DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

venerdì 14 luglio 2017

Antropo-Paleo-Astrologia


Cosa è l'antropo-paleo-astrologia?
È un nuovo campo di indagine astrologica che si propone di analizzare le tappe storiche e lo sviluppo antropologico relativo agli albori dell'astrologia. 

Lo scopo è quello di indagare i motivi e i bisogni psicologici che hanno indotto gli uomini antichi a inventare l'astrologia. Sono convinto che andando indietro nel tempo per scoprire i processi psicologici, sociologici, antropologici dell'uomo antico (dal paleolitico sino al periodo ellenistico), infatti, possiamo scoprire qualcosa sul perché l'astrologia funzioni, cosa ha spinto gli uomini a inventarla, quali furono le condizioni psicologiche, sociali, culturali conseguenti alla scoperta delle corrispondenze tra uomo e cosmo. 

Non si tratta di una semplice storia dell'astrologia delle origini, ma di una storia dello sviluppo psicologico, cognitivo, emotivo, sociale, culturale, sociale dell'uomo che osserva il cielo. 

Secondo la mia idea, infatti, l'uomo oggi è quel che è anche grazie al suo rapporto con la natura e con il cosmo; e percio per capire un po' piu di noi, occorre, sempre a mio parere, capire qualcosa del nostro rapporto col cosmo, con lo spazio, con la natura. Quel che mi prefiggo di scoprire è se questa reciproca interazione tra uomo ambiente è tale che non si possano separare i due elementi, se non sono altro che le costituenti di un'intera unità indivisibile, così che parlare dell'uomo significa anche parlare della natura e viceversa.

Si tratta di un campo di indagine completamente nuovo e perciò non vado a interferire con il pensiero di alcuna scuola astrologica, per buona pace di tutti. 

Attenzione: il mio obbiettivo non è quello di dimostrare che l'astrologia sia di derivazione aliena o che sia stata lasciata ai sumeri da civiltà iper-tecnologiche antidiluviane. Il mio intento è parlare dell'uomo con l'uomo, parlare di noi usando non solo le conoscenze storiche relative al nostro passato, ma pure quelle di stampo neurofisiologico: comprendere il funzionamento del cervello, secondo me, ci può aprire ulteriori scenari conoscitivi sulla questione astrologia e sul suo funzionamento. 

Forse sarebbe meglio aver portato a compimento le mie ricerche prima di trovare un nome al mio progetto esplorativo. Questo per evitare di cambiar nome durante le fasi successive delle mie ricerche. Ma, dato che sono un eterno studente, perennemente work in progress, non ritengo possa essere negativo modificarmi in seguito. Tuttavia mi premeva sollecitare e catalizzare l'attenzione del lettore verso questo nuovo percorso di studio e per far conoscere la mia "identità" all'interno del panorama astrologico così variopinto.

Dare un nome a quel che si fa, quantomeno è utile per far sì che l'utente sappia in anticipo cosa ho da proporre e in cosa mi distinguo rispetto alla massa. Sia ben chiaro che qui si parla anche di astrologia, di rivoluzioni solari, di transiti, di rapporti di coppia; ma mai di oroscopi. Quelli continuiamo a lasciarli a chi vuole giocare anzicché fare le cose seriamente. 
Sia ben chiaro che in questo progetto di ricerca, io sono sempre un umile studente pronto a recepire qualsiasi vostro stimolo e qualsiasi vostra sollecitazione.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

Ciao sono Anthony, il ragazzo che ti aveva mandato il tema natale, ti chiedevo se potevi dirmi qualcosa e cosa ne pensi, volevo vedere anche se sono stato capace di interpretarlo bene, insomma in generale dimmi tu tutto a riguardo.

