DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 2 agosto 2017

Lilith

  
Buonasera Dott. Giuseppe, mi chiamo (...), nata a (...)
Ho dato un occhiata al suo sito e vorrei porle due domande sulla mia carta natale se è possibile:
1. vorrei sapere su quali talenti sfruttare a livello lavorativo, capire meglio la mia lilith in gemelli, cioè che trauma mi comporta e come posso comportarmi di conseguenza.
2. e i pianeti deboli in cui devo lavorare di più.
In attesa di un sua risposta la ringrazio in anticipo per la sua consulenza gratuita.


Lilith, la Luna nera, stando al mito dovrebbe riguardare le nostre forze animalesche, le nostre pulsioni legate alla ribellione. Riguarda inoltre le pulsioni sessuali insane, ma pure la passionalità e l'erotismo. Inoltre concerne i lati oscuri del nostro animo, l'inganno. Per antonomasia è l' "astro" del femminismo e quindi dell'emancipazione femminile dato che nel mito è la donna ripudiata da Adamo per non aver voluto giacere con lui. Figuriamoci come le donne possano accogliere questa "eroina" antimaschilista che comunque non fa una bella fine, dato che viene scacciata dal paradiso terrestre. Immagino un'attaccamento veramente molto forte a questi simboli, come se fosse una specie di rivincita nei confronti di uno zodiaco maschilista, patriarcale, ma che patriarcale e maschilista non è affatto. Più volte ho espresso il mio dissenso nella pratica di stabilire i significati di un cropo celeste attraverso il relativo mito; e i motivi li ho spiegati QUI.   
Tra l'altro non fece una bella fine nemmeno Eva, anch'essa paragonabile all'archetipo della donna. E se dovessimo stare al mito, allora della Luna dovremmo avere veramente una considerazione maschilista: la Luna è la tentazione, ciò che ci porterebbe a commettere errori, associando in un colpo solo la donna alla fallacia. Nulla di più sbagliato. Solo una visione antiquata e rozza potrebbe associare la donna agli errori. 


La domanda che immediatamente ci poniamo è questa: abbiamo veramente bisogno di Lilith dato che già disponiamo di quelle informazioni leggendo l'8^ Casa, Venere e Plutone? Tra l'altro io avrei Lilith in Vergine e in I Casa e su questa posizione ho letto tante di quelle inesattezze sul mio conto che ho deciso di accantonarla per sempre nel dimenticatoio. 

Per esempio, un sito afferma che Lilith nella Vergine possa rappresentare un eccessivo controllo degli impulsi e una difficoltà a lasciarsi andare completamente. Mai avuto in vita mia di questi problemi. Può esser mai una cosa del genere con Venere in Scorpione e con un'esuberante Sole in Sagittario?  No.

Un sito poi dice: "L'insufficienza riscontrabile nelle persone che hanno Lilith nel segno della Vergine è nell'organizzazione della loro vita e nella disponibilità offerta a chi chiede aiuto". Io studio proprio psicologia perché sin da bambino mi sono sempre posto come "salvatore" dei più deboli. Quindi quel sito offre una descrizione di Lilith in Vergine che è l'esatto opposto di quel che io faccio e sono. 

Ma vediamo cosa dice un altro sito: 

Qui il problema è di avere fiducia in se stessi e nella vita. C'è un trauma in relazione alla nozione di fiducia. Il nativo ha difficoltà nel costruire la propria individualità, perché tende a confrontarsi con gli altri, ad unificarsi agli altri. Per proteggersi può irrigidirsi e dare una visione di egoismo. La vita quotidiana, i vincoli di tutti i giorni sono difficili da vivere. Il nativo cerca di incarnare ciò che sente, perché ha bisogno di calmare la sua ansia e di raggiungere la sicurezza che non riesce a trovare.

Essendo nato sotto il segno del Sagittario sono sempre stato abbastanza fiducioso e convinto di me. Ciò che mi ha contraddistinto è l'esatto opposto, ossia una fiducia cieca nel futuro, nella vita e nel prossimo. Quindi, l'esatto opposto di quel che dice quel sito. Ma andiamo avanti a vedere cos'altro ci dice: 

Le scelte possono essere dolorose, perché la direzione non è quella desiderata, ma la più ragionevole. 

Chi è che nella propria vita non ha mai fatto una scelta dolorsa opposta a quella che era la scelta desiderata? Ma non è una cosa che ha caratterizzato la mia vita. Quindi non prendiamo in considerazione nemmeno questa affermazione. Nel sito la descrizione continua e dice:

Il nativo può essere stato bloccato nelle sue precedenti scelte. Tutta la vita passa attraverso i cambiamenti che dovrà imparare a vivere e a "digerire", altrimenti si ammalerà. Le crisi sono spesso legate alla malattia che purifica. Essa colpisce l'intestino. Le malattie sono la purificazione e il rifugio per le cose che il nativo non vuole vivere. 

Chi è quel figlio che almeno una volta nella vita non è stato bloccato dai genitori nelle proprie scelte? Come si può dimostrare che la malattia serve per purificarmi? Sono le tipiche frasi fumose che non riesco a digerire che tral'altro fanno appello alla psicosomatica e perciò sono sempre valide, per tutti. È chiaro che quasi chiunque possa identificarsi in questa descrizione proprio perché vaga e usa psicologismi che con me, non fanno presa. Anzi, per me equivalgono a una vera e propria presa per i fondelli. La descrizione continua: 

 Irrazionali paure, fobie, ipocondria, il non essere in ordine o l'essere troppo ordinato - volto alla meticolosità patologica - sono alcuni degli aspetti della Luna Nera in Vergine.

Sono preciso, analitico, ma meticolosità patologica mi sembra eccessivo. E comunque la precisione si esprime attraverso l'ascendente Vergine ed è quel minimo di analisi che serve al Sagittario per non abboccare a tutte le chiacchiere che circolano in giro. Anche in questo caso possiamo bocciare l'affermazione scritta su questo sito. Non ho alcuna meticolosità patologica, né sono ipocondriaco;anzi, all'opposto mi trascuro molto sul piano della mia salute. Ancora una volta le descrizioni non corrispondono al mio vissuto. La descrizione continua:

Nelle vite passate, l'anima viveva in un contesto in cui era impossibile fidarsi degli altri. La sua vita quotidiana è stata condotta con un comportamento sospettoso. E 'stato costretto a proteggere se stesso. Forse ha anche pagato cara la sua ingenuità. Oggi una strana sensazione di pericolo si può verificare ogni qualvolta il nativo è tentato di fidarsi di qualcuno e quindi rinuncia. Il problema rimane allo stato inconscio. Il nativo non può fidarsi di nessuno, ma è la lezione principale: deve imparare di nuovo ad avere fiducia e questo cambierà la sua vita.

A questo punto subentra un problema: come fare per riconoscere l'effetto di Lilith in Vergine dall'effetto del mio Ascendente Vergine? Cercando di delimitare il campo: ho mancanza di fiducia nel prossimo? Esattamente il contrario. Ho estrema fiducia che il mondo sia bello, buono e spesso finisco per darmi e dare troppo. La lezione che ho dovuto imparare è di non dare fiducia, ossia l'esatto opposto di quel che dice questa descrizione. Sono assai diffidente, è vero, ma solo per le questioni ideologiche. Se il problema rimane allo stato inconscio, allora non si può nemmeno dimostrare. Chi ha scritto tali frasi non sa assolutamente nulla di psicologia; perché anche se qualcosa rimane a livello inconscio, vi è sempre una espressione concreta che si manifesta nella vita di tutti i giorni. Quindi, chi ha elaborato tale significato, su cosa si è basato? E cosa c'entrano le vite passate? Come si fa ad affermare una cosa del genere? Su quali basi? Sulla fede? E io che non credo nella reincarnazione allora sarei in errore? E chi è così presuntuoso da avere la verità in mano sulle questioni di fede? La frase di cui sopra, dall'inizio alla fine è in assoluto contrasto con quel che penso e quel che mi è capitato nella vita.

Ora ediamo cosa dice un altro sito:   

I soggetti con la Luna Nera in questa posizione, hanno un forte contrasto interiore tra senso del dovere e trasgressione e questa è la loro zona d’ombra. Generalmente, si autoimpongono delle limitazioni a causa della loro razionalità eccessiva. Sessualmente, hanno parecchi tabù oltre ad avere un’attenzione eccessiva per l’igiene (se non si sentono perfetti, non riescono a lasciarsi andare). Hanno anche una forte tendenza alla ripetizione maniacale e ossessiva di alcuni comportamenti.

Non sento minimamente una frizione tra senso del dovere e trasgressioni. Anzi! Vivo serenamente il mio lato moralistico Sagittario in accordo con l'ascendente Vergine. In cosa dovrei trasgredire? Non sono per nulla un tipo trasgressivo o che aspira alla trasgressione. Non ho per nulla un'attenzione maniacale per l'igiene e lo dimostra il fatto che amo perennemente camminare a piedi nudi anche sull'asfalto o in casa e da bambino mi piaceva mangiare persino dove c'erano gli animali. Un igienista farebbe mai una cosa del genere? Di esser perfetto non mi frega un fico secco: sono molto semplice, lineare, rilassato, essendo del Sagittario. Lo dimostra il mio look, sempre sportivo, alla carlona, casual, easy. Non sono né maniacale né ossessivo in certi comportamenti. Semmai, mettendomi sempre in discussione, come vuole l'autocritica Verginea, cerco sempre di migliorarmi. Vorrei far notare come quelle affermazioni siano subdole: infondo infondo, tutti possono riconoscersi in tale descrizione; ed ecco che "magicamente" si darebbe conferma a quanto scritto. Ma io che studio psicologia non mi faccio abbindolare, non mi faccio fregare. Ecco la mia diffidenza. Non è acritica, non è aprioristica. È razionalità.
Quindi a questo punto sono io che faccio a lei una domanda: perché dovrei ancora considerare Lilith nelle mie analisi? Se questo corpo fittizio mi fornisce indicazioni che sono totalmente opposte a quel che sono io, perché dovrei usarlo? E infatti non lo uso.

Tanti anni fa venne indetta una specie di ricerca per determinare quali caratteristiche avessero le persone con Plutone dominante, cioè posizionato vicino all'ascendente. Non è stata mai fatta la stessa cosa per Lilith o quantomeno a me non risulta. Tramite quelle ricerche oggi sappiamo cosa significa Plutone. Madonna, la nota popstar irriverente, volgare, sboccata, dovrebbe ben incarnare le caratteristiche di Lilith a questo punto. Però Madonna ha Plutone dominante in zona Gauquelin e non Lilith. Questo conferma quel che penso io: chi riguarda le pulsioni e la sessualità è Plutone, non Lilith. E per me il capitolo è quasi chiuso completamente. Ho verificato anche per i miei cari e non corrisponde. Corrisponde solo se per forza la si vuol fare corrispondere. Questa è però solo la mia esperienza, non la verità assoluta. Quindi, per quanto attiene i significati di Lilith può chiedere a chi crede nella sua influenza. 

Per quanto attiene i traumi, secondo il mio parere non c'entra nulla né Lilith, né Chirone, né altri corpi celesti fittizzi o asteroidi o comete. Le difficoltà della vita sono rappresentate dalla 12^ Casa nonché dagli aspetti dissonanti tra pianeti. Faccio un esempio: una mia consultante ha una fobia che è giunta a seguito di un trauma. Dove possiamo rintracciare tale fobia? Attraverso la congiunzione Mercurio-Nettuno. Nella mia vita ho vissuto due traumi: uno è legato a una donna. Difatti la mia Luna è in 12^ Casa, appunto quella legata alle prove. Lilith in Vergine e in I Casa cosa c'entra? Niente. Un altro trauma è legato al rapporto che avevo con mio padre a causa degli studi. Infatti ho Saturno che è dissonante a Urano in 3^. Cosa c'entra Lilith in Vergine e in I ? Niente. Cosa c'entra Chirone in 8^ e in Ariete? Niente. Il trauma è Urano. È lui il pianeta delle rivoluzioni, delle cose drastiche, delle cose inaspettate. La mia Luna in 12^ è quadrata a Urano. Ho subito un gravissimo trauma a causa di una donna. Sono queste le mie ferite. Non quelle descritte da Lilith o da Chirone o da altri corpi celesti fittizi e non. 

In genere si procede in questo modo: si prende la posizione di Lilith o Chirone perché a seconda delle scuole di pensiero dicono quale sia la nostra ferita. E poi si verifica ma in genere accade che l'astrologo  voglia far corrispondere le cose. Io procedo al contrario: prima dico qual è la mia ferita e poi controllo che vi sia corrispondenza con le indicazioni fornite da Lilith o da Chirone. Nella mia esperienza non ho trovato mai, nemmeno una volta, nemmeno per sbaglio, che la reale ferita del soggetto corrispondesse  realmente con le posizioni di Lilith o di Chirone. Gli altri autori, che io rispetto e stimo per l'impegno, possono fare e dire quel che vogliono. Io purtroppo non credo all'influenza di Lilith e non mi è mai stata utile per interpretare un TN. 

Ma forse la sto annoiando troppo con tutte queste lezioni. Però in questo modo approfitto per spiegare al lettore che il mio non è certo un capriccio o una presa di posizione aprioristica. Infatti ci tengo a dar di me l'immagine di una persona che parla con cognizione di causa e non per partito preso o perché dò troppo peso a certe scuole di pensiero ad esclusione di altre. 

In questo Caso, femro restando che l'orario di nascita sia esatto, Urano e Saturno si trovano in 2^ casa indicando il fatto che un possibile trauma, o comunque una situazione drastica, inaspettata lungo il corso della vita, sicuramente ha a che fare con le questioni legate alla propria immagine fisica o al denaro. Per esempio un furto, oppure un debito, oppure una foto su un giornale, facebook o qualsiasi altra cosa legata al denaro e all'immagine possono esser stati fonte di grandi preoccupazioni. Mi viene in mente un caso analogo dove con le medesime posizioni una mia consultante è stata ricattata per delle foto osè in cui si era fatta ritrarre. Non dico che per lei sarà o è stata la medesima cosa; ma io penso che l'immagine fisica in generale possa c'entrare qualcosa. È per esempio il caso di chi è ingrassato o dimagrito moltissimo o vive pensando di aver un difetto fisico; o di chi lo ha veramente, magari a seguito di un incidente (Marte in 3^ mi suggerisce di fare attenzione alle automobili). 

Premettiamo però che lei parte con un Plutone dominante che la rende già molto tortuosa, complessata, teneborsa, attratta da tematiche come il sesso o da situazioni torbide. Per giunta ha anche un Sole in 8^ Casa e perciò il binomio sesso/morte ha grande importanza nella sua vita. E non mi meraviglierei se talvolta le fossero giunte doti paranormali per esempio a seguito di un lutto assai importante. Il suo talento principale sta nella sua capacità di penetrazione e nelle sue capacità di indagine. Potrebbe applicare certi studi psicologici nel suo lavoro e per esempio dedicarsi a un'attività giornalistica di cronaca. In realtà lei mi ha fatto molte domande mentre posso dedicare davvero pochissimo tempo a ogni caso. Mi concentrerei sull'opposizione tra Venere e Nettuno che le rende la vita sentimentale angosciante ed eventualmente rapporti altrettanto angoscianti con una figura femminile a lei vicina (una sorella che ha problemi di salute?). In amore infatti la vedo titubante, incerta, caotica, estremamente sensibile e fragile. Dovrebbe lavorare anche sull'opposizione Sole-Saturno che spesso e volentieri le impediscono di vivere la vita in maniera più rilassata. Si potrebbe dire un'infinità di cose in più; ma mi fermo qui.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Dice che un suo trauma è legato al rapporto con suo padre circa gli studi, perché ha Saturno in posizione negativa a Urano in terza... potrebbe spiegare meglio questo aspetto, perché il padre? È Saturno che indica il padre?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Il padre è indicato dal Sole in qualità di figura guida, e da Saturno in qualità di censore e limitatore. Anche Barbault associa Saturno al padre ed è memorabile il suo studio di Saturno e gli orfani di padre. Giocoforza l'esperienza concreta: provi a vedere cosa c'è nel rapporto padre figlia nel tema di una donna con Venere dissonante a Saturno.

Anonimo ha detto...

non mi sento del tutto rispecchiata nell'interpretazione tranne che per il difetto dell'immagine fisica: ho una cicatrice nella retina dalla nascita. Non sono attratta da tematiche di sesso e morte e quest'ultima non mi fa paura. Sulla vita sentimentale non sono incerta, anzi.. sono idealista e so quello che voglio. Estremamente sensibile si ma anche qui dipende. Sono fin troppo rilassata vivendo la mia vita e me la sto godendo proprio. Sono figlia unica.. la rileggo più tardi e provo a cercare qualche corrispondenza. La ringrazio per aver risposto e avermi dedicato del suo tempo.




Anonimo ha detto...

Grazie mille per la spiegazione, non conoscevo questo significato, è sempre molto interessante leggere il suo blog. Per Venere dissonante a Saturno intende anche la congiunzione?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Scusi la grammatica, sono col telefonino.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per anonimo delle 21.09. Si, soprattutto la congiunzione.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

La ringrazio per il suo feedback, ma per procedere per la verifica, per determinare se esiste o meno una reale corrispondenza tra ciò che dico e il suo vissuto dovrei metterla sotto torchio facendole domande e controdomande. Infatti intervengono fattori psicologici che impediscono di rispecchiarsi in certe affermazioni. In psicologia quando si somministrano test di autovalutazione si tiene sempre conto dei bias causati da alcuni meccanismi inconsci, ma pure dei bias generati dal senso attribuito alle parole. Fare analisi scritte è sempre limitante ma talvolta funziona.

Mauro ha detto...

