DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 13 dicembre 2017

Saturno in Capricorno


Tra il 19 e il 20 dicembre Saturno entrerà nel segno del Capricorno.  Come possiamo leggere questa cosa sul piano degli eventi a livello mondiale?
Cercherò di essere sintetico. 

Saturno è il pianeta del Capricorno e perciò si esprime in armonia con le caratteristiche del segno. Potremmo dire che sono analoghi. 

La prima cosa da fare è quella di associare il significato di questa configurazione all'indice ciclico planetario di André Barbault. Lo scienziato (per me è tale) ha dimostrato che esistono periodi storici più pesanti di altri e che ciò avviene incorrispondenza di particolari configurazioni astrologiche: quando i pianeti lenti si avvicinano tra loro abbiamo periodi storici di depressione. Quando invece il loro percorso li porta a separarsi, allora viviamo periodi più rosei. 

Abbiamo Giove in Scorpione, Saturno sta per entrare in Capricorno, Plutone è in Capricorno, quindi abbiamo tre pianeti che si stanno avvicinando molto tra di loro. Il che mette in evidenza il fatto che stiamo vivendo una depressione della curva dell'indice ciclico planetario (come mostra il grafico). Il che equivale a dire che stiamo andando incontro a un periodo storico sempre più nero e che terminerà attorno al 2021. Dopo questa data avremo 10 anni di risalita. 

Ora cosa dobbiamo aspettarci?

Saturno in Capricorono (in funzione di quanto detto sopra) indica:
1)la società in generale vivrà un maggiore sviluppo del pensiero scientifico e conseguente maggiore attrazione verso tematiche più rigorose e meno spirituali;
2)un ulteriore abbassamento della componente emotiva in funzione di regole logiche e dure;
3)maggiore attrazione per un'astrologia "scientifica" e meno esoterica;
4)maggiore bisogno di pragmatismo;
5)maggiori lotte per la supremazia;
6)maggiori atti di crudeltà;
7)successi o fallimenti edilizi;
8)maggiore cinismo e intransigenza;
9)comparsa di opere artistiche, letterarie, etc. di estrema saggezza;
10)maggiori investimenti per la difesa;
11)Maggiore ricerca scientifica in campo di "prudenza", "prevenzione". 
12)maggiore interesse verso gli studi scientifici e verso il pensiero speculativo
13)maggiore impegno per migliorare la qualità della vita degli anziani
14)maggior calo delle nascite.

La parola "austerità" contraddistinguerà i prossimi anni, soprattutto dai primi del dicembre 2019, quando nel Capricorno avremo anche Giove. 

Dal punto di vista individuale non possiamo stabilire in anticipo come tale transito possa influire. Non possiamo fare un'oroscopo generico sui 12 segni zodiacali per vedere come ognuno reagirebbe a questo transito. Questo perché l'oroscopo è solo un gioco. Le analisi sul peso di questo Saturno a livello collettivo si verificano con l'astrologia mondiale come abbiamo visto poco fa. Ma per valutare cosa succederà a livello individuale occorre l'astrologia individuale. Ovviamente.

Quindi suggerirei di non lasciarsi impressionare da fantomatiche spiegazioni oroscopiche, perché sono solo un gioco a cui non dare importanza. 

Tra l'altro noi sappiamo che un transito anche se dissonante può agire positivamente e perciò non ha molto senso stabilire quali sono i segni che in questo periodo storico si trovano in angolo armonico o disarmonico rispetto a questo passaggio planetario. Per esempio i segni che vivranno maggiormente la dissonanza di Saturno sono il Cancro, l'Ariete e la Bilancia. Ma non è vero che questi segni saranno quelli maggiormente penalizzati. Non possiamo sapere quali saranno i segni maggiormente penalizzati da questo transito, proprio perché è una cosa che non si può vedere con l'astrologia (quella seria).

Non dobbiamo mai parlare di segni più fortunati o sfortunati dell'anno. Quello è un gioco di chi fa gli oroscopi. Non è vera astrologia. Possiamo solo dire se per quel  soggetto specifico (e non per tutti quelli nati sotto un determinato segno) il transito agirà positivamente o negativamente, costruttivamente o distruttivamente. Ogni soggetto, infatti non è solo contrassegnato dal proprio segno zodiacale, ma da mille altri fattori astrologici. Perciò, bisogna considerare il soggetto nella sua totalità e non tutta la categoria di soggetti nati sotto lo stesso segno. 

L'astrologia si fa sulle grandi masse o sul singolo individuo. 
Però se volessimo fare l'astrologia spicciola per ingannare il pubblico, direi che Saturno potrebbe essere un po' più negativo per chi appartiene al Capricorno stesso, all'Ariete, alla Bilancia, al Cancro, e un po' più positivo e costruttivo per chi è della Vergine, del Toro, dello Scorpione e dei Pesci. Ma come dicevo prima, non bisogna prendere mai per vere analisi del genere. Il passaggio di Saturno sul mio Sole, generalmente considerato negativo, per esempio a me ha portato l'esatto opposto. Quindi non abbiate fiducia in quel genere di oroscopi.

21 commenti:

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per piesse consulting: se ha delle domande da pormi le chiedo la gentilezza di non citarmi i siti da cui trae informazioni, soprattutto se sono siti di gentaglia con cui non voglio avere a che fare mai più in vita mia.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Non mi giudichi esagerato se per me quel sito corrisponde a citare in causa Satana in persona. Per il resto sono disponibile a rispondere a qualsiasi sua domanda. Però evitiamo di citare in causa altre persone, altri astrologi, veri o sedicenti tali. Grazie e scusi.

Margot ha detto...

Ciao Doc, sono Flo 26264 10,45 Va, se andassi a Tokio per la mia prossima rsm che NW penseresti? Vorrei andare a New York ma la vedo brutta. Grazie, un abbraccio. Sei sempre una bella "mente".

Anonimo ha detto...

ho notato che nell'astrologia degli oroscopi è stata data molta più importanza a questo saturno in capricorno per tutti e dodici i segni e anche per lo scorpione si fa poco riferimento a giove.
Come si spiega?
Che sia un modo paraculo per evitarsi le solite lamentele dovute al suo passaggio nel segno?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per anonimo: ognuno si fa gli oroscopi come vuole e quindi non saprei come mai sta volta l'interesse di tutti è per Saturno. Credo possa trattarsi di una questione di moda. Ma potrebbe essere pure come dice lei.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ciao Margot. Lascia il tuo cellulare alla mia email e ti richiamo io. Alle richieste di consulenza ora rispondo solo telefonicamente.

Unknown ha detto...

Salve sig.Galeota, volevo chiederle: visto che il 18 ci sara' la luna nuova con una particolare disposizione planetaria,più' l'entrata di Saturno in capricorno tra il 19 e 20, segue il 21 il solstizio d'inverno; possiamo dire che il solstizio quest'anno aprirà' ad un grande cambiamento e sara' più' importante del solito?

alessio tammari ha detto...

A proposito di negatività a livello mondiale, le segnalo che il Sole sta entrando in una fase di bassissima attività'e quando ciò' accade il clima raffredda, ed aumentano terremoti ed eruzioni vulcaniche.Si verificano cosi epidemie e carestie, con aumento delle guerre per accaparrarsi le risorse rimaste.Il discorso fila, non le pare?,In ultimo ci sarebbe una correlazione tra come si dispongono i pianeti nel Sistema Solare e la modulazione dell'attività della nostra stella.Saluti.Si ricordi di rispondere alla domanda sotto.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Gentile Alessio La ringrazio per il suo prezioso intervento.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

In linea di massima potrebbe essere come dice lei, ma non mi sono specializzato in astrologia mondiale e quindi non potrei essere veramente obiettivo nel darle una risposta. Sono scettico circa il fatto che possa esservi influenza astrologica a causa di un nuovo ciclo lunare che è contemporaneamente corrisponde con il solstizio d'inverno. Ma a dire il vero Io sono scettico rispetto a qualsiasi cosa nuova fino a quando non la Verifico e non la sperimento. E naturalmente non mi fido categoricamente di nessun autore. Quel che posso dire, è che se per davvero c'entrasse qualcosa il ciclo lunare nelle dinamiche della società, Allora Andre Barbault ( che il più grande astrologo al mondo relativamente a questa branca di astrologia) ne avrebbe parlato. E onestamente non mi risulta che lui parli di qualcosa di questo tipo nei suoi libri. Tuttavia è anche vero che soltanto da poco tempo mi sto interessando ai fenomeni di astrologia mondiale perché gli argomenti che hanno catturato maggiormente la mia attenzione sono stati altri. Perciò non vorrei fare la figura di chi applica qualsiasi cosa legge sui manuali senza cognizione di causa. Pertanto, relativamente a questo suo quesito, il mio parere vale pochissimo perché non ho sufficiente esperienza sulle regole veramente funzionanti dell'astrologia mondiale.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

In linea di massima potrebbe essere come dice lei, ma non mi sono specializzato in astrologia mondiale e quindi non potrei essere veramente obiettivo nel darle una risposta. Sono scettico circa il fatto che possa esservi influenza astrologica a causa di un nuovo ciclo lunare che è contemporaneamente corrisponde con il solstizio d'inverno. Ma a dire il vero Io sono scettico rispetto a qualsiasi cosa nuova fino a quando non la Verifico e non la sperimento. E naturalmente non mi fido categoricamente di nessun autore. Quel che posso dire, è che se per davvero c'entrasse qualcosa il ciclo lunare nelle dinamiche della società, Allora Andre Barbault ( che il più grande astrologo al mondo relativamente a questa branca di astrologia) ne avrebbe parlato. E onestamente non mi risulta che lui parli di qualcosa di questo tipo nei suoi libri. Tuttavia è anche vero che soltanto da poco tempo mi sto interessando ai fenomeni di astrologia mondiale perché gli argomenti che hanno catturato maggiormente la mia attenzione sono stati altri. Perciò non vorrei fare la figura di chi applica qualsiasi cosa legge sui manuali senza cognizione di causa. Pertanto, relativamente a questo suo quesito, il mio parere vale pochissimo perché non ho sufficiente esperienza sulle regole veramente funzionanti dell'astrologia mondiale.

Anonimo ha detto...

Una volta di notte dormivi, che cosa ti sta succedendo, sei ansioso?

Satana

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

No Maurizio Tonino astromauh, semplicemente sono in viaggio per la mia rivoluzione solare. Ti piacerebbe fossi in ansia per te? HAHAHAHAHA. Forse sei tu che non riesco a dormire per le figure patetiche che continui a fare??? Hahahaha

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Questo alle 4 mi scrive!!!! Hahaha sta pensando a me!!!! Hahaha che pazzooooo!!! Hahaha

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Volentieri pubblico l'intervento di R.O.

"Caro Al Rami,

Innanzitutto voglio esprimerti i miei migliori auguri di compleanno, che se non sbaglio cade domani.

Per chi s’interessa di astrologia, soprattutto attiva, questo è il momento più importante dell’anno.


Proprio in questi istanti Saturno sta transitando nel Capricorno, dove andrà a fare compagnia a Plutone, già nel segno dal fatidico 2008.

Nel Marzo 2020 avremo il punto di minimo della curva di André Barbault sui ritmi dell’astrologia mondiale, dato che arriverà anche Giove (e Marte).

Difficile sapere quello che accadrà, ma Saturno può essere anche visto come il pianeta che “taglia i rami secchi”, che fa cadere progetti ormai superati, illusori, le fantasie spintesi un po’ troppo in là, richiamando all’ordine di una realtà necessitante rigore, fermezza, logica, e anche un po’ di intransigenza e durezza.

Nel ciclo precedente Saturno in Capricono si congiunse con Urano e Nettuno nel segno (1988). Cosa portò? Il colossale “taglio” di quel ramo secco che era il sistema sovietico, ormai un relitto della storia, che fortunatamente implose su se stesso invece di deflagrare in una esplosione planetaria.

Urano e Nettuno però sono molto più benevoli di Plutone. Con Plutone coinvolto, il “taglio” potrebbe non essere così semplice. Ci sono molte illusioni e progetti fallimentari nel mondo di oggi, almeno dal mio punto di vista di osservatore della politica internazionale. Ci sono molti punti critici: il sistema economico mondiale è in una modalità a dir poco “sperimentale” a partire dal dopo-2008 (cioè per l’appunto da quando Plutone è arrivato in Capricorno), l’ecosistema planetario non se la passa bene affatto, stanno emergendo dubbi sulla sostenibilità di una popolazione umana di queste dimensioni e degli schemi politici che dovrebbero in qualche modo governarla, ma non ci riescono. Plutone potrebbe aggiungere alla correzione-razionalizzazione saturniana un certa dose di sadismo e altre qualità scorpioniche.

L’ultima congiunzione Saturno-Plutone in Capricorno (correggimi se sbaglio) avvenne nel fatidico 1517, anno in cui Lutero avviò la sua Riforma protestante, con un impatto sconvolgente sulla storia europea e mondiale. La Riforma ha a mio avviso molte qualità sia saturnine, sia scorpioniche.

Spero che queste mie riflessioni siano plausibili."

Meglio di quanto avrei potuto fare io.

Anonimo ha detto...

Niente Al Rami, se non dovessero uscire altri articoli entro la fine dell'anno io gli auguri te li faccio adesso e qui.
Buon Natale in famiglia e buon nuovo ciclo solare!
Volevo chiederti un ultima domanda annuale giusto per concludere in bellezza...
Ho eretto un grafico di rivoluzione solare. Devo usare quello per le previsioni annuali lasciando perdere il tema natale e basare le rivoluzioni lunari su quest'ultimo?
Grazie e vedi di non mangiare troppo!

Anonimo ha detto...

Auguri di buon compleanno e buona rivoluzione!
-RN

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Grazie per gli auguri di compleanno! Non so se riesco a pubblicare qualche altro articolo, ho molte consulenze da sbrigare..
La RS va letta in funzione del TN e la RL va letta in funzione della RS.
Così faccio io. Ovviamente non è un dogma, però credo che la cosa sia funzionale ed efficacese fatta in questo modo.

alessio tammari ha detto...

A proposito di consulenze, se la sentirebbe di provare a prevedere, magari a grandi linee come sara' l'inverno meteorologico?Sul libro Astrologia Mondiale ho visto che a diverse disposizioni planetarie corrispondono diversi periodi di aumento o diminuzione di eventi meteo estremi(ondate di gelo, uragani, siccita'feroci).Ne approfitto per farle gli auguri di buon compleanno e buon Natale.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Grazie di cuore! In realtà ciò che mi chiede è una cosa molto difficile perché quando si parla di clima si deve tener presente che le cose cambiano da un luogo all'altro della Terra. Dove da una parte c'è siccità, dall'altra potrebbe esserci una grande inondazione. Un lavoro di questo tipo dovrebbe prima di tutto esigere lo studio di tantissimi casi per poi fare le opportune verifiche. Significherebbe studiare qualche anno per poi cimentarsi in qualche previsione. Io ammetto la mia ignoranza in questo campo e cimentarmi così, alla cieca, partendo dal nulla, non credo sarebbe opportuno.
Per cui devo declinare il suo invito; ma devo ammettere che l'argomenti mi piace veramente tanto e prima o poi ci metterò il naso. Grazie e ricambio gli auguri per le festività natalizie.

Anonimo ha detto...

Astromauh sta svalvolando.....