Se cerchiamo la semplicità, questo tema natale sicuramente ci porta fuori strada. Questa non è un'offesa, ma solo l'incipit per parlare della sua enorme complessità, ossia della sua tendenza a vedere e fare le cose in maniera intensa, elaborata, arzigogolata, tortuosa, tenebrosa, caotica, erotica, estetica, tutto insieme. Non mi sembra strano che lei possa ritenersi un mistero o che la gente possa fare fatica a stare al suo passo o a comprenderla. 

Il Sole si trova in Bilancia e in 8^ Casa, mentre Venere, signore del  settimo segno zodiacale, si trova dominante al MC. Quindi è chiaro che la componente estetica sia molto spiccata, così come quella erotica dato che oltre al Sole in 8^ abbiamo Venere congiunta a Plutone dominante, tra l'altro signore dell'8° segno. Quindi è chiaro che si gioca molto sulla dialettica Bilancia/Scorpione.

Se a ciò aggiungiamo l'ascendente Capricorno e Saturno in I^, allora abbiamo una censura degli istinti con la conseguente frustrazione e lacerazione interna che porta a una sottospecie di dannazione interiore dove prevale però la componente edonistica espletata tramite un complesso, o un'ossessione: quando la spinta trasgressiva, erotica, passionale, istintiva è limitata da un forte Super Io, cosa potremmo aspettarci? Una fissazione.

Dall'altro lato abbiamo una notevole carica energetica asservita alla realizzazione di progetti imponenti, grandiosi, ma col rischio di strafare mettendo a durissima prova il fisico. È vero che la Bilancia è pigra e odia un po' sporcarsi le mani; ma sappiamo che la sua tipologia è fortemente Scorpionizzata e perciò, se dovesse scegliere di tenere a freno le energie fisiche, in ogni caso si ridurrebbe a sopportare una grande mole di stress psicologico. 

Naturalmente si potrebbe dire veramente molto di più; ma questo è in breve.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Al Rami, cosa può portare un Plutone in nona casa di rivoluzione solare?
Grazie mille

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Può portare a un importante viaggio oppure a studiare materie molto importanti. Più raramente può riguardare un tormento comparso durante un viaggio oa seguito di un viaggio oppure può riguardare un tormento causato da una persona straniera e comunque non nativa della propria regione di nascita.

Anonimo ha detto...

Lo so che non si considerano gli aspetti tra le case e ogni pianeta agisce in modo a sé, ma aiuterebbe nella lettura per sapere su come può esprimersi?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Io penso che bisogna sperimentare tutto, con rigore e metodo. Quindi tutto può essere utile e tutto può essere inutile. Fino a quando non si sperimenta non si può sapere.

Anonimo ha detto...

Grazie.
Per quanto riguarda il libro come procede?
Poi volevo chiederle che programma usa quando analizza un tema natale o una rivoluzione solare, nel senso se guarda prima tali aspetti o altro...

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Sarebbe bello parlare sapendo con chi parlo perché così non mi confonderei quando do le mie risposte ai molti anonimi. Sarebbe sufficiente firmarsi anche con un semplice pseudonimo se si vuole tutelare il proprio anonimato.

La ringrazio vivamente per il suo interessamento al mio libro. In questo momento ho finito di raccogliere tutto il materiale occorrente e sto continuando a studiarlo. Non ho cominciato ancora a scrivere nulla tranne qualche piccolo articolo introduttivo qui sul mio blog. Ma non posso parlare dei concetti fondamentali per paura che le mie idee possano essermi rubate da qualcuno.

Quando analizzo un tema di nascita io procedo in questo modo: prima analizzo il sole nella casa in cui si trova e il segno relativo, poi analizzo il pianeta dominante gli stellium e la posizione di Marte. Successivamente analizzo la posizione di tutti gli altri pianeti con i relativi aspetti.

Per quanto riguarda l'analisi della rivoluzione solare invece procedo diversamente e analizzo prima di tutto la posizione dell' ascendente di rivoluzione poi del sole nelle case degli eventuali stellium, e poi la posizione dei pianeti nelle restanti case. Dopodiché integro queste informazioni a quelle ottenute attraverso l'analisi dei Transiti