DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

venerdì 7 dicembre 2012

scorpioni indagatori e leoni tirannici

 
Caro Giuseppe,
ti ringrazio ancora tantissimo per i mille spunti di riflessione e di azione che mi hai dato ieri! Visto il tuo interesse ed i tuoi studi ho pensato che forse ti farebbe piacere e ti sarebbe utile avere da me un quadro più preciso sulla mia situazione affettiva.....proprio in quanto esperto di Venere lesa da Saturno ;-)
Ovviamente ti autorizzo fin d'ora a pubblicare qualcosa anche sul blog se ti occorre....e vengo al dunque. Inizio con il dirti che sono stata in analisi due volte (nel 2006 e nel 2009) proprio per cercare di capire cosa c'è di "sbagliato" in me che attira uomini "sbagliati". Entrambe le volte sono stata rispedita a casa dopo pochissime sedute perché ritenuta "perfettamente equilibrata"....con la banale, se vuoi, spiegazione che fa riferimento all'assenza della figura paterna: mi è mancato l'affetto di mio padre e quindi oggi scambio il sesso per amore e vado incontro a grosse delusioni.
In realtà la dinamica è più complessa ed è la seguente: sono fatalmente e irrimediabilmente attratta dal "bello" e da chi si dimostra molto attratto da me. Per "bello" non intendo solo rispondente ad una serie di classici canoni fisici...."bello", per me, è l'uomo che ha anche qualcosa di scorpionico, un fascino impenetrabile, un erotismo forte e travolgente che trapela dallo sguardo e dal modo di fare. Ecco, quando io incontro un uomo di questo tipo, "bello e maledetto", e lui mi fa sentire "desiderata", io cado in quell'ingenuità che tu hai ben visto. Il fatto è che in realtà io non sono affatto "maledetta" né perversa. Non so se per i forti valori Vergine o per Saturno che in questo caso "mi tiene al guinzaglio", ma la realtà è che la mia sessualità è tremendamente "normale". Nessuna tendenza sado-maso, feticistica, voyeristica, scambista.....niente di niente. Semplicemente mi piace farlo bene e con passione. Tutto qui. Ed ecco che arrivano i problemi: spesso ho avuto storie durate una notte, cioè fino a che non ho conosciuto il partner intimamente e l'ho subito allontanato per le sue "perversioni" o incapacità (non ti nascondo che ho spesso fatto morire dal ridere i miei amici e le mie amiche con i miei racconti boccacceschi e surreali...); altre volte, invece, a letto c'era compatibilità ma il soggetto in questione teneva in piedi due o tre storie contemporaneamente. Anche questa cosa a me non va e, visto che come dici tu sono un po' strega, ci metto un nanosecondo a scoprire gli altarini nonostante tutti neghino fino alla morte. Tu hai visto che vengo allontanata perché ritenuta "pesante".....peggio, Giuseppe, peggio: mi allontanano perché questi "belli maledetti" non riescono a manipolarmi o a raccontarmi fischi per fiaschi. Io li metto a nudo, smaschero le loro bugie (anche quelle meglio architettate) e a quel punto, per paura di "sputtanamento" cosmico o addirittura di azione legale, spariscono nel nulla da un giorno all'altro.
Ciò comporta anche il fatto che le mie storie si chiudono generalmente molto male, con parecchia aggressività (verbale) da parte mia perché mi sento presa in giro o tradita.
Non sono pedante, anzi arrivo a ciò che voglio sapere senza dare "alcun disturbo". Spesso ho scoperto che il mio partner era sposato richiedendo direttamente lo stato civile in comune, altre volte li ho colti in flagrante durante incontri clandestini con l'aiuto di un'amica....ma si tratta solo di conferme a ciò che avevo già immaginato.
Altra cosa: non pensare che questi soggetti abbiano qualche segno distintivo apparente. Sono tutte persone socialmente ben inserite e considerate: manager d'azienda, funzionari pubblici, imprenditori di successo. Per piacermi devono pure essere pulitissimi, profumatissimi (per me "hanno da puzzà" solo i cinghiali e le capre!), ben vestiti e fisicamente molto in forma. Nessuno dei loro amici/conoscenti è al corrente del loro lato oscuro......soltanto io faccio emergere ciò che loro tengono accuratamente nascosto: ho incontrato squilibrati di ogni genere, ladri, criminali, spacciatori, mafiosi e pure uno che aveva ammazzato la moglie simulandone il suicidio. Tutti considerati "persone di assoluto rispetto"!! Solo nel caso del padre di mia figlia ho voluto tentare il legame con un uomo socialmente e culturalmente inferiore a me (perché l'unico a volere una famiglia e dei figli).....ma non riusciva a capire nemmeno che lavoro facessi (lui operaio addetto alla catena di montaggio)....non aveva mai preso un treno ad alta velocità, leghista-razzista convinto ma ovviamente incapace di sostenere qualsiasi argomentazione......insomma, credo abbia abbandonato la bambina perché totalmente incapace di rapportarsi al mondo e alla testa della madre. 
