DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

domenica 18 dicembre 2016

Buon 80° compleanno Papa Francesco!


Non c'è dubbio: Francesco è il Papa più simpatico che ci sia. Eppure su quel porcile che è Facebook, quando ancora ci perdevo la testa, ho letto tante porcherie sul suo conto. Lo squallore più totale: tanta, troppa cattiveria. 
Io amo papa Francesco e ogni volta che lo vedo in TV mi commuovo: è una di quelle persone che tutti vorrebbero avere come nonno o come amico. Solo gente malvagia e spregevole ci vedrebbe il male in un santo del genere. Ma che ci vogliamo fare? Il mondo è fatto di lupi e io l'ho scoperto a mie spese. Non è una novità. Quando si cresce in un ambiente sano, lo scontro col mondo esterno può essere traumatico. Ma se non ci fosse la malvagità non ci sarebbe nemmeno il Papa per ricordarci che non siamo soli, se preghiamo.

L'anno scorso scrissi una lettera virtuale al Papa, qui sul mio blog. Ovviamente non mi aspetto che l'abbia letta anche perché più volte ha affermato di non sapere usare i social e internet. Ma chissà, magari qualcuno gliela può aver letta se ha destato interesse. Altrimenti non fa nulla. Io scrivo per amor della scrittura e per i miei lettori sperando di raggiungere il maggior numero di persone possibile.

Più volte ho espresso chiaramente che sono cattolico e un po' devoto a San Giovanni Battista che è il santo patrono della mia famiglia. Dato che ho già una fede non posso credere alla religione karmica e non mi sognerei nemmeno di mischiarla con l'astrologia.  Perciò, cortesemente, non chiedetemi di questo strabenedetto karma!
L'astrologia è il mio grande amore, al pari di quello che nutro verso la mia famiglia e verso la mia Francesca. Come potrebbe essere altrimenti col mio Sole in Sagittario e in IV Casa? 

Come scrissi nella mia lettera, non c'è alcuna contraddizione tra astrologia e fede cattolica. Semmai la contraddizione è vista da chi considera l'astrologia qualcosa che si sostituisce alla preghiera e al libero arbitrio. Ma siccome l'astrologia, o almeno quella che pratico io è tutto l'opposto, allora non vi è nulla da criticare, non vi è nulla di demoniaco o immorale. Semmai è immorale il pregiudizio. 

Comunque, sono tutte cose già spiegate. Papa Francesco è stato definito rivoluzionario, e come potrebbe essere il contrario data la congiunzione Luna-Venere in Aquario e Urano dominante in piena zona Gauquelin? Ci dobbiamo aspettare altre rivoluzioni? Non mi pronuncerò nel fare previsioni per questo suo nuovo anno astrologico appena cominciato. Mi limito solo a dire che tra breve subiremo, perché lo subirò anche io, il transito di Saturno sul Sole radix. Spesso corrisponde a momenti di maggiore austerità, responsabilità, severità; ma porta anche saggezza, ponderatezza, perché ci fa vedere le cose con maggiore lucidità. 

Per noi del Sagittario che vediamo il bene persino in un omicida, essere più severi è cosa assai difficile. Fortunatamente, sia io che Bergoglio abbiamo Mercurio in Capricorno e quindi siamo già un tantino più realisti di altri Sagittario. Ma con questo passaggio di Saturno sicuramente avremo l'occasione di guardare il mondo rinunciando un po' al nostro sfrenato ottimismo. Papa Francesco avrà occasione di ponderare maggiormente, di frenare un po' l'entusiasmo, ma tutto ciò sarà a favore di una più ricca profondità d'animo. Buon 80° compleanno al Papa più simpatico e buono che ci sia.
Sarò in viaggio per il mio compleanno e da domani e sino al 22 dicembre non potrò rispondere alle vostre richieste. Nel frattempo fate i bravi. ;)

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Un papa cattolico che riabilita Martin Lutero, Giuda, che giustifica il pugno sferzato verso chi ha sentito offese verso la propria madre e che definisce Dio come non cattolico, dando dunque ragione a personaggi come Scalfari, inevitabilmente si attira antipatie e cattiverie secondo me.

Sull'immigrazione ragiona meglio di lui il Dalai Lama, comunque sia i fatti parlano chiaro, ossia che il Giubileo è stato fallimentare e che il suo atteggiamento poco coraggioso su temi come gender e difesa dei cristiani perseguitati, non gli ha fatto raccogliere tanti frutti, a parte elogi del politically correct, comunque sia è un uomo come tutti, dunque criticabile, anche se si auspica sempre che ciò avvenga nel merito e non nell'offesa gratuita.



A.P.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Se di me dicono peste e corna, non mi meraviglio che si possa fraintendere anche ciò che dice il Papa che è una persona ben più nota di me. Ricordate che siamo entrambi Sagittario che è il tipico segno delle gaffes. Per esempio, le TV ripropongono sempre una frase in cui parla di jella. Siamo sicuri che anche questa frase non sarà travisata? Ne sono assolutamente certo. Ma perché? Perché vi concentrate sulle parole e non sul motivo. Se cominciate a ragionare partendo dal presupposto che il Sagittario non è maligno, comincerete anche a capire il senso di certe espressioni.

Anonimo ha detto...

Non parlo di malignità o di cattiva fede da parte di Bergoglio, almeno dal mio punto di vista, però io ho visto il video in cui parlava di jella e da un papa non mi sarei mai aspettato frasi del genere, sinceramente però mi aspetto da lui uscite simili.

Però ci sta, lui è per me un essere umano e dunque non dotato di infallibilità papale come pretende il cattolicesimo, fa chiacchiere da bar dello sport come tutti, solo che si riferisce ai fedeli cattolici, ma lungi da me offenderlo, faccio solo una semplice constatazione.

Un giorno lo sentiremo anche tirare qualche bestemmia, potrebbe capitare, io di certo non mi arrabbierei e sicuramente anche i fedeli stessi, essendo lui il papa, farebbero orecchie da mercante.

Se gli va di dire che Giuda è da riabilitare, che Dio non è cattolico e che Lutero alla fine era una persona tutto sommato in gamba, la cosa non mi tange, solo che va in contrasto con il mondo che rappresenta e con le dottrine cattoliche, non con il mio.

Tanto viviamo nel periodo in cui si dice tutto e il contrario di tutto, a partire dalla Boschi e Renzi che annunciano di sparire dalla politica se perdono il referendum, salvo rimanere come se nulla fosse e ricevere anche una promozione in governo, per quanto concerne la paladina dei correntisti di Banca Etruria.

A.P.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Mi pare di aver inteso che vedi il Papa come un comune essere umano capace di bestemmiare e in totale contrasto con la Chiesa. Io invece non lo vedo affatto così. A me sembra più che altro un po' maldestro nella scelta delle parole, cioè una persona che sicuramente non riesce a farsi capire da tutti. Però la gente non è stupida: non fa orecchie da mercanti perché è il Papa, ma perché evidentemente riesce a comprendere che per esempio il Papa non ha mai istigato all'occhio per occhio e dente per dente anche se sembra sia così. Se per esempio dice che Giuda è da riabilitare secondo me bisogna partire sempre dal presupposto che il suo messaggio è di pace e di amore. Se lo si capisce allora si capisce il senso di ogni sua frase.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Io riesco a capirlo benissimo perché a me accade la stessa e identica cosa.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Una volta un pazzo maniaco mi disse che mi avrebbe denunciato presso l'ordine degli psicologi perché avevo usato definirmi in un certo modo. Lui che è un malvagio malefico satanico, non ha capito minimamente che ero in buona fede e non volevo abusare di nulla e di nessuno. Sono solo un po' maldestro e spesso può capitare di essere un po' superficiale nella scelta dei termini da usare. Su questo sto lavorando moltissimo.

Anonimo ha detto...

Diciamo che se neppure Gesù ha affermato che Giuda è da riabilitare, il quale ha peccato contro lo Spirito Santo, perchè si deve citare proprio lui per dare un messaggio di pace e amore agli altri? E soprattutto un papa può permettersi di "usare" come esempio di perdono uno come Giuda? Penso di no, del resto non è famoso per essere del Sagittario (dunque portato a scivolate) e "dovrebbe" parlare da papa.

Recentemente parlavo con un amico teologo, il quale ha detto che sono senza speranza, perchè peccatori contro lo Spirito Santo sia Giuda che i sacerdoti del tempio e ovviamente tutti i dèmoni, il resto dell'umanità è nelle mani misericordiose del giudizio di Dio.

Le parole hanno sempre un peso, ci si auspica che ci lavori pure lui proprio come stai umilmente facendo te, ma ha una certa età e penso che a ottantanni uno si senta in diritto di dire tutto quel che gli passa per la testa, giustamente.

A.P.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Capisco il tuo punto di vista, ma ma credo pure che il papa sappia di cosa sta parlando. A te potrà sembrare strano che il papa possa dire certe cose, ma il teologo fa filosofia e i fatti li legge pure a modo suo. Questo non significa che non possano essere letti in maniera diversa se da ciò se ne può trarre insegnamento. Ora sta a te capirne la morale o se rimanere sulla superficie.

Chiara Solerio ha detto...

Anche a me piace moltissimo Papa Francesco proprio per la forza innovatrice che traspare dalle sue parole, e la purezza con cui esprime messaggi di puro amore, fuori da ogni ottica di giudizio e di chiusura. Dici bene tu: il Sagittario vede il bene anche negli assassini. Ed è questo