DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 22 maggio 2019

Pamela Prati e Mark Caltagirone.



L'altro giorno un "astrologo" di quelli che leggono le carte sui siti 144 è intervenuto a scrivermi a proposito della mia previsione su Pamela Prati, dicendo che non so interpretare i transiti. Per lui, quella è stata una critica costruttiva, ed ammesso che lo fosse, non mi è sembrato che volesse aiutarmi, quando invece sembrava solo volesse vantarsi delle sue "abilità". Tra l'altro non si è curato di chiedermi se fossi interessato alla sua opinione. Mi ha scritto però solo in privato perché a suo dire non voleva mettermi in difficoltà; ma dava già per scontato che io fossi da correggere. E invece a ben guardare il modo di procedere nelle analisi, le sue spiegazioni mi sono sembrate molto banali, esattamente come quelle di tanti altri. In pratica si è limitato a cercare le posizioni astrologiche che secondo lui meglio corrispondono ai fatti che sono deducibili da tutto quello che abbiamo visto in tv e letto sui giornali e sui siti web a proposito del "Pamelagate". Ciò non costituisce una previsione, ma una semplice constatazione, sulla base della sua personale opinione che i transiti descrivano in maniera pedissequa un qualsiasi fatto. Una tale ingenuità è indice chiaro di scarsa consapevolezza di quali sono i limiti dell'astrologia. Un astrologo che ancora non ha compreso che certe volte i transiti agiscono per l'opposto di ciò che si immagina, non ha abastanza esperienza, non è critico e si illude. Ma vuole insegnarmi qualcosa...

La mia previsione riguarda il fatto che sebbene sia certo che Mark Caltagirone non esiste, non è da escludere che un affetto ci sia stato realmente (con chi non lo so); ma questa notizia di un matrimonio imminente credo sia da attribuire all'ingenuità della signora Prati che avrebbe "venduto la pelle dell'orso prima di averlo preso". Ne sono quasi certo, tant'è che se questo amore non fosse ancora nato, allora uno nuovo nascerebbe entro il prossimo compleanno della show-girl. Tutti pensano che la carriera dell'artista possa finire a causa di questa situazione e invece penso esattamente il contrario per numerosi motivi che a tempo debito spiegherò.

Inoltre, alla mia frase che non sono sicuro dell'orario di nascita della nota show girl, questo sedicente studioso di astrologia ha detto che invece devo fidarmi perché sul sito di astro.com è segnato con una doppia A che corrisponde a quei casi in cui è affidabile. Non sa che certe volte l'orario proveniente dall'estratto anagrafico può essere sbagliato anche di molto. In genere è approssimato di 10 o 15 minuti per eccesso o difetto: i medici, l'ostetrica non sempre stanno con il "cronometro" in mano per segnare con precisione assoluta l'orario di nascita. L'affidabilità che possiamo dare a certi dati, perciò, è sempre provvisoria e pertanto occorre rimanere con un minimo di beneficio del dubbio. La certezza sull'orario di nascita si ottiene solo attraverso una serie di esperimenti di cui, evidentemente, questo "collega" è all'oscuro. Tra l'altro la mia previsione fatta ad Alessia Marcuzzi dimostra che, se forse non so leggere bene i transiti, so prevedere ugualmente i fatti che accadono. La domanda da porsi è questa: come mai i VIP si stanno rivolgendo a me? Evidentemente sarò bravino dato che tutto ciò avviene col passaparola senza che io mi faccia un minimo di pubblicità... Ciò che conta sono i fatti, non le chiacchiere di "colleghi" che si intromettono nel lavoro degli altri.

Sul mio libro di astrologia (che sarà disponibile a breve su Amazon) sono cose che spiego anche con esempi. Questo libro di astrologia non è per i miei colleghi perché non voglio fare come chi interviene in casa altrui per pontificare le proprie "verità". Non voglio assolutamente che anche altri possano approfittare delle mie conoscenze, e perciò consiglio questo mio lavoro solo e solamente a chi sta appena cominciando gli studi, o solo a quegli astrologi che ritengono di poter abbeverarsi delle mie conoscenze e diffonderle citando le fonti.

Un libro sul significato dei pianeti è stato già fatto, sul significato delle Case pure, sul significato dei Segni anche, sulle rivoluzioni solari lo stesso, sui Transiti anche. È stato scritto praticamente qualsiasi libro di astrologia ma secondo me manca un libro che parli di esperimenti in astrologia, che parli di tutti quei fenomeni psicologici che ingannano gli astrologi (compreso quel "astrologo" che dice che non so leggere i transiti, cioè che non so fare bene il mio mestiere). Ebbene, a questo sto provvedendo io. Un libro difficile solo per chi ha già un'infarinatura ma che allo stesso tempo non è plagiato da nessuna certezza... è un libro per psicologi che vogliono capire qualcosa dell'astrologia e per astrologi che vogliono veramente capire qualcosa della psicologia. "Nella mente dell'astrologo"...

Siccome il mio libro è troppo complesso (ma scorrevole), alla fine di ogni capitolo ho sintetizzato i punti più importanti. Ci sono anche alcuni capitoli sulla spiritualità che sicuramente faranno gola a molti. In radio una ascoltatrice provocatrice mi disse che sperava che non scrivessi mai di questo argomento e invece questo tema è presente anche nel secondo volume che uscirà qualche mese dopo il primo.

Studiare astrologicamente un caso psichiatrico partendo dalle radici psicologiche che hanno originato il problema è uno degli argomenti che sono stati trattati sul mio "Nella mente dell'astrologo". Siamo veramente agli sgoccioli!!!! 

Perché dovrebbe interessarvi il mio libro? Se non vi piacciono i dogmi e i luoghi comuni, se credete che la filosofia che costituisce il pensiero astrologico necessita di essere rivista, revisionata, allora è il libro che fa per voi. Tutti quelli che non hanno alcun motivo di riflettere sul metodo, che si trovano benissimo con quel che sanno, non hanno bisogno del mio libro e anzi sconsiglio vivamente di acquistarlo.


.......

.......
Un qualsiasi studioso di astrologia, che non abbia frequentato alcuna scuola di astrologia, che non abbia frequentato direttamente da un maestro noto al panorama astrologico nazionale o internazionale, è un sedicente astrologo. Sedicente significa che si definisce astrologo soltanto e solamente da sé. Anche offrendo le sue prestazioni presso qualche ente che ne riconosce un certo grado di competenza, parliamo pur sempre di astrologo sedicente, poiché non esiste alcun ente, tranne specifici maestri e specifiche scuole di astrologia, che può certificare la qualifica di chiunque si professi astrologo. Attenzione: non è detto che chi si autocertifica astrologo non sia bravo.

....
....
Non sono interessato a leggere ciò che altri astrologi o sedicenti astrologi pensano di questo caso e della mia previsione. Non voglio essere tempestato da messaggi di chi cerca a tutti i costi di convincermi delle sue ragioni.  Grazie.

Pamela Prati è vittima del catfish.
 

giovedì 25 aprile 2019

Psicologia, conflitti, forum astrologici



Una utente mi chiede se io voglia entrare o rientrare a far parte di un forum astrologico. Ecco cosa ne penso.

Scrivere su di un forum astrologico significa condividere le proprie idee con gli altri. Significa confrontarsi e a volte anche scontrarsi quando le posizioni sono rigide. Alle volte la rigidità nasce dall'esperienza, altre volte dal pregiudizio. Altre volte ancora nasce da una visione critica applicata all'esperienza. La questione della ciriticità è molto delicata e ne parlerò sul mio libro di astrologia di prossima pubblicazione. 

Qui vorrei spiegare cosa penso dei forum-free, dei gruppi astrologici di confronto sia su facebook e sia sul web  in generale. Ci sono dei pro e dei contro. Oggi vorrei parlare dei contro. 

Il problema fondamentale è la moderazione: se qualcuno sbaglia, nel migliore dei casi viene ammonito, nel peggiore viene espulso. Ma se sbaglia la moderazione? Ha sempre il coltello dalla parte del manico. 

Ora, chiunque entra in un sito in cui vi sia la moderazione, tacitamente si sottomette al giudizio, critico o acritico di chi modera. Io purtroppo non accordo a nessuno criticità di giudizio, nemmeno a me stesso, poiché le possibilità di fraintendere sono molte. Quei siti purtroppo mettono gli utenti nelle condizioni di essere valutati da soggetti che non sono né sceriffi, né psicologi, né detentori di verità morali assolute. Quindi l'utente viene valutato dai moderatori, ma nessuno può valutare i moderatori stessi. Io, con tutta onestà non accetto alcuna valutazione da chicchessia poiché non ritengo nessuno all'altezza di esprimere giudizi davvero critici e onesti su nessuno. Tant'è che anche io mi astengo dal giudicare qualcuno a meno che io stesso non sia giudicato.  

È spiacevole venire monitorati da qualcuno a proposito del proprio comportamento poiché si presuppone che ognuno abbia un minimo di capacità di autoregolarsi. La risposta a una certa situazione è soggettiva e nessuno deve avere il diritto di sindacare se la reazione è proporzionale a una certa offesa, poiché la reazione di ognuno è direttamente collegabile alla soggettività dei propri parametri valutativi. Ciò che per me può essere grave, per un altro non lo è affatto e viceversa. 

Come si fa? Ci si sottomette all'insindacabile gidizio di chi "comanda". Io purtroppo non mi sottometto a nessuno perché non reputo nessuno migliore di me in termini di correttezza, educazione, onestà intellettuale. E penso che sia così per tutti. Per carità, ognuno ha i suoi difetti e ognuno ha i suoi limiti nel riconoscerli. Ma chi giudica? Ognuno giudica sé stesso e gli altri in funzione dei propri personali parametri valutativi che non sono né la bibbia, né le tavole delle leggi, né il verbo di Dio in persona. Dunque esser giudicati significa sottomettersi all'opinione di chi modera. Perché di opinione si tratta. 

Inoltre c'è anche la questione che sui siti ci si protegge con nikname tali che se Tizio sbaglia, non si sa chi sia e non fa brutta figura. Se invece dovessi sbagliare io allora ne và della reputazione di una persona con un nome, cognome e con un volto concreto. Ora, la mia reputazione non può essere messa a repentaglio dall'opinione di chicchessia, da una sua svista, da un'errata interpetazione dei fatti, dai dogmatismi, piuttosto che dal pregiudizio o dalla vera e propria cattiveria. Dunque è meglio che un personaggio pubblico come me si astenga dal frequentare certi posti dove il primo che capita, e a cui potrei risultare antipatico, potrebbe creare qualsiasi pretesto, volente o nolente, per danneggiarmi, per umiliarmi, per sminuirmi.

Rimane la propria parola contro quella dello sceriffo che, proclamatosi tale, non può che valutare le cose secondo il proprio punto di vista, che spesso è diametralmente opposto a quello della parte lesa o citata in causa. Così può succedere che il moderatore vorrebbe espellere il soggetto in causa e quest'ultimo vorrebbe espellere i moderatori. Ma chi la vince? Chi ha il coltello dalla parte del manico, non chi ha ragione.

Perciò tutte queste persone con questi nomi strani, le varie imperatrici, morgane, nebulose, regine, principesse, streghette, gingertonik, sharmelcheik, rash e rush, jack, qui quo qua, champagne, ce la mettono tutta per fare le cose nel migliore dei modi, così come fan tutti i naviganti dotati di un minimo di senno; ma nonostante riconosca che ognuno di loro faccia il massimo per essere imparziale, io purtroppo mi rendo conto della fallibilità del giudizio umano e preferisco non sottopormi più al rischio di essere svalutato o umiliato. Anche perché poi faccio il diavolo a 4 con il mio moralismo per "punire" chi si è reso così "imprudente" e "impudente" da farmi un torto, a mio avviso ingiustificato.

Io mi ritengo abbastanza onesto e leale da non meritare alcun tipo di giudizio negativo su quel che scrivo, pur rendendomi conto di non essere perfetto e che molte volte posso sbagliare. Tuttavia se dovessi commettere qualche errore non sarebbe mai in cattiva fede e non permetto a nessuno di dubitare di ciò. Voglio dire che il sospetto è lecito, ci mancherebbe altro. Nessuno può avere fiducia cieca nel prossimo e pertanto non pretendo nemmeno che ne abbiano in me. Però non credo che alla gente piaccia che si dubiti di loro! È ovvio ma è spiacevole. Purtroppo esporsi conduce a questi rischi.

Mi piacerebbe molto essere benvoluto e rispettato da tutti, ma non è possibile. Perciò è meglio evitare di cacciarsi in luoghi dove si è soggetti alla moderazione o dove ci sono perfetti sconosciuti pronti a tormentarmi per qualsiasi motivo.
Ci sono alcuni che si costruiscono un'aura di spiritualità e che poi così spirituali non sono affatto. Ma occore anche specificare che non sono mai prevenuto nei confronti di nessuno e che perciò mi ci butto con grande ingenuità in certi siti. 

I forum sono microcosmi di cui si può fare benissimo a meno perché non rappresentano il solo laboratorio per la crescita, per lo sviluppo e la realizzazione di un astrologo. Anzi, per la maggior parte si tratta di luoghi dove condividere un semplice hobby. Dunque, alla ragazza che mi chiede cosa penso dei vari forum, facebook, rispondo: mai più!

Nel video una mia lezione di psicologia in TV.   

giovedì 11 aprile 2019

LEZIONI DI ASTROLOGIA 61: RISPOSTA A UN CANCRO



                                                            

Ricevo e pubblico volentieri:

Salve ho visto il suo video e l' ho salvato. Mi è stato utilissimo
davvero. Sto molto meglio, e mi sto molto più acettando di prima, perchè
mi sembra tutto molto positivo. Quando diceva che sto rialzandomi è
proprio quello che sto facendo ora, percepisco molta energia positiva da
questo momento, è proprio quello che mi dicono i miei amici tutti i
giorni: e cioè che sto facendo passi da gigante. E poi ti dico la verità
mi piace moltissimo la componente luna che ho. Per molte cose noi ci
capiamo :) tutto vero :) se io da piccolo misuravo le coseee ?? Da
piccolo avevo passioni per ogni cosa, ricordavo ogni piccolezza, facevo
il saggio di musica senza spartito ahaha. Avevo passioni forti, un
periodo che ero bambino pensa che mi piacevano i tubi ahahaha. Giocavo
anche con i tubi, ero molto curioso, giocavo anche con i componenti
elettrici con mio nonno. Lui era una testa buona e ha lavorato in una
raffineria costruendo un impianto di raffreddamento. Insomma da quel
punto di vista in famiglia un modo per andare avanti lo abbiamo sempre
trovato :) . Comunque tutto molto vero, sono un magazzino di
informazioni !!! anche nel mondo delle emozioni è così :) Mia mamma mi
dice sempre che ho un buon gusto per il bello, ed è vero :) A tavola
sempre quando mangiamo mi dice che sono un epicureo :) . Ho capito che
il problema non è l' astrologia, ma le mie convinzioni errate :) Mi è
stato molto di aiuto a capire questo :) !!! Capiterà forse ci si
risente, è una persona eccezionale :) Buona giornata, a presto !! 
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------