Riassumendo: non soffro di nevrosi, non cado in depressione (mi limito alle incazzature ma cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno), non ho tic nervosi, sono del tipo "vivi e lascia vivere" (la verità la intuisco, non ho bisogno di interrogatori né di stare con il fiato sul collo degli altri), non ho mai fumato, mai avuto disturbi alimentari, ho studiato naturopatia perché mi piace tutto ciò che è "sano e naturale", ho due lauree e un master perché non ho mai smesso di studiare anche lavorando, ho sempre fatto sport, detesto gli "eccessi" di qualsiasi tipo (da chi si abbuffa a tavola a chi alza di frequente la voce...).....ma non sono "maniaca" di nulla, nemmeno dell'ordine; anzi mia madre mi ha sempre rimproverata per il mio piccolo caos (in cui solo io trovo tutto). Di sicuro, però, esercito la mia autodistruzione scorpionica attraverso uomini criminali e/o bugiardi. Non posso nemmeno dire che mi sento "frustrata sessualmente", perché anche se le mie relazioni durano poco ci metto altrettanto poco a trovarmi un nuovo partner se e quando voglio. Il nocciolo è che io sono alla costante ricerca di un "bello" che sia colto, combattivo, bravo a letto, molto curato, ricco di interessi, con una posizione economica, sociale e professionale di rilievo, indipendente e... "maledetto" sì....ma solo per finta!! Bel casino, eh? Hai ragione tu: è praticamente impossibile! :-)
Un abbraccio
Carissima lettrice, assieme abbiamo individuato un sacco di punti a proposito del tuo tema natale ma probabilmente ti sarà sfuggito un concetto importantissimo: durante il corso della vita si manifesterà ogni simbologia espressa da quelle posizioni astrologiche analizzate assieme e io ho elencato pure quelle che ancora non si sono manifestate data la tua giovane età. Pertanto, come annunciato ieri, se ora hai trovato partner pervertiti, in futuro toccherà a te vivere momenti legati a blocchi sessuali o perversioni poiché tale aspetto astrologico si deve esprimere per l'appunto in ogni direzione. Se il tuo fare autodistruttivo oggi si manifesta attraverso la ricerca di partner instabili, nel futuro si manifesterà portandoti per esempio ad eccedere e ad abusare del tuo fisico nonostante tu ora sia equilibrata grazie ai valori vergine che ti spingono appunto al salutismo. In merito alle questioni d'amore ho detto che in effetti è molto molto difficile per te coronare questo sogno, ma che grazie all'aiuto delle rivoluzioni solari mirate puoi cercare di proteggere il più possibile questo ambito. Ora però è tempo di concentrarti a proteggere il lavoro e la salute e poi, tra due anni e mezzo, quando Giove transiterà in 5^ casa possiamo provare a confezionare una rivoluzione solare mirata eccellente per trarre i massimi benefici da quel passaggio planetario. Concludendo, è vero che i valori vergine ti spingono ad essere pesante, ed è altrettanto vero che secondo il tuo punto di vista non lo sei. Ma prova a metterti nei panni di quei "poveri malcapitati" dei tuoi ex partner: qualcuno che si trova a subire delle "frecciatine" a sentirsi "radiografato" dal tuo sguardo scorpionico finisce per sentirsi apppunto soffocato. Posso citarti il caso di un soggetto dello scorpione con valori molto simili ai tuoi che a suo dire aveva fatto innocenti domande a una ragazza che stava corteggiando. Essa è scomparasa senza lasciare più tracce e quando il mio amico è riuscita a ritrovarla, si è giustificata dicendo che non le piaceva proprio il fatto che lui indagasse sulla sua vita. Non mi pare che la cosa sia tanto diversa dai tuoi racconti. E concludendo, grazie per aver lasciato la tua testimonianza a proposito della negatività di Venere dissonanante a Saturno che fa di me un grande esperto di questo aspetto, proprio a causa del fatto che oltre a te, come detto ieri, il 90% della gente che scrive qui, ha questa terribile posizione astrologica
 

Ciao Giuseppe,
sono (...). Come stai? Ho letto che l'incontro a Rimini è stata un'altra bellissima esperienza. Peccato non poter essere presente!!!
Ti scrivo innanzitutto per dirti che ho ordinato il tuo libro da circa un mese e ancora non arriva. Mi sai dire se ci sono difficoltà?
Inoltre una domanda: nel leggere alcune spiegazioni di Ciro riguardo a Nettuno in aspetto dissonante a Marte, sono andata a ricontrollare il mio tema natale. A me sembra che Nettuno in 7° sia sesquiquadrato a Marte in 3°. E' giusto? E se è, come va inteso? Su cosa agiscono?

Grazie come sempre per l'attenzione.
Pare che oltre a te, anche altre persone abbiano ordinato il mio romanzo e che la spedizione sia molto a rilento. Ho avvertito la casa editrice ma non ho ancora ottenuto una risposta definitiva. Speriamo di risolvere il problema in maniera veloce. Sì, Marte è in aspetto di sesquiquadrato con Saturno e significa che nella tua vita manifesterai una certa passione quasi maniacale nei punti segnati da questi due pianeti. Per passione manicale possiamo intendere per esempio una fede nei confronti di qualcuno o qualcosa, possiamo intendere per esempio il fatto di portare avanti i tuoi progetti con una dedizione fortissima. Ti faccio un esempio: io ho una larga opposizione tra Marte e Nettuno. La mia vita è stata sempre segnata da grandi passioni: passavo le giornate a disegnare mostri, poi a disegnare dinosauri e per anni e anni questo è stato il mio principale interesse, monotematico. Poi è arrivato il momento dello sport e la mia vita era incentrata solo su quello: praticavo arti mrziali dedicando tutto il mio tempo lì e zero a tutto il resto. Poi è giunto il momento dell'astrologia che in effetti svolgo quasi 24 ore su 24. Un'altra possibile manifestazione di questo aspetto è quella di "stati di coscienza alterati": mi è capitato di esser giudicato come se fossi un drogato perchè spesso ho lo sguardo assente e chi mi incrocia mi trova sempre assorto nei miei pensieri. C'è chi invece ha veramente la coscienza distorta a causa della droga. Un altro aspetto che si manifesta durante il corso della vita è quello di avere disavventure religiose o politiche. Posso citarti per esempio che quache anno fa ho subito un lavaggio del cervello e problemi economici a causa di alcuni farabutti appartenenti al movimento umanista. Io colgo sempre l'occasione per ribadire che chi ha questo aspetto atrologico farebbe bene a non frequentare gruppi religiosi o politici perchè si potrebbe essere soggetti a divenire tirannici oppure a essere oggetto di tirannia o plagio. Fortunatamente l'opposizione è larga e quindi avverto meno il peso di questo aspetto. Per ultimo, possiamo parlare di intossicazioni: io per esempio appena in fasce, richiai la morte a causa di un'intossicazione da tabacco perchè un pacchetto di sigarette rimase incustodito e finì tra le mie mani. Ripeto, nel corso di una vita si manifetano tutte o quasi tutte le simbologie dei pianeti così come sono collocati nel nostro tema natale.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ciao Giuseppe,
in effetti anch'io nel corso della vita ho nutrito passioni, nel tempo, in ambiti diversi: un periodo ero molto attratta dalle questioni politiche che seguivo assiduamente pur non militando attivamente poi nel tempo questo interesse è sfumato per dedicare anch'io ultimamente tutto il tempo possibile all'approfondimento dell'astrologia.
Allo stesso modo capita anche a me di apparire agli altri assente o distratta appunto perchè assorta nei miei pensieri.
Però tu dici: "nella tua vita manifesterai una certa passione nei punti segnati da questi due pianeti". Ora i punti segnati sono la 3° e la VII casa che riguardano rispettivamente la comunicazione in senso lato e le relazioni.
Io quindi ho inteso tale aspetto, da un lato, nel senso appunto della forte passione che io ho per la persona che tu sai e che in passato mi ha portato anche al punto di pensare ad un gesto estremo proprio con l'uso dell'automobile.( Per fortuna non è stato così forte la volontà da farmi riuscire nell'intento!!!)In ciò io ho letto il collegamento fra le due case. E' così? O è sbagliata come lettura? Oggi come oggi non penso nemmeno lontanamente di arrivare a tanto. Piuttosto devo dire che proprio l'astrologia mi ha dato la forza di credere nel futuro, di guardare avanti e mi ha aiutato a superare nel migliore dei modi i momenti critici.
Inoltre da ragazzina avevo un attaccamento morboso prima verso una zia poi verso uno zio ed un cugino (sempre il collegamento con la 3° casa!?)
Altre manifestazioni, tipo ad esempio, un'intossicazione potrebbe non manifestarsi non essendo coinvolta la casa della salute. E' giusto?
Grazie ancora per l'attenzione C.
Ti farò sapere quando arriverà il libro.