DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

sabato 26 novembre 2011

transiti e rivoluzione solare


C. mi chiede se la prossima rivoluzione solare eretta per la località di nascita va bene oppure bisogna partire per una RSM

Partiamo dall'analisi dei transiti. Saturno è in 6^ casa radix, dunque dobbiamo immaginarci ancora un passo indietro nella carriera lavorativa. Non credo che questa rivoluzione solare sia adatta allo scopo: abbiamo un'ascendente di rivoluzione in  2^ casa e con un transito de genere porta soldi in uscita. Poi abbiamo uno stellium in X^ casa di rivoluzione composto d Urano, che come sappiamo non sempre garantisce cambiamenti positivi. Inoltre tale stellium potrebbe agire in una direzione estranea alle questioni lavorative. Se l'obbiettivo è migliorare la condizione economica e professionale, l'ideale è posizionare Giove o Venere in 6^ casa. Qui invece abbiamo Plutone tra l'altro transitante in 8^: possiamo immaginare dunque una perdita cospicua di denaro. Mi viene in mente il caso dell'allenatore di calcio Mourinho, che quando trionfò nel lavoro aveva una RSM pessima ma ovviamente Venere nella 6^ casa. Ciò significa che aveva protetto quel settore ed in effetti riuscì bene nell'ambito professionale. Tra l'altro tu hai la penalizzazione di Saturno in zona Gauquelin nel TN, che sappiamo bene sovrasta la positività di Giove nella X^ casa. Dunque incentivare la X^ casa di rivoluzione non serve poi così tanto nel tuo caso specifico. Come se non bastasse, Nettuno transita proprio in X^ casa radix congiunto a Giove e potrebbe creare un grande tranello: annebbierebbe le nostre capacità di percezione e potremmo subire una fregatura. Naturalmente, incentivare la 6^ casa in termini positivi non significa trovare un lavoro remunerativo: infatti, con quei transiti, non possiamo sperare in miracoli nonostante le posizioni di Giove e o Venere in 6^ casa. Ciò significa che la vince la RS sui transiti; ma non che i transiti perdano il loro effetto o che non debbano essere considerati.

"L'uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo" (Gandhi) (bilancia)

Nessun commento: