DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 1 febbraio 2017

Il sapere Babilonese sugli astri


Acerrimo nemico dell'astrologia Caldea e quindi dell'astrologia Babilonese è stato senz'altro Cicerone che in un suo famoso scritto, il De Divinatione, (clicca qui) propose alcune interessanti e intelligenti considerazioni in cui viene fuori tutta la leggerezza inerente lo stile astrologico dell'antica Babilonia. Ecco alcune delle critiche più aspre del famoso pensatore, obiezioni che fa ancora oggi chi non conosce l'astrologia contemporanea:

 "i gemelli hanno costituzione fisica uguale ma hanno una vita e una sorte quasi sempre differenti. Procle ed Euristene, entrambi re di Sparta, furono fratelli gemelli ma non vissero lo stesso numero di anni e Procle fu molto superiore al fratello per gloria e le imprese compiute";

 "...ne consegue che la nascita e il tramonto delle costellazioni non può venire dappertutto nello stesso tempo. Come possono quelli che nascono, ricevere una medesima impronta dal momento che tanto grande e la dissomiglianza del cielo? In questa parte del mondo che noi abitiamo, la canicola sorge dopo il solstizio d'estate, anzi parecchi giorni dopo; ma nel paese dei trogloditi, a quanto si legge, sorge prima del solstizio (...) Pretendono che tutti i nati nel medesimo tempo qualunque sia il luogo della loro nascita, siano portati alla stessa sorte";

"molti altri eliminarono un difetto di natura mediante la continua applicazione e l'esercizio, come Demetrio Falereo riferisce quanto a Demostene, il quale non essendo in grado di pronunziare la lettera R, col continuo esercizio riuscì a pronunciarla perfettamente. Se questi difetti fossero stati prodotti e trasmessi da un influsso astrale niente li avrebbe potuti correggere"; 

"La differenza dei luoghi non produce differenti tipi umani? Di tali differenze è facile dare esempi, mostrare quanto sono diversi nel corpo e nel carattere gli Indiani, i Persiani, gli Etiopi e i Siri, a tal punto che le varietà (...) sono addirittura incredibili".

Cicerone, che visse nella prima metà del I secolo a.C., quindi giudica un sapere antico che già stava cambiando in maniera quasi radicale. Tant'è che Tolomeo, circa 200 anni dopo Cicerone, descrive nel suo Tetrabiblos (clicca qui) un'astrologia completamente diversa, dove si prendono in considerazione le variabili ambientali ed ereditarie, dove non si prendono in considerazione le costellazioni ma i segni zodiacali (clicca qui), dove si spiega chiaramente dell'equivoco tra predestinazione e inclinazione. Il che spiegherebbe anche il motivo delle differenze tra fratelli gemelli e l'importanza della volontà umana. Cosa era successo nel frattempo? Cosa portò a questo drastico cambiamento e a un salto evolutivo impressionante dell'astrologia? 

Molti di quelli che criticano "l'arte di Urania", come detto in precedenza, sono ancora fermi alle considerazioni di Cicerone che per l'astrologia di un secolo dopo erano divenute ormai obsolete e inutili, dato che le basi su cui si fondavano i presupposti della nuova astrologia erano cambiati quasi totalmente. Anche la Treccani e wikipedia, ancora oggi forniscono una definizione sbagliata della materia, non più valida per descrivere l'astrologia contemporanea.

Le nuove filosofie, e le vecchie critiche, furono utili per la costruzione di un sapere quasi totalmente diverso. Tra l'altro, l'astrologia di oggi, pur traendo origine da quella contemplata da Tolomeo, non è nemmeno quella di quei tempi, perché come ogni sapere si è evoluta col progredire della scienza, della tecnologia, della cultura e della società.

Cosa portò a quel radicale e imponente cambiamento ne parlerò prossimamente. 

Sia ben chiaro che qui l'intento non è quello di dimostrare la fondatezza dell'astrologia quale scienza umana (a mio dire) ma quello di informare il lettore a digiuno di conoscenze storiche, circa i reali accadimenti che avvennero durante il corso della storia. Il che ha, in questa sede, il solo scopo di raccontare l'evoluzione del pensiero, dell'ingegno  e dell'intelligenza umana. Chi siamo oggi, infondo, dipende anche da come eravamo un tempo...

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Sono B., e ti scrivo perché, oltre ad essere stato un discreto studioso di astrologia,
 appassionato proprio di quella psicologica, credo di essere una persona singolare ,che ha sempre cercato se stesso (la sua vera essenza consultando gli astri)
.........dopo anni, mi ritrovo solo, così, con il mio lavoro di insegnante di lettere alle superiori,
con pochissimi amici,
fondamentalmente solo
......sai , quando ti ho visto ed ascoltato su YT mi è venuto l'istinto primordiale di raccontarti la mia vita,
mi piacerebbe essere tuo AMICO
Sono nato a (...) scorpione asc. aquario
 SONO STRANO, MA SE TU POTESSI AGGIUNGERE QUALCOS'ALTRO AL MIO QUADRO ASTRALE MI FAREBBE ENORMEMENTE PIACERE
.....TI SEGUIRO' SEMPRE ORMAI
auguri per tutto.


Gentile signore, mi fa immenso piacere sapere che lei nutre tutta questa stima nei miei riguardi. Sono ben lieto di esserle utile ogni volta che me lo chiederà, e sicuramente il mio approccio nei suoi riguardi sarà senz'altro amichevole e genuino, come d'altronde lo è con tutti i miei consultanti (solo quelli educati e seri studiosi). Mi dispiace che la sua vita sia contrassegnata dalla solitudine e comprendo come anche un contatto virtuale possa alleviare questo stato. E non mi dispiace affatto che lei abbia scelto me come possibile confidente delle sue problematiche. Tuttavia voglio informarla che non dispongo di alcuna verità suprema né posso garantirle di alleviare totalmente la sua condizione di scontento. Quindi prenda queste mie considerazioni per quel che sono: un semplice invito a effettuare qualche riflessione in più su lei stesso. Non per fare la solita generalizzazione, ma sappiamo che una tra le diverse tipologie di Scorpione è il tormentato e tenebroso contemplato dalla tradizione. Se in più aggiungiamo che il suo Sole è in congiunzione a Nettuno, comprendiamo le sue difficoltà psicologiche e la sensazione di solitudine che potrebbe portarla a vivere condizioni a limite della nevrosi. Sia chiaro che non tutti quel che hanno tale posizione giungono a tale situazione. Ma questo è uno dei possibili scenari analogicamente collegati ai significati dei due "astri" così relazionati. 

Non è la prima volta che mi capita un caso analogo al suo, e la mia casistica mostra in maniera inequivocabile che le dissonanze tra Marte e Saturno predispongono a subire violenza. Fisica o psicologica, per incidente o per colpa di qualcuno, questo non mi è dato sapere. Fatto sta che dal punto di vista psicologico vi è sempre una sensazione di impotenza, di impedimento. Il che potrebbe portarla a crearsi molti nemici e a vederli anche lì dove non ci sono. Perciò le raccomanderei un'attività sportiva molto intesa che possa permettergli di manifestare tutto il suo potenziale inespresso. C'è qualcosa che la frena, che le impedisce di essere sereno. Spesso a furia di pensar negativo spesso ci "attiriamo" brutte situazioni. Mi ricordo di un mio consultante, anche carissimo amico, con un cielo un po' somigliante al suo. Era pessimista, deluso dalla vita e spesso mi accusava di esser ottimista a sproposito. Forse lo sono; ma senz'altro il suo atteggiamento lo ha portato a una brutta fine. Viglio dire che avrebbe potuto "guidare" la sua "stella" in maniera più costruttiva. Perciò si armi di coraggio e combatta i suoi "mostri" perché molto del suo futuro sta nelle sue mani. 

Il suo interesse per l'ignoto, o per l'estero, o per le lingue, e per l'insegnamento, sono anche loro un'ottima valvola di sfogo; (il suo Sole è in 9^ Casa) ma si ricordi sempre di non viaggiare troppo "oltre" (molti, con questa configurazione sostengono di avere uno spirito guida o di aver visto gli alieni) perché inevitabilmente questo comporta il fatto di esser visti di cattivo occhio. Perciò lei può continuare a credere in ciò che vuole ma senza tuttavia doverlo mostrare al mondo intero. 

Sono evidenti le penalizzazioni sia per la salute e sia per il lavoro (Marte in 6^). Ma sono sicuro che la sua condizione di salute o di lavoro, potrebbe migliorare sensibilmente durante il corso del 2017. Ovviamente sta a lei cogliere le occasioni. Un abbraccio. 

Nessun commento: