DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

martedì 9 dicembre 2014

Il giorno del giudizio


Ci sono stato e posso confermare che gli spunti di riflessione sono stati moltissimi. In sintesi e riassumendo sino all'osso, tra qualche anno, stando alle parole dello stigmatizzato Giorgio Bongiovanni, dovremmo avere le prime avvisaglie di un processo che ci porterà ad essere giudicati dinnanzi al cospetto di "Dio".
Le argomentazioni risiedono nell'interpretazione del terzo segreto di Fatima e soprattutto dall'esperienza dello stesso Bongiovanni che ci informa, tra l'altro, che gli avvistamenti UFO saranno ancora più intensi. I piloti di queste astronavi, non sarebbero altro che quelli che noi chiamiamo angeli e che perlustrano la nostra terra e la osservano, ci osservano, senza interferire sul nostro libero arbitrio.
Il loro obiettivo è intervenire solo quando sarà palese la terza guerra mondiale, cosa che, stando alle parole di Papa Francesco, sta già avvenendo. Ho avuto l'occasione di confrontarmi con il signor Bongiovanni sul tema della fine del mondo, citandogli quella che è la ricerca del grande astrologo francese André Barbault circa la grande depressione che coinvolgerà la terra attorno al 2020  (ma con una risalita positiva negli anni successivi).  
Dal grafico si osserva infatti un picco negativo e significativo proprio in direzione di quella data. Io non sono un ufologo e nemmeno molto informato sul fenomeno; anzi, forse sono l'ultimo a poterne parlare, e per questo non posso esprimermi circa la veridicità della parole di Bongiovanni. Tuttavia è verosimile che possano esistere forme biologiche intelligenti con una tecnologia avanzata e per questo non mi meraviglierei dell'esistenza di visitatori provenienti dallo spazio. Il loro obiettivo sarebbe quello di assicurarsi che i dieci comandamenti siano rispettati, perché sebrano le uniche regole valide per evitare l'autodistruzione.
In effetti questo picco negativo sta segnando un momento storico assai duro, dove le fondamenta della famiglia, della chiesa e di tutte le altre istituzioni, stanno vacillando proprio a causa della malvagità della gente: vi è la perdita dei valori più puri e genuini. A prescindere dall'affidabilità delle affermazioni dei veggenti e dell' ICP di Barbault, quel che dobbiamo fare è ricercare i valori persi. Siamo sempre più vittima dell'intolleranza e della rabbia, siamo vittime della cattiveria e dell'ingiustizia: questo è innegabile e io ne so qualcosa visto che c'è chi addirittura mi si dichiara nemico o chi realizza falsi profili Facebook a mio nome o anche situazioni in cui io stesso mi sono ritrovato a replicare con rabbia e odio. Ovviamente non posso paragonare queste sciocchezze a cose più gravi che capitano in giro per il mondo; ma voglio solo dire che la cattiveria sta anche nelle piccole cose e non solo in fatti eclatanti.
Il mio intento non è quello di spaventarvi, ma voglio solo avvisarvi che un mondo migliore è possibile solo cambiando atteggiamento. Io non sono tagliato per le rivoluzioni e per combattere il sistema; ma almeno posso diffondere un'idea e cercare di essere sempre onesto con il mio simile, come ho sempre cercato di fare sin da piccolo grazie alle belle persone che mi hanno accerchiato lungo il corso della mia vita, in primis la mia famiglia, il dono più prezioso che abbia ricevuto in vita mia.


Nessun commento: