DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

martedì 8 febbraio 2011

Le previsioni astrologiche


Questo articolo nasce dopo una chiacchierata con un amico astrologo. Lui mi stava spiegando che non possiamo fare previsioni astrologiche perché tutti i metodi sono fallibili. Dalla sua esperienza emergeva che in alcuni casi gli eventi trovavano corrispondenza leggendo la RSM, altre volte la RSB, altre volte solo i transiti, altre volte solo le direzioni primarie, o le direzioni simboliche. Secondo lui, ogni caso va considerato nella sua unicità. Devo dire che la sua conclusione non mi ha convinto affatto anche se la rispetto: ognuno ha diritto a credere in quel che vuole soprattutto se gli porta risultati pratici e positivi.  
Istintivamente ho pensato che è ovvio vedere corrispondere ora un sistema di previsione e ora un altro. Infatti le nostre aspettative ci orientano a considerare quei grafici che meglio corrispondono agli eventi accaduti e a tralasciare quelli che sembrano non dare alcuna indicazione. Ma secondo me questa è un operazione sbagliata. Secondo la regola delle probabilità sarà ovvio che tra tutti i sistemi di previsione analizzati ce ne sarà almeno uno che sembra corrispondere più di altri.


 Ma la corrispondenza secondo me dipende dal fatto che vogliamo vedere solo quello che riteniamo più importante o che è importante per il consultante. Questa secondo me è un’operazione sbagliata   perché ci impedisce di riconoscere la proiezione e la rimozione. 

Io credo invece che ogni sistema contenga tutte le informazioni necessarie per fare una previsione, ma che ognuno debba seguire regole proprie. In sostanza io credo che le RSM siano infallibili se lette in un certo modo, e che siano per esempio infallibili anche le armoniche se lette in un modo completamente diverso, applicando delle regole specifiche, magari completamente contrastanti da quelle della tradizione.
Credo sia ovvio che ogni sistema di previsione sarà subordinato alle RSM; infatti è appurato che a località diversa corrispondono eventi diversi. Dunque altri sistemi di previsione ci fornirebbero altri dettagli importantissimi se relazionati alle indicazioni ottenute attraverso il grafico di RSM. Penso che potrebbero chiarire i dubbi su quei grafici che apparentemente sembrano non corrispondere ai fatti accaduti, quando abbiamo particolare difficoltà a leggerli. Ma ripeto che ciò dipende solo da un problema di aspettative, rimozione, proiezione e tante volte da un incapacità a comprendere pienamente le regole dell AA.  Analizzando il caso di Mourinho per esempio, ci saremmo aspettati posizioni di RS straordinarie come per esempio un ascendente di rivoluzione in 10^ casa. Ma questo ci avrebbe portato a commettere errori madornali. Infatti avremmo confuso i successi ottenuti sul lavoro, con l’andamento generale dell’anno che invece è stato pesante e difficile, senza considerare che alcuni dettagli della vita privata dell’allenatore non li conosciamo e non possiamo verificarli. In alcuni casi la RS preferisce mettere in evidenza i dettagli del lavoro attraverso posizioni di 10^, altre volte solo attraverso una venere nella 6^ casa opportunamente letta considerando i transiti.
                                                       

La tecnica di previsione denominata rivoluzione solare mirata, non è di facile lettura. Il maestro Ciro Discepolo (lo chiamo maestro nonostante più volte ci abbia esortato a farsi chiamare per nome) ci ha fornito delle regole veramente impressionanti. Ma applicarle non è sufficiente perché bisognerebbe vedere gli eventi in modo assolutamente neutro e imparziale. Questa operazione è difficilissima se non prendiamo in considerazione il meccanismo di difesa denominato PROIEZIONE. 

Ovviamente questo è il mio pensiero frutto della mia esperienza e questo articolo non vuole essere una risposta definitiva al problema delle previsioni. 

Nessun commento: