DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

martedì 12 novembre 2013

Gabriele Paolini il tema natale

Una dominante Luna e secondariamente Nettuno, entrambi lesi, e una fortissima componente Aquario in un contesto Bilancia. Ecco le posizioni che riassumono, in sintesi, il mondo interiore ed esteriore di Gabriele Paolini, da poco arrestato, dopo esser stato incastrato con una serie di video. Chi di video ferisce, di video perisce! Il Paolini non conosce la legge astrologica del contrappasso e non sa che la stessa sorte sarebbe capitata pure a lui che per anni si è vantato di aver disturbato migliaia e migliaia di eventi televisivi. 

Della componente Bilancia, con l'aggressivo Marte nel segno, non avevamo dubbi. In pochi negano la litigiosità dell'astro della guerra collocato nel segno delle relazioni. Il tutto in 11^ Casa, quella che fa gridare, chi la possiede "chi se ne frega!" Ecco, solo un Aquariano non se ne importa delle regole e va contro corrente. L'ascendente Scorpione e Venere in congiunzione a Plutone, fulcro della X^ Casa, non potevano che proporre la sessualità malata o inappagata. 
E cosa aspettarci, inoltre, dalla quadratura quasi perfetta tra Marte e Saturno? Sicuramente cattiveria esercitata o subìta, oppure gravi incidenti durante il corso della propria vita. Ebbene, il carcere penso possa valere come dimostrazione. 
Ma non scordiamo la quadratura tra Luna e Nettuno che rappresenta, come infinite volte ho scritto su questo mio blog, i problemi psicologici che, in particolari condizioni possono predisporre a un'atteggiamento nevrotico o psicotico, a maggior ragione dato che sono il fulcro del tema. In particolare la Luna in Vergine ipercritica, testimonia una sensibilità che si esaspera e si manifesta in condizioni in cui sia necessario applicare l'analisi e l'ordine. 

La rivoluzione solare dell'anno astrologico appena cominciato mostra un ascendente di rivoluzione in VII^ (la legge) uno stellium in 5 con Saturno (il sesso e lo scandalo legato ad esso) Marte in IV^ (il cambio forzato di domicilio) Nettuno in X^ (lo stato sociale compromesso). Inoltre abbiamo uno stellium in 6^ Casa (Saturno-Mercurio-Venere) a dimostrare quanto viene sempre detto sulla pericolosità di certi settori quando vengono stimolati dal Sole, da Marte o da uno stellium. Saturno transita nella sua 12^ casa radix (da manuale); Urano si oppone a Venere radix a indicare le svolte rivoluzionarie per questioni sessuali o sentimentali; Nettuno sesquiquadrato a Sole radix (ma il peggio arriva quando Nettuno sarà opposto alla Luna e temo molto per il suo equilibrio psicofisico: potrebbe tentare il suicidio dato che ai problemi generati dalla Luna in aspetto negativo a Nettuno, si aggiunge l'autolesionismo dello Scorpione all'ascendente).

La rivoluzione Lunare di fine ottobre e anch'essa eclatante: l'ascendente di rivoluzione è in 5^ (il sesso), uno stellium in VII^ Casa (la legge) e Marte in 6^ (i guai a 360 gradi).

Come al solito non si tratta di una analisi a posteriori per dimostrare il funzionamento dell'astrologia; ma si tratta della solita lettura a scopo didattico per chi già pratica la materia. 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro al rami,
Hai parlato di zodiaco tropico e zodizco siderale ma non hai spiegato la differenze, in rdlazione alla precessione degli equinozi?
Questo argomento non mi risulta mai chiaro. Per piacere me lo spieghi ?
Grazie,Bibi

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Certo che l ho spiegato. Prova a cercare un mio video su youtube. In ogni caso te lo spiego qui:
Se facciamo riferimento alle costellazioni, allora abbiamo che la terra punta verso una precisa costellazione durante l'equinozio di primavera. Immagina come la terra come un occhio che guarda in un punto preciso dello spazio durante quel giorno. Ecco, quello anticamente era lo zero gradi dell'Ariete; ma oggi non lo è più: oggi, all'equinozio di primavera, la terra punta in direzione di altre stelle diverse da quelle di 2000 anni fa. Però questo non fa alcuna differenza per l'astrologia. Infatti indipendentemente dalla costellazione, per l'astrologo l'equinozio di primavera corrisponde sempre allo zero gradi del segno dell'ariete. In poche parole l'astrologo non tiene conto delle costellazioni e quindi del fenomeno della precessione degli equinozi perché indipendentemente da ciò, all'equinozio di primavera ci sarà sempre il segno dell'ariete