Ho però notato che quando transita Lilith in dissonanza al mio Sole mi capita di avere piccole perdite di denaro. Una settimana fa ad esempio, ho perso 100 euro dal portafoglio non so bene come - e non è certo cosa che mi accada di frequente. (10.03.1973)

Anonimo ha detto...

Ciao Al Rami, leggendo il suo articolo e sulle posizioni di Saturno e Urano in seconda casa mi è sorto un dubbio:
Ma l'immagine di sé non è data dalla prima casa o al limite al medio cielo?
Come mai l'immagine di sé è la seconda?
Grazie.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Gentile Mauro benvenuto. Mi elenca le date in cui ha perso denaro?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Diciamo che l ascendente denota la prima impressione che diamo al mondo, e assieme ad altri fattori indica il nostro fisico. Ma l'immagine in quanto elemento di visibilità è 2^ Casa. Riguarda più il look che il corpo stesso.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Diciamo che l ascendente denota la prima impressione che diamo al mondo, e assieme ad altri fattori indica il nostro fisico. Ma l'immagine in quanto elemento di visibilità è 2^ Casa. Riguarda più il look che il corpo stesso.

Mauro ha detto...

Altro esempio un paio d'anni fa, marzo 2015 quando avevo Lilith in opposizione: mi fu rubata per strada una valigia che conteneva cose non mie, quindi dovetti rifondere economicamente il proprietario (credo 80 euro ca).
A volte si è trattato di semplici smarrimenti di cose, come nel marzo 2013 in cui persi le chiavi di casa, ma dato che vivo solo ciò mi diede non pochi grattacapi.
Nel 1997 i ladri mi svaligiarono casa, c'è però da dire che quell'anno avevo Marte in 8^ di RS, forse ha influito più quello.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Quindi presumo che lei abbia semplici sospetti e non una vera e propria casistica. Io credo si tratti di pura coincidenza. In fin dei conti Lilith non esiste fisicamente. Non vedo per quale motivo dovremmo usare qualcosa inventata di sana pianta da un astrologo, senza un reale bisogno pratico. Ognuno di noi può inventarsi il nodo di Venere o Marte e farsi un Marte nero è una Venere nera. Ma li scopo quale sarebbe?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Quindi presumo che lei abbia semplici sospetti e non una vera e propria casistica. Io credo si tratti di pura coincidenza. In fin dei conti Lilith non esiste fisicamente. Non vedo per quale motivo dovremmo usare qualcosa inventata di sana pianta da un astrologo, senza un reale bisogno pratico. Ognuno di noi può inventarsi il nodo di Venere o Marte e farsi un Marte nero è una Venere nera. Ma li scopo quale sarebbe?

Mauro ha detto...

Certo che è un sospetto, ma questo vale per tutti i transiti di tutti i pianeti. In che modo possiamo avere certezza che un dato evento che capita nella vita sia influenzato da questo o da quel transito? Rimane solo una congettura, un sospetto... Però ci sono le statistiche, mi si dirà. Ma come diceva Trilussa... Questo senza nulla voler togliere al valore delle statistiche e al contributo che danno in ambito scientifico e non.
Lilith ormai è citata e presa in considerazione da molti astrologi, a ragione o a torto. Però sarei proprio curioso di sapere chi è stato il primo a "tirarla fuori", e quando.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Anche la teoria della terrapiatta è citata da moltissimi, ma questo non dimostra che la terra sia davvero piatta. Quindi il numero di studiosi che la usa non è una ragion e valida per prenderla in considerazione. In fin dei conti gli stessi che usano Lilith sono anche quelli che parlano di karma e reincarnazione. Perciò parliamo di studiosi che applicano un approccio fideistico all'astrologia. Qui non trattiamo l'astrologia come una fede e perciò ci riserviamo il diritto di essere assai cauti e scettici. Un sistema per comprendere il funzionamento di un pianeta sta in numerosi tipi di esperimenti. Magari ne parlerò in futuro. Non ricordo chi sia l'inventore di Lilith. Ma spulciando in rete si trova.

Mauro ha detto...

Son d'accordo sull'essere cauti e scettici, anch'io lo sono. Del resto la mia era solo un'osservazione basati su certi fatti accaduti nella mia vita, se essi siano coincidenze o meno non lo so. Quanto agli astrologi, ormai quasi tutti parlano di Karma, spesso sospetto senza nemmeno capire a fondo il significato di questa parola. E altrettanto parlano di Lilith.
Leggerò più che volentieri l'eventuale articolo sugli esperimenti sui pianeti, come leggo volentieri tutti gli articoli di questo blog.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

E io non posso che esserle grato di ciò.