DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

giovedì 21 gennaio 2016

Saturno, macigno nel cuore


Oggi vi propongo l'articolo di Lucia Carluccio che ci parla della congiunzione Sole-Saturno in Giacomo Leopardi. Inoltre consiglia ai lettori come gestire un aspetto del genere.

Saturno, macigno sul cuore
Giacomo Leopardi, ve lo ricorderete, ebbene sì, lui, il grande poeta con un gran cuore e con un gran macigno sopra, non solo per le gobbe o la timidezza, ma soprattutto per la sua amara visione della vita. Vi nomino lui perché il famoso poeta aveva Saturno congiunto al Sole nel tema natale, proprio come molti di voi che ora stanno leggendo questo articolo e che potranno ritrovarsi e rispecchiarsi nel suo sguardo pensoso e amaramente consapevole. Il piacere (che sicuramente una persona con il Sole congiunto a Giove saprebbe meglio vivere) è a lungo da lui anelato e visto come qualcosa di irraggiungibile. Sole e Saturno sono due pianeti diversissimi, il primo vorrebbe splendere nel modo più raggiante, il secondo con la sua freddezza non potrà permetterglielo. Giacomo Leopardi è stato generalmente ricordato come “il pessimista”. In realtà non lo era. Sempre cercò affannosamente di cambiare e superare la sua grigia situazione, per la prima volta tentando la fuga da Recanati a soli 21 anni. Dai 26 anni ebbe davvero l’occasione di evadere, tanto che morì a Napoli e non a Recanati. Allontanandosi dal luogo natio continuò a vivere molte delusioni, sia sentimentali che lavorative. Ma ciò che a noi interessa è come lui visse tutto questo, è l’ombra di Saturno che gli velava lo sguardo, e non solo. Possiamo entrare in contatto con il suo modo di vivere la vita attraverso le sue opere … In uno dei testi più celebri, il Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, il pastore chiede alla luna: <<Che fai tu, luna, in ciel? Dimmi, che fai, silenziosa luna?>>. Non è ciò che le chiede che deve attirare la nostra attenzione, ma l’atteggiamento della luna di fronte al povero pastore. La luna rimane silenziosa, ritrosa e indifferente. La luna è muta così come la natura è muta e non dà al pastore (e dunque all’uomo secondo il parere di Giacomino) le risposte convincenti per placare la sua fame di senso. A Pietro Giordani, il letterato piacentino nonché grande amico del Leopardi, in una lettera scrive: << … l’ostinata nera orrenda barbara malinconia che mi lima e mi divora … >> . Non sembra anche a voi di intravedere in queste parole l’ombra saturnina? Tengo a specificare che non è solo quello. Tantissimi altri aspetti albergano nel nostro tema natale, in più ci aggiungiamo le esperienze di vita che si accumulano e che ci formano (e quelle di Leopardi non furono delle migliori) e tutto ciò che ereditiamo dai nostri genitori. E chissà cos’altro! Dunque l’aspetto di congiunzione tra Sole e Saturno è importante, ma c’è anche dell’altro, sebbene io in questo testo mi stia soffermando proprio sulla congiunzione. E tipico di chi ha la congiunzione Sole-Saturno lo stretto rapporto con la figura paterna (o comunque con un’autorità, che sia padre, capo o parente anziano). Per stretto rapporto intendo che questa figura arriva metaforicamente a soffocare il soggetto. Subito vado a pensare al padre di Giacomo Leopardi, il conte Monaldo, uomo assai colto che, pur essendo orgoglioso della precocità del figlio, era anche preoccupato per la sua autonomia che spesso ostacolava. Un padre “soffocante”, sebbene i due fossero legati da un amore profondo, tanto che, nelle opere giovanili, Giacomo ne fu influenzato. Ebbene si, le "stelle" non sbagliano mai. Le "stelle" parlano di noi a noi. Le "stelle" parlano.
 Voi, con questo aspetto, avete una natura fortemente emotiva che vorreste vivere come un fiume in piena, invece avete dovuto sin da piccoli costruirne dei forti e rigidi argini. Secondo il mio parere questo aspetto genera una tensione nervosa che vi costringe a un’attività frenetica; ma non vi stancate facilmente. Avete avuto delle responsabilità che troppo presto vi hanno fatto sentire pesanti!!!! Quanto avreste voluto volare leggeri, senza macigni!!!!! Cercherete libertà, ma per lungo tempo questa ricerca potrà fermarsi lungo un binario morto.
 Sapete a volte cosa vi piacerebbe essere? Vi piacerebbe essere come un lupo solitario, da nessuno disturbato, padrone di una foresta finalmente tutta sua.
Ma il tema astrale non ha solo un aspetto, e ognuno di voi avrà sicuramente dei punti di forza da cui attingere … Grant Lewi esortava a non isolarvi e trovare la sicurezza nel contatto con il mondo: con gli altri il vostro macigno peserà di meno!!!!
Il povero Giacomo non ci riuscì poi tanto: fu sempre alla ricerca di un contatto col mondo che inconsciamente sapeva lo avrebbe alleggerito. Ma non andò proprio come sognava. Forse perché era convinto la natura non fosse generosa, madre buona, ma matrigna, malevola.
Voi questo non credetelo mai. E questo sono io a dirlo. Nel contatto con l’altro sarete più leggeri. Non cercate protezione in una vita appartata. Al tempo stesso ignorate emozioni e sensibilità esasperate che alla fine potrebbero avere come risultato quello di indurirvi l’animo per una sorta di reazione difensiva.
I vostri punti forti sono concentrazione ed intelligenza.
Conosco tre persone molto importanti nella mia vita con questo aspetto. Soprattutto uno di loro tre, un uomo con il Sole e Saturno nello Scorpione, privo di mezzi (conoscitivi) e poco evoluto, ha riempito d’ombra la sua vita e quella degli altri. Il macigno che menziono in questo articolo glielo leggo ogni volta che lo vedo sul volto, nelle rughe che vanno ispessendosi, nei sorrisi che ha dimenticato. Volendogli molto bene soffro per lui. E se lui conoscesse il linguaggio delle "stelle" forse troverebbe un senso alla pesantezza della sua vita. La seconda persona invece è assai colta ed elevata spiritualmente, tanto che è un prete. Ma ha una rigidità, un autocontrollo, una tale mancanza di qualsiasi slancio che mi sembra che, invece di un macigno, Saturno gli abbia costruito dei lacci che stretti lo tengono “fermo”.
 Chiunque abbia questo aspetto è secondo me dotato di grande fascino che però dovrà manifestare maggiormente verso l’esterno piuttosto che soffocarlo internamente.
 Il macigno sul cuore è vostro, siete suoi padroni e voi, solo voi potete fare in modo che il peso, anziché macigno, diventi ricchezza!                                                                                                                                                                                       Lucia Carluccio

Bibliografia: 
“Astrologia”  Nicola Sementovsky Kurilo, Hoepli
“l’astrologia con Barbanera” Editoriale Campi,
 innumerevoli letture e confronti con molti astrologi.
“La scrittura e l’interpretazione” Luperini

Biografia:
Professoressa di Lettere. Esprime la sua enorme creatività attraverso la scrittura (ultimo premio, 1 classificata concorso internazionale Ruidalsud), autrice della raccolta di poesie “Versi selvaggi” pubblicata da Aletti editore. Dal 2014 collabora con la rivista on-line www.mammenellarete.it della Gruner Jhar Mondadori come autrice di articoli riguardanti l’universo infantile e di storie di vita vissuta. Studia “l’anima” soprattutto attraverso Jung e Hillman. Si interessa di psicologia clinica da autodidatta. Un testo importante per la sua formazione è stato “Giordano Bruno e la tradizione ermetica” della Yates. Lettrice ghiotta di testi religiosi.

Nata nel Salento, ora vive in provincia di Milano.


Leggendo l'articolo di Lucia mi è venuto in mente il film intitolato "il giovane meraviglioso", una biografia su Leopardi interpretato dal bravissimo Elio Germano. Vidi il film qualche mese fa non appena uscì al cinema e devo dire che ne rimasi piacevolmente colpito. Un film che vi consiglio di vedere per approfondire alcune sfaccettature legate all'animo del Poeta. 

In questo articolo emerge la necessità di aiutare il lettore non solo a comprendere l'aspetto astrologico, ma anche a gestirlo per ridurre i suoi effetti, quando si manifesta negativamente. In astrologia, spesso, il fine conoscitivo viene sostituito da un fine educativo che ovviamente richiede competenze in campo psicologico che spesso il simpatizzante non possiede. La conoscenza dei conflitti interiori e l'eventuale capacità di risolverli attraverso lo studio degli autori che hanno fatto la storia della psicologia clinica, non è cosa da improvvisarsi. Però parlare di astrologia, necessariamente conduce alla necessità di fare un po' da psicologi offrendo la propria esperienza personale come metro di giudizio. L'idea di fondo è quella che ogni fattore astrologico abbia significati che possono sostituirsi a quelli precedenti via via che ci si evolve o involve. Possiamo considerare gli aspetti astrologici in chiave evolutiva poiché ogni archetipo rappresenta un'intero universo di significati da esplorare, ma ovviamente tutti legati tra loro da un nesso comune. Di fatto, sapere che a ognuno di noi lo stesso aspetto può manifestarsi in maniera differente, aumenta la difficoltà interpretativa. Quindi risulta fondamentale un continuo dialogo tra astrologo e consultante poiché solo quest'ultimo, attraverso il suo racconto biografico, può chiarire meglio lo sviluppo di un fattore che vogliamo isolare dal contesto. Parliamo di analisi costruttivista. Secondo la teoria quantistica applicata alla psicologia, il semplice fatto di svelare l'eventuale problema fornisce lo stimolo per la sua risoluzione. Ovviamente parliamo solo di stimolo e non di processo di guarigione poiché per tale scopo invece si rende necessario sapere e capire che l'individuo vive di euristiche, di abitudini, di resistenze. Di fatto, essere astrologo non significa essere psicologo, ma significa solo avere un mezzo conoscitivo da integrare a quello psicologico per avere una visione più ampia e precisa del soggetto analizzato. Abbiamo da un lato la nostra necessità di conoscenza e da un lato la necessità di risolvere un problema. In genere possiamo dire che ogni aspetto astrologico si innesta all'interno di un insieme che rappresenta il modo mediante cui ogni elemento converge al mantenimento di un equilibrio. Così il cambiamento di un solo elemento costringe l'intero sistema a riadattarsi. Vi ricordo che le informazioni contenute nei miei interventi possono essere confrontate col materiale presente nella mia sezione bibliografica presente sulla colonna a destra di questo blog. 



Segnalazione: pare che ci siano indizi sufficienti a far credere nell'esistenza di un nuovo pianeta oltre i confini di Plutone, ma molto più grande di quest'ultimo. La cosa è molto importante perché non parliamo di un corpo piccolo come Sedna o Eris, o Quaoar, definiti planetoidi; ma di un vero e proprio pianeta. Di fatto potrebbe essere l'11° corpo astrologico, se naturalmente non consideriamo quelli più piccoli di Plutone. QUI la notizia.  

Ciao Alrami !
Innanzitutto Buon Annooo ! :)
Volevo darti gli ultimi riscontri della mia rivoluzione lunare passata come mi avevi chiesto per la rettifica dell'orario di nascita. (...) Questo e' quanto.. Come vedi la fortuna non mi assiste per quanto riguarda il lavoro.. volevo sapere se vedevi novita' sotto questo profilo.. sembra che Giove in quadratura al sole mi porti una sfiga incommensurabile!! Con la nuova rivoluzione lunare partita  (...) avro' Urano in 5 , ho fatto caso che spesso le novita' mi arrivano a cavallo tra le due rivoluzioni solari.. vedi il fatto di aver rivisto questo ragazzo dopo quasi 4 mesi e di essermi baciata con lui il (...).. due giorni prima della nuova rivoluzione lunare! e di aver ricevuto quella famosa telefonata da parte sua 4 giorni prima la nuova rivoluzione lunare di (...) sempre con Urano in 5!!! La coincidenza e' che lui nella sua rivoluzione lunare del mese partita (...) ha Venere in settima casa e Giove in 5!! L'unica cosa che non capisco e' quel suo Saturno in settima che cozza con il resto della rivoluzione lunare! Tu che ne pensi? Perfavore dimmi che ci saranno opportunita' sul lavoro!!!! S.F.
Dal tuo resoconto mi pare di intendere che l'orario debba essere spostato indietro di 4 minuti, ma continueremo con le osservazioni.  Ora ti chiedo di ripetere lo stesso lavoro dal 21 Febbraio al 7 Marzo. È assai difficile stabilire come incastrare quel Saturno in VII Casa della RL di quel tipo, poiché non conosco la sua vita e nemmeno i suoi dati completi. Questo mese penso che Giove in 12^ casa di rivoluzione lunare possa sorreggerti in diversi ambiti tra cui quello lavorativo, anche grazie al concomitante transito di Venere in I^ che ci parla anche di amore. Non ricordo dove tu abbia trascorso il tuo ultimo compleanno e quindi non posso stabilire con precisione se quell'Urano in 6^ Casa della RL rappresenterà anche una notizia positiva. Le soluzioni che avevo individuato però non erano specifiche per il lavoro. Quel che possiamo fare è sperare che Giove in 12^ sia abbastanza positivo da ridurre lo stress lavorativo. 


Volevo chiederti un favore per un mio amico nato a (...) del mattino cosa ne pensi se va a rabat in marocco per il suo compleanno ? D.

Assolutamente no. Per tre motivi: sia perché il Sole è esattamente in cuspide tra I e 2^ Casa, poi perché abbiamo tre astri ripartiti tra I e 12^ Casa e in ultimo perché hai posizionato Saturno sì in 9^ ma in zona Gauquelin, dove è assolutamente vietato.


La violenza non è solo fisica e può assumere diverse forme; ed è ancora più grave quando chi la attua ne è inconsapevole. Non è importante, ma da anni qualcuno mi perseguita con commenti anonimi, citando il mio nome ad ogni suo articolo e cercando di ledere la mia immagine solo perché non condivide la mia posizione che per lui è sinonimo di truffa. Anche questa è una forma di violenza che genera in me solo sdegno e rabbia. Clicca QUI per conoscere tutta la storia.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao sono Flo 26 2 64 VA 10,45 am. Non so dove andare per la mi rsm, cosa e' meglio Lourdes de Blanc, Gerusalemme, Citta'del Messico, Barbados ....o cosa ? Se resto qui e' un disastro, dammi una mano grazie.
Baci.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ciao. Proponimi la stessa domanda per email e ti risponderò dopo aver risposto alle altre richieste giunte prima della tua. Penso ci vorranno circa due settimane perché ho molto lavoro. La mia email è ggaleota@libero.it
Grazie.