DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

giovedì 13 settembre 2012

Il valore dei segni zodiacali per definire i problemi psicologici


Quest'oggi un blog breve ma spero interessante. Perdonerete, spero, questa mia estrema sinteticità ma come sapete sono molto impegnato. Tra l'altro, proprio in questi giorni ho ricevuto le copie del mio romanzo intitolato "Non sarà una bolla di sapone"

Ciao Al Rami e ciao all'amica autrice del bel quesito di cui al post in questione. 
Vorrei fare alcune piccole domande/osservazioni in merito alle posizioni astrali indicate: Nettuno all'Asc., quadrato alla Luna ed opposto ad Urano. 
La nostra amica dichiara di non avere disturbi di tipo psicologico e tu, giustamente, osservi - detta in breve - che sovente questi si presentano all’insaputa del soggetto stesso. Ciò posto, mi chiedo, non conoscendo i dati di nascita della nostra amica, omessi per ovvie ragioni, quali siano le caratteristiche delle posizioni astrali. Mi spiego. Se l'Asc. e la Luna si congiungono in un segno quale, ad esempio, lo Scorpione o il Capricorno, è possibile che l'aspetto predominante sia quello aggressivo e non quello depressivo che potremmo, invece, avere nel caso venisse interessato un segno un po’ più sensibile, ad es. Cancro? Questo potrebbe già fare la differenza? Inoltre, l’aspetto Urano Nettuno, potrebbe manifestarsi più con una accentuata (addirittura eccessiva) sensibilità verso le cose dello spirito? Anche Luna Nettuno non è detto che si manifesti in modo molto diverso da una insofferenza accentuata più che da un nevrosi/psicosi? In conclusione, potrebbero gli aspetti sopra descritti manifestarsi più in modo estrovertito che introvertito, magari scaricandosi verso l’esterno con atteggiamenti forse un po' bruschi piuttosto che sensibili? 
Scusa l’ingenuità delle domande, ma anch’io ho degli aspetti “problematici” che mi sembra si manifestino nel modo da me descritto.

Ciao e buon lavoro. Marcelloviv.


Le tue domande non sono affatto ingenue. Esistono precise posizioni per descrivere le reazioni di tipo brusco (Come per esempio le dissonanze Luna-Marte o Mercurio-Urano) ma possiamo affermare che la natura del segno in cui sono coinvolti i pianeti, certamente influisce a delimitare un profilo ancora più preciso. 
Osserva il grafico. Notiamo la Luna nel capricorno; dunque una malinconica e non estroversa. Nettuno dominante; dunque forte. Le regole base per definire un carattere debole sono: Un potente inconscio (Nettuno molto stimolato) e l'Io devitalizzato (Sole leso o isolato). In questo caso abbiamo un potentissimo aspetto del Sole: una congiunzione con Plutone che porta a forza decisionale, io possente. Ecco che le chimere e le paure sono contrastate da questa congiunzione e pertanto i problemi psicologici si riferiscono ad altro. La spiritualità è una componente senz'altro nettuniana: unitamente alla Luna molto sovente produce artisti ispirati. Quando abbiamo invece le dissonanze tra questi due corpi celesti, continuiamo ad avere le stesse caratteristiche ma con tutti i problemi che ne possono derivare, come per esempio il distacco dalla realtà. In un primo momento tali posizioni possono essere state sopite dalle circostanze della vita; ma è possibile che con precisi transiti possano scatenarsi in maniera dirompente proprio come accennato nell'articolo precedente. Inoltre bisogna considerare pure questa cosa: molto spesso ci dimentichiamo del passato e non prendiamo in considerazione per esempio di un'infanzia o una giovinezza in cui abbiamo per esempio fatto uso di antidepressivi, (per un lungo o breve periodo  indifferente) oppure che abbiamo fatto ricorso allo psicologo. Sicuramente sono elementi che bisogna prendere in considerazione e ripeto, solamente andando a fondo nella vita del consultante possono venire fuori con chiarezza. 

4 commenti:

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Non per cedere ad alcune sciocche provocazioni, ma perché ritengo che bisogna essere chiari e onesti coi propri lettori, ecco alcune spiegazioni aggiuntive.

Chiunque studia astrologia deve avere un minimo di formazione in psicologia perché la nostra materia si occupa proprio delle vicende umane ed abbraccia diversi ambiti compreso pure quello della salute. In quanto tale, grazie ad esperienza e verifica, è possibile stabilire, senza che ciò possa significare una diagnosi, dicevo è possibile stabilire le predisposizioni del soggetto. Poi naturalmente ci penserà lo psicologo competente a definire con precisione a quale disturbo specifico corrisponde lo stato del soggetto. Noi, attraverso l'astrologia possiamo individuare una tendenza, ciò senza sconfinare nell'abuso della professione, così come è possibile parlare per esempio di predisposizione alle relazioni senza bisogno di essere sociologi, o parlare di professione adatta al soggetto senza il bisogno di essere laureati in risorse umane. Ma penso non ci voglia una laurea in astrofisica per comprendere queste banalità e pertanto, le considerazioni che possono essere fatte da chi critica, risultano, a mio parere, solo chiacchiere sterili, facilmente attendibili da un certo tipo di persone.

L'astrologia GIUDIZIARIA si occupa proprio di questo: emettere giudizi. E' insito nella disciplina stessa i fatto di fare una serie di asserzioni basandosi sul frutto dell'esperienza e naturalmente andando a studiare il campo che si desidera analizzare. A meno che non si voglia abbracciare un altro tipo di astrologia come quella di chi non fa previsioni, né consulti e che quindi non ha le "palle" per esporsi pubblicamente, anche con lo scopo di dimostrare prima di tutto A SE STESSO, il funzionamento della propria disciplina. In questo caso non ha senso parlare di predisposizioni psicologiche, lavorative o di altro genere.

Passiamo alla questione legata alla privacy. Un grafico astrologico che non contenga dati anagrafici può garantire la privacy del soggetto? Secondo me si. Infatti non è possibile risalire con precisione a tutti i dati, ma solo approssimativamente. Già un'altra volta fu esposta la stessa critica e per dimostrare che era possibile risalire ai dati fu pubblicato il relativo grafico da un sedicente astrologo. Ma il grafico era SBAGLIATO. Inoltre, nel caso in cui fosse possibile giungere a dati precisi, occorrerebbe solo un astrologo per scovarli ed eventualmente divulgarli. Pertanto la privacy sarebbe violata solo se il lettore esperto di astrologia andasse a calcolare il grafico. Quindi avremmo solo una potenziale violazione a una specifica categoria. Fortunatamente non è possibile giungere ai precisi dati di nascita e quindi non vi è alcun rischio.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Cme ho scritto precedentemente, i rapporti sono irrimediabilmente compromessi per aspettarsi un dialogo; l'ho scritto chiaramente nel mio articolo precedente. Da parte mia c'è il rifiuto assoluto al dialogo con chi in passato ha dato dimostrazioni non compatibili col mio modo d'essere e di concepire l'onestà morale e intellettuale. Preferisco piuttosto andare per la mia strada affermando quel che reputo sia giusto indipendentemente dal fatto che ci sia un saputello capace di fare calcoli matematici. Che poi l'astrologia non è solo matematica... Ma questo non lo diciamo perchè potrebbe rivelarsi un trauma per taluni...

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Perchè affermo che non è possibile giungere ai reali dati di nascita di un qualsiasi soggetto attraverso la lettura di un grafico? Semplicissimo: se io erigo il grafico astrologico utilizzando coordinate approssimative che non si discostano enormemente dal grafico originale, ma che comunque lo variano quel che basta, allora sarà impossibile risalire ai reali dati. Come fare per sapere se il grafico è stato eretto considerando il reale luogo e il reale orario di nascita del soggetto? Non si può sapere. La privacy non è violata e i sedicenti astrologi che lo pensano, sono sconfitti violentemente.

marcelloviv ha detto...

Ciao Al Rami, innanzitutto in bocca al lupo per il libro di imminente uscita, ti auguro sinceramente un bel successo editoriale (seguito dalla pubblicazione, magari, di un tuo testo sull'Astrologia Attiva).
In seconda istanza, vorrei porti un quesito sulla "portata" delle Rivoluzioni Solari interpretate secondo il metodo Discepolo. Premetto - ma si era probabilmente già capito dal tenore dei miei precedenti post, che anch'io, pur se nel mio piccolo, seguo in materia gli insegnamenti di detto Maestro. Inutile dire che in occasione di avvenimenti purtroppo gravi e di notevole portata (morte di mia madre, successivamente di mio padre) le posizioni della Rs erano così palesi che vi è davvero poco da commentare. Lo stesso si è verificato in altre occasioni, relativamente alle Rs da me stilate per amici e conoscenti. Il problema, invece, si pone nelle ipotesi in cui, pur in presenza di posizioni astrali particolarmente significative, non vengono a verificarsi eventi eclatanti (per fortuna). E' pur vero che gli avvenimenti dell'anno considerato assumono delle sfumature dettate dalla Rs, ma non così evidenti da poter dire "ecco, l'avevo previsto". Un esempio su tutti: la mia Rs per l'anno scorso, prevedeva un Asc. di Rs in 7° Rdx: arrivo di carta bollata e/o litigi con il partner. Nel mio caso, a parte una contravvenzione al codice della strada - mai capitatomi prima pur nel corso di tanti anni di guida - e le normali discussioni che possono verificarsi in un contesto familiare, nulla di serio. Ho anche pensato ad un buon effetto protettivo derivante da Venere in 12° che può aver fatto il suo. Dove voglio arrivare: in caso di consulti ad amici e conoscenti, è meglio palesare i significati più ricorrenti dettati dalle posizioni della Rs dell'anno o è meglio restare un po' più sul generico. Nell'ipotesi sopra ricordata, avrei ad un ipotetico consultante - rammento che la Rs era la mia - sicuramente parlato di litigi in famiglia o di problemi con la legge, più o meno seri, non certo di una contravvenzione al codice della strada. Cosa fare? cosa mi consigli dall'alto della tua esperienza? da Astrologo (tu) ad astrologo (io).

Ciao.

P.S. naturalmente mi sono soffermato solo su di un singolo aspetto della Rs 2001, il discorso potrebbe valere per altre posizioni e per la Rs di chiunque.