DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 13 settembre 2017

Gli aspetti composti.



Chiedo scusa per l'assenza ma come ben sapete sto lavorando su più fronti: tra la relizzazione di video didattici su youtube, la realizzazione del mio libro sulle patologie psichiatriche lette secondo l'astrologia, e tra la realizzazione di video per la mia pagina Facebook, ho abbandonato un po' il mio blog. Ma presto tornerò a rispondere alle vostre domande. 

Oggi, ma brevemente, parlerò degli aspetti composti. 
Si tratta di configurazioni geometriche realizzate dalle varie posizioni planetarie in un cielo di nascita. 

Facciamo alcuni esempi: 
Quando tre pianeti sono posti a crica 120 gradi di distanza l'uno dall'altro allora si genera una figura a triangolo che si chiama GRANDE TRIGONO. Gli antichi Babilonesi sapevano bene che la congiunzione tra Giove e Saturno avviene in punti dello zodiaco che nel corso degli anni disegnano un grande triangolo nello zodiaco; ed era considerato un po' un fattore di determinante importanza per calcolare i grandi cicli astrologici. In un tema natale, quando tre pianeti sono posti in maniera tale da creare questa figura geometrica allora si dice che hanno un grande trigono di Fuoco o di Terra o di Acqua o di Aria a seconda dell'elemento in cui si trovano i tre pianeti. Io per esempio ho nel mio tema di nascita un grande trigono di fuoco perché i pianeti sono posti nei tre segni di fuoco: Ariete, Leone, Sagittario. Pare che questo aspetto composto rappresenti energie che scorrono in maniera armonica e che spingono alla creatività ma pure alla pigrizia.

 Quando abbiamo un pianeta che si trova in quadratura rispetto a due pianeti in opposizione, allora si genera un altro tipo di triangolo. Questo aspetto si chiama QUADRATO A T. La tradizione americana associa molta importanza al pianeta FOCALE, cioè a quel corpo celeste su cui si scarica il potere energetico dell'aspetto composto. In questo caso il pianeta focale è Mercurio che è il vertice di questo triangolo, ossia di questo quadrato a t. Si tratta di un punto nevraligico del tema di nascita e il pianeta focale indica sempre la valvola di sfogo di una tensione.
 Abbiamo un'altra figura geometrica a forma di triangolo denominata GRAN SESTILE e si realizza quando abbiamo un pianeta che fa sestile a due pianeti in trigono. In questo caso l'effetto sarebbe più blando di quello che si realizzerebbe con un GRANDE TRIGONO.
Un'altra forma geometrica a triangolo si chiama YOD o "dito di Dio". Si genera quando abbiamo due pianeti in sestile che creano rispettivamente un quinconce con un terzo pianeta. La letteratura astrologica americana fantastica molto sul potere energetico di questo aspetto indicando un potenziale realizzativo straordinario. In questo caso abbiamo un sestile tra Sole e Saturno che lanciano due quinconce alla Luna, pianeta focale di questa configurazione.
 Questa figura geometrica a forma di quadrato, invece si chiama GRAN QUADRATO o GRANDE CROCE. Si crea quando abbiamo due coppie di pianeti in opposizione che a loro volta lanciano delle quadrature all'altra coppia. In questo caso non vi è alcun pianeta focale, o potremmo dire che tutti e 4 sono focali perché rappresentano il vertice della configurazione.
 Esistono moltre altre configurazioni, molte altre figure di aspetti composti, ma le principali sono queste. Come dicevo prima,  è la letteratura astrologica americana ad essersi sbizzarrita sui significati pratici di queste configurazioni. 

Io spenderò poche parole. Nella pratica della lettura dei temi di nascita faccio a meno di usare queste informazioni perché non le ritengo abbastanza utili e determinanti. Per esempio se dobbiamo considerare che io ho Mercurio come pianeta focale del QUADRATO A T, e che esso sia la valvola di sfogo delle forti tensioni che albergano in me, io non sono affatto d'accordo. Le mie tensioni, invece sono scaricate in altri ambiti, non nella 5^ Casa. Perciò escluderei immediatamente l'affidabilità di certe indicazioni. Sia ben chiaro che a seconda dei punti di vista Mercurio potrebbe essere importante; ma non nel senso in cui dice la tradizione americana. Anche Plutone, nel mio TN, sarebbe la valvola di sfogo di un GRAN SESTILE; ma anche in questo caso non credo di poter dare tutto questo interesse a tal pianeta. 

Pensare che il pianeta focale di una configurazione geometrica sia più importante degli altri perché funge da valvola di sfogo, secondo me è fuorviante e non corrisponde con la mia esperienza pratica. Ciò non toglie che rinomati colleghi possano utilizzare tali configurazioni con grande soddisfazione e successo. 
Consiglio comunque di approfondire sempre lo studio di tutti gli autori più importanti e poi di farsi un'idea delle cose che piacciono di più e funzionano meglio. D'altronde è quello che fanno tutti.

Io non consiglio di abbandonare l'interesse per queste configurazioni, ma direi solo di rivederle attraverso una lente prospettica diversa. Per esempio, nella determinazione dei significati farei un salto indietro nel passato andando a rivisitare gli insegnamenti dei pitagorici e degli antichi Babilonesi.

I Greci esperti di geometria associavano un valore qualitativo ai numeri e alle forme. Per esempio le congiunzioni tra Sole e Venere disegnano nel cielo, nel corso degli anni, una figura geoemtrica a forma di pentagono. Potremmo perciò dare rilevanza anche agli aspetti astrologici di 72 gradi, il famoso quintile. E a questo aspetto, dunque, associeremmo il valore astrologico della relazione positiva tra Sole e Venere. Per il trigono dovremmo attribuire un valore legato alla congiunzione Giove Saturno.  Insomma io sono per l'evoluzione e per la ridefinizione di nozioni provenienti dal passato per renderle migliori, più funzionali ed efficaci. Insomma il mio intento è quello della revisione di tutto. 

In fin dei conti, pensare che tutto sia preciso ed efficace così com'è senza pensare che si possa migliorare, per me significherebbe accontentarsi. E io non mi accontento mai. Chi si accontenta gode, ma chi non si accontenta... evolve. 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

CONSIGLIO PER CHI STA COMINCIANDO A STUDIARE ASTROLOGIA. 
Esistono diversi siti che permettono di calcolare online il proprio tema natale. Tra di essi c'è astro.com che permette di calcolare anche grafici di altro tipo.
Però presenta un grande e grave difetto: gli aspetti tra i pianeti sono davvero esagerati. Per fare un esempio, mentre l'aspetto di quadratura dovrebbe essere massimo di sei gradi, astro.com calcola quadratura anche fino a 10 gradi! Qualcosa di totalmente inconcepibile e assurdo. Perciò io consiglierei di non considerare affatto gli aspetti tra i pianeti. Però esiste la possibilità di restringere le orbite a proprio piacimento. Esiste un'impostazione che permette di restringere o allargare le orbite degli aspetti. Io per esempio applico sempre un 65% e non mi calcola più quadrature, trigoni sestili che in realtà non esistono. Questo significa che ogni aspetto potrà avere un'ampiezza massima di 6,5 gradi d'orbita. Un trigono che ne richiede 8, per esempio non sarebbe segnato. Così come un'opposizione. In questo caso nel grafico non comparirebbe un aspetto che invece esiste. Perciò sarebbe sempre meglio disporre di un programma che consenta di settare le orbite a proprio piacimento e di decidere quanto assegnare al trigono, quanto alla quadratura etc. etc.. Astro.com, perciò, si rivela totalmente inutile per calcolare gli aspetti tra i pianeti. È molto importante quel che vi sto dicendo perché chiunque stia cominciando a studiare astrologia e cerca online i grafici di personaggi famosi potrebbe vedere un grafico completamente fuorviante per via delle orbite totalmente sballate. Se utilizzate grafici errati è più facile fare osservazioni errate e farsi idee totalmente sbagliate dei casi analizzati. Conosco astrologi o simpatizzanti tali che non si sono accorti di questo problema e perciò leggono grafici errati senza saperlo. Un piccolo consiglio per un grandissimo aiuto. Spero di esser stato utile! Un abbraccio a tutti.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, il transito del sole opposto al sole si può considerare come una luna piena? Nel senso può dare un Qualche svolta?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

I transiti del Sole, Luna, Mercurio, Venere valgono quasi zero. Sono assolutamente ininfluenti.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Infatti a me vien da sorridere quando leggo alcuni colleghi che scrivono del transito della Luna. Magari riscuotono grandi consensi dal pubblico, ma raccontano bugie. I transiti di quegli astri sono impercettibili è il loro influsso ha senso solo nell'insieme della massa degli aspetti più importanti. Ma addirittura sentirne l'effetto è un'esagerazione colossale.

Anonimo ha detto...

Giuseppe, sono oroscopi giornalieri quelli che fanno e più che dire la posizione della luna cosa possono fare?
Io li capisco e anche con i settimanali è la stessa storia, forse quelli mensili sono più "accurati" in quanto bene o male si basano sulle rivoluzioni lunari (e già qui c'è molto da dire) comunque anche Marte (anche se il più delle volte attiva gli eventi) mi sento di includerlo nella tua lista, in quanto è un pianeta veloce alla pari degli altri.
Dal mio punto di vista vanno considerate soltanto le case nelle rivoluzioni lunari, con tutti i pianeti in esse contenuti.
Per esempio i vari stellium di pianeti veloci in una determinata casa hanno il potenziale di far accadere qualcosa in concomitanza come hai detto tu dei transiti dei pianeti lenti rispetto alle posioni dei pianeti nel tema natale.
Poi volevo chiederti un tuo parere sugli archi solari (se non sbaglio direzioni secondarie) se hanno una certa rilevanza o meno nella previsione degli eventi.
Per esempio:
Di nascita ho Giove nella quinta casa e nell'arco solare si è spostato in sesta casa, in quel momento si congiunge Urano al mio Giove natale, solo che si è spostato nella sesta casa.
Quel Giove avrà il peso della quinta o della sesta casa?
Grazie per l'attenzione e nel mentre se ci può consigliare un software gratuito di astrologia in sostituzione ad astro.com

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Devo dire che su questo argomento mi son fidato molto di Ciro Discepolo. Lui ha studiato l'argomento per anni concludendo che non funzionano. Ha anche pubblicato un libro sull'argomento, dove spiega come si effettuano i calcoli. Nelle direzioni secondarie e primarie, non ha trovato conferma. Nelle RS sì, tuttavia dovendo rettificare certe regole. Io non ho fatto grandi sperimentazioni. Imparai il calcolo, provai e non trovai corrispondenza. Lo stesso per l'Hyleg e calcoli sulla morte che in verità forniscono risultati troppo approssimativi. Una volta volli metter alla prova un giovane astrologo di cui non ricordo il nome, praticante di astrologia classica. Lo feci contattare dalla mia ragazza per due o tre volte su argomenti diversi. Siccome non sono un grande esperto di astrologia classica volli mettere alla prova uno che i calcoli probabilmente li sa fare meglio di me. Così decisi di dare i dati di nascita di una persona cara ancora in vita dicendo che si trattava di una persona che era morta. Quindi doveva indovinare la data della morte di questa persona. Se il sistema di calcolo fosse stato veramente efficace allora l'astrologo avrebbe detto che la persona in questione doveva ancora terminare i suoi giorni. Invece disse che la persona era morta molto giovane ma non ricordo ora quale fu la data che individuò. Il mio desiderio di metterlo alla prova dipendeva proprio dal fatto che esaltava la grandezza di questo metodo. Da quel momento non mi interessai più dell'astrologia classica e lasciai perdere tutti i sistemi di calcolo di quella branca. Ne rimasi assai deluso. Ora non ho ben capito se lei si riferisce alle direzioni. Ma credo si tratti sempre di astrologia classica. Ora non so se questo giovane astrologo assai popolare avesse sbagliato per tre volte responso solo con me; ma sta di fatto che oggi sono estremamente diffidente nei confronti di questa branca. Purtroppo mi fido solo di Discepolo perché è l'unico che propone un sistema che non mi fa fare brutta figura coi consultanti.

Anonimo ha detto...

Buonasera, le volevo chiedere, ho dei problemi di salute, può bastare mettere giove in sesta di rs per proteggerla o magari meglio ancora per risolverli?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Mettere Giove in sesta aumenta le probabilità di incontrare durante l'anno le possibilità di difendersi meglio da eventuali problemi di salute e aiuta a risolverli ma non è detto definitivamente. Ovviamente non bisogna mettere alcun pianeta in prima o dodicesima casa perché altrimenti l'effetto di Giove non potrà mai essere esplosivo.

Anonimo ha detto...

Grazie infinite