DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

domenica 20 novembre 2016

La torre di Babele


Qualsiasi cosa scriverò, sarà sempre interpretata male da chi vede il male in ogni cosa io faccia. Per questo è inutile qualsiasi mio tentativo di mostrare serietà e onestà o di denunciare chi invece è disonesto e si comporta in maniera scorretta. Consiglio la visione di questo mio video: 
CLICCA QUI.
Ognuno di noi ha una sua identità e ognuno cerca, per quanto gli sia possibile, di mostrarsi per quel che è veramente, cercando di offrire il meglio di sé. Per qualcuno il meglio di sé è solo l'offesa, sia ben chiaro. Il problema è quando ogni sforzo sembra produrre l'effetto inverso. Mi viene in mente il caso di Hitler: in un contesto della Germania nazista quello non era il mostro che tutti conosciamo a posteriori; ma era la figura carismatica osannata e celebrata di più. 

Voglio dire che la propria identità non è sempre chiara e la storia lo ha mostrato egregiamente. 

Poi ci sono i casi di disconferma e negazione di certi attributi. Cosa significa? Lo spieghiamo con una domanda.

Io vorrei chiedere a certe persone: come vi sentireste se ogni vostro tentativo di mostrare chi siete fosse sempre equivocato e interpretato all'esatto opposto? In questo modo nascono le psicosi e le nevrosi e per questo è pericoloso.

Il web, cari amici è il luogo peggiore per poter manifestare la propria identità perché vengono a mancare quei codici non verbali che fanno la differenza durante un'interscambio e che completerebbero il significato e il senso di ciò che si fa e si dice. 

L'identità è messa in pericolo, è messa in crisi dalla pluralità di voci del web che vivono nella dimensione della superficialità. Chi cerca un piccolo spazio per mostrarsi, per vivere la propria essenza e il proprio scopo, qui sul web viene a scontrarsi con la dura realtà: non c'è spazio per la verità, ma c'è spazio solo per le illusioni. 

Tuttavia questo induce a riflettere non tanto sulla propria identità che vacillerebbe solo se il proprio IO fosse debole. Induce a riflettere sulla realtà sociale che qui sul web acquisisce una dimensione aberrante.

Percepire la realtà in un posto irreale, percepire i fatti lì dove i fatti sono semplificazioni di una realtà fittizia, è una pretesa troppo grossa. Eppure c'è qualcuno che ha bestemmiato dicendo che il web mostra chi siamo veramente. Il problema è quello della percezione: chi siamo forse potrebbe emergere anche da certi scambi; ma ciò che viene percepito non è detto che sia la realtà. Il web è il caos, è la torre di Babele dove ognuno parla lo stesso linguaggio ma dove nessuno capisce quel che dice l'altro.

Cosa fare? 
Qualcuno mi disse: se vuoi essere preso sul serio devi laurearti...
Qualcuno disse: se vuoi esser preso sul serio va via da Facebook...
Qualcuno disse: se vuoi esser preso sul serio non interagire e curati solo del tuo blog...

Siamo sicuro che ciò sia sufficiente? Ovviamente no perché ognuno vede il mondo e le cose con la sua particolare lente prospettica; e non c'è nulla che si possa fare per cambiare visuale se non un salto di consapevolezza che ovviamente non si può trovare sulle righe dei post di Facebook o di internet. 

E allora, cari amici, la realtà è il mondo reale, quello dove la gente può capire per davvero chi siete. Qui le regole sono altre e tutto è capovolto. 



Salve
In primo luogo le vorrei fare complimenti per il suo blog. Trovo i suoi articoli molto interessanti, e mi piace molto il nuovo topic sull' uomo e natura.
Sono una giovane appassionata di astrologia. Mi sono iniziata a interessare alle RS solo nell' ultimo periodo.
Mi piacerebbe molto sapere quali sono secondo lei i punti cardini della RSM che sta per finire e sopratutto mi interessa una sua opinione spassionata su quella che entrerà in vigore a fine novembre.
La ringrazio molto in anticipo,
A. C.
(...)
Può localizzare entrambe le RS a Siena, mia attuale città di residenza.


Mi piace molto la posizione di Venere in 5^ casa di rivoluzione con Plutone in VII ma potrebbe esserci anche Marte in 5^ se solo l'orario di nascita fosse errato di qualche minuto. In tal caso questo anno uscente potrebbe essere caratterizzato da una maggiore conflittualità nel rapporto di coppia se ce ne fosse uno. Se invece Marte fosse esclusivamente in IV allora io penso che questo anno potrebbe essere stato vissuto in chiave positiva. per esempio potrebbe essere migliorata la propria condizione sentimentale oppure potrebbero essere aumentale le avventure e tutte le possibilità di svago. Naturalmente sarebbe necessario analizzare anche i transiti per vedere se gli eventi hanno assunto una grande importanza o sono stati solamente passeggeri; ma purtroppo un'analisi così approfondita richiede molto tempo. Ma purtroppo sono molti i casi che devo leggere e per questo posso solo dare un'occhiata veloce. Il prossimo anno astrologico, ossia quello che entrerà tra pochi giorni, non mi sembra molto differente da questo qui. Abbiamo in 5^ Casa nuovamente Venere ma questa volta con l'aggiunta di Plutone e di Marte. In questo caso è chiaro che Plutone potrà aumentare i tormenti relativi alle questioni sentimentali o testimoniare una grossa cotta. È anche vero che il nuovo anno potrebbe essere contrassegnato dalla nascita di nuovi hobby e interessi. Il Sole in 3^ Casa di rivoluzione mi fa pensare a un anno in cui potrebbe manifestarsi una maggiore voglia di fare la pendolare, o di fare nuovi corsi di studio. Attenzione alle novità che potrebbero provenire dal rapporto con fratelli e sorelle. Giove è in 2^ Casa di rivoluzione e unitamente all'ascendente di rivoluzione in 8^ Casa mi fa pensare a una maggiore circolazione di denaro sia in entrata e sia in uscita. Se cerchi lavoro, invece credo che ciò ti porterà non poche angosce. Lo stesso per la salute: vi saranno problemi psicosomatici e parecchie angosce; ma non penso proprio in qualcosa di davvero pericoloso. 


Nessun commento: