un convoglio militare" nei pressi di Sirte, ma ha precisato di non poter dire se questo attacco ha contribuito alla morte di Gheddafi. "Dal momento che non abbiamo alcun soldato in territorio libico - ha precisato una portavoce dell'Alleanza - non possiamo dire nulla sull'identità delle persone uccise" nel raid avvenuto alle 8,30

Frattini: riconciliazione per chi non ha mani sporche di sangue  – "Credo si dovrebbe offrire una riconciliazione nazionale a tutti coloro che non hanno le mani sporche di sangue e gli altri consegnarli agli organi di giustizia, non per essere impiccati sommariamente ma per essere processati, proprio secondo lo stato diritto alla base dell'auspicio e speranza della rivoluzione libica". A dichiararlo su Skytg 24, è stato il ministro degli Esteri Franco Frattini
 
Al Arabiya: Saif Al-Islam è riuscito a fuggire da Sirte  – Il figlio di Gheddafi Saif al-Islam dovrebbe essere ancora alla macchia nel deserto libico meridionale. Lo ha detto un membro del Consiglio nazionale transitorio ad al Jazeera

Comandante Cnt: Mutassim Gheddafi ritrovato morto a Sirte  – Mutassim Gheddafi, uno dei figli del Rais, è stato trovato morto a Sirte. Lo ha riferito Mohamed Leith, un comandante delle forze del Cnt. "Lo abbiamo trovato morto. Abbiamo messo il suo cadavere e quello del ministro della Difesa Aboubakr Younès Jaber in un'ambulanza per portarli a Misurata"

Gheddafi, esisterebbe un video della cattura  – Uno dei combattenti che hanno preso parte all'attacco contro Gheddafi avrebbe girato con il suo cellulare un video della cattura dell'ex dittatore. E' quanto riporta da Sirte un corrispondente dell'emittente Al Jazeera secondo cui inoltre Gheddafi era "vivo quando è stato fatto salire su un convoglio" diretto verso un luogo segreto. Rimane dunque la massima incertezza sulla sorte del leader libico

Testimone: Gheddafi ha combattuto fino alla fine  – "Ho visto con i miei occhi il cadavere di Muammar Gheddafi vicino Sirte, ha combattuto fino alla fine". E' quanto ha affermato il giornalista libico Mahmoud al-Farjani, nel corso di un collegamento telefonico con la tv satellitare 'al-Arabiya'. "Ho parlato con i miliziani del Cnt, i quali non mi hanno voluto dire se lo portavano a Misurata o altrove. Era nascosto in una casa di Sirte e ha combattuto fino alla fine. C'erano segni di spari sulle sue gambe e sul suo busto"

Nato, possibile riunione Consiglio Atlantico  – Nelle prossime ore il Consiglio Atlantico potrebbe riunirsi a livello di rappresentanti permanenti per fare il punto sulla missione in Libia e l'eventuale stop alle operazioni. Lo si apprende da fonti diplomatiche secondo le quali tutto dipende dalle comunicazioni ufficiali che giungeranno nelle prossime ore dal Cnt.

La Russa: "Non gioisco ma ora fase nuova" – "Non mi rallegro mai per la morte di un uomo, mai i libici si aspettavano la morte di Gheddafi senza cui non si poteva considerare chiusa la vicenda del conflitto nel loro Paese. Ora si apre una nuova fase". Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa
BERLUSCONI: LA GUERRA E' FINITA - 'Sic transit gloria mundi'. E' il commento che Silvio Berlusconi avrebbe fatto sulla cattura di Gheddafi durante il gruppo del Pdl, secondo quanto riferito da alcuni presenti. Il premier avrebbe aggiunto: 'Ora la guerra e' finita'.
LA RUSSA - Anche se "mi sembrava non fosse la principale aspirazione di Jalil io auspico che il nuovo governo libico sia guidato da lui". Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, a SkyTg24. "E' una persona accettata da tutti - ha proseguito - è un uomo molto religioso ma di un islamismo moderato. Comunque decide il popolo libico".
Berlusconi su fine Gheddafi: "Sic transit gloria mundi" – "Sic transit gloria mundi". E' il commento che Silvio Berlusconi avrebbe fatto sulla cattura di Gheddafi durante il gruppo del Pdl, secondo quanto riferito da alcuni presenti. Il premier avrebbe aggiunto: "Ora la guerra è finita".

Cnt: "Gheddafi ucciso durante scontro per la cattura" – Il Cnt riferisce della morte di Gheddafi in seguito alle ferite riportate durante la cattura. Al Jazira, citando sue fonti, riporta che il rais è stato ucciso durante una sparatoria.

A Tripoli spari in aria alla notizia della fine di Gheddafi – Si spara in aria, a Tripoli, per festeggiare la notizia della cattura di Muammar Gheddafi, presumibilmente tra Sirte e Misurata.
Emittente filo-Gheddafi nega cattura – Il sito web di un'emittente televisiva vicina all'ex regime libico ha smentito le notizie secondo le quali Gheddafi sarebbe stato catturato o addirittura ucciso. "Le notizie diffuse dai lacchè della Nato sulla cattura o la morte del nostro fratello leader, Muammar Gheddafi, sono prive di fondamento", dice la tv al-libiya. Il colonnello "è in buona salute", prosegue l'emittente

Nato: ci vorrà tempo per verifica notizie – La Nato sta verificando l'attendibilità della notizia della cattura di Gheddafi a Sirte. Un portavoce dell'Alleanza atlantica, citato da Al Arabiya, ha precisato che "ci vorrà del tempo prima di avere una conferma" delle indiscrezioni circolate sull'arresto, o addirittura sull'uccisione del rais da parte delle forze del Cnt

Preso Gheddafi, scene di esultanza nelle strade di Tripoli – Scene di giubilo, caroselli di auto, suono ininterrotto di clacson, uomini che ballano in strada con i mitra in pugno. Sono le prime immagini che provengono da Tripoli e da diverse città della Libia, alla notizia della cattura del colonnello Gheddafi

Ministro Cnt: Gheddafi processato, non impiccato in strada – Muammar Gheddafi verrà processato in Libia per i crimini commessi durante i suoi 42 anni di regime e "non verrà impiccato in strada". E' quanto ha dichiarato ad Al Jazeera il ministro dell'Informazione del Consiglio nazionale di transizione (Cnt), Mahmoud Shammam, alla notizia della presunta cattura del colonnello


Al Arabiya: Gheddafi arrivato morto a Misurata – Anche per Al Arabiya, il colonnello Gheddafi sarebbe arrivato morto nella città di Misurata, dove i miliziani del Cnt lo hanno portato dopo la cattura vicino Sirte. In base a questa ricostruzione, sarebbe stato ferito fuori Sirte e giunto cadavere a Misurata


Cnt Sirte: Gheddafi vivo al momento della cattura – "Abbiamo visto il colonnello Muammar Gheddafi gravemente ferito che veniva portato a Misurata". E' quanto ha annunciato Abu Bakr al-Frinjani, capo del Cnt di Sirte, alla tv iraniana 'al-Alam'. Secondo questa fonte "al momento della cattura Gheddafi era ferito alle gambe in seguito ai raid della Nato, ma era vivo ed è stato portato da un gruppo che non conosciamo a Misurata"
 
La Russa-  "L'ambasciatore italiano in Libia non conferma, ma non smentisce la cattura perché in questi casi bisogna avere la certezza". Lo afferma, intervistato dal Tg1, il ministro della Difesa, Ignazio La Russa
Gheddafi è morto - la tv libica riporta la notizia che Gheddafi sarebbe morto. Il suo cadavere sarebbe ora trasportato a Misurata.
Colonnello ferito - Il colonnello Gheddafi - che al Jazeera aveva detto colpito a entrambe le gambe - sarebbe "gravemente ferito" anche se "respira ancora". Lo ha detto all'Afp uno dei comandanti del Cnt, Mohamed Leith.
Al Arabiya, Gheddafi ferito alle gambe - Il colonnello Muammar Gheddafi sarebbe stato catturato, dopo essere stato ferito alle gambe, in un raid degli elicotteri della Nato mentre fuggive da Sirte. Lo riferisce la tv satellitare Al Arabiya, che cita alcuni miliziani del Cnt che avrebbero visto con i loro occhi Gheddafi ferito. Con lui sarebbe stato catturato anche il figlio Muttasim Gheddafi e altri suoi collaboratorI.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella cronaca, peccato che nessuno sappia il vero giorno di nascita di Gheddafi (come per Saddam, Stalin o Bin Laden) comunque a quanto pare ci hai preso in pieno persino sulla sua ora, è incredibile!

Anonimo ha detto...

Grande Giuseppe Al Rami Galeota...... grande astrologo che con la sua professionalità ha saputo dare un tocco magico a questa professione, ahimè screditata da tanti "millantatori". Quando uno lavora con una nobiltà d'animo e serietà porta risultati grandiosi. Ancora grazie :-)
L.I.

Anonimo ha detto...

Si ma la fonte dell'ora di nascita e della data di nascita del colonnello da dove arriva?

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Forse non hai letto l'articolo e non ti sei reso/a conto che il tema è sprovvisto di ora visto che non vi sono fonti ufficiali.
Il tuo secondo commento invece è stato censurato perchè era chiaramente provocatorio e in questo blog non sono concesse insinuazioni e offese. Qui è possibile solo un confronto civile ed educato. Ma non temere: esistono forum dove potrai esercitare il tuo diritto di replica anche se consiste di offese e calunnie.

Anonimo ha detto...

Ok comunque sia si fanno analisi con orari e date certe, di conseguenza su Gheddafi era meglio non fare un post, altrimenti è come parlare del sesso degli angeli, saluti.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Poniti una domanda invece: per quale motivo fare un post non disponendo di una data certa? Semplicemente per provare a vedere cosa viene fuori attraverso i dati a disposizione. Il fatto che diano conferma a certi fatti significa che siamo vicini ai reali dati anagrafici di Gheddafi. Quindi era meglio non fare un post, oppure tentare ugualmente? E se tentando possiamo escludere oppure orientarci verso una direzione, per quale motivo non farlo?

Anonimo ha detto...

Lo dice anche Discepolo; senza dati meglio non fare nulla, non mi risulta che abbia fatto il tema natale di Stalin o di Saddam Hussein, comunque ognuno fa astrologia come vuole, ciao.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Non hai risposto alle mie domande e quindi significa che non vuoi ragionare sul punto. E' ben chiaro dunque il desiderio di contraddire senza applicare la ragione. Naturalmente ciò accade per i seguaci di una certa persona. Ti va di dimostrarmi il contrario e che contrariamente a quel che credo, dimostrarmi che i seguaci di una certa persona sono capaci anche di dialogo? Oppure ti va di esser bollato come uno che va nei siti per fare trollismo come quella persona di nostra conoscenza?

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Ecco chiaramente come riconoscere i "trollisti" del famoso blog di gossip capitanato dal solito ciarlatano: (http://ilblogperidepressi.wordpress.com/2011/01/30/chi-e-astromauh/):
1) anonimato
2) critica
3) fuggire dopo la critica

Son tutti fatti con lo stampino e quindi è facile riconoscerli. Attenzione: non cedete alle loro provocazioni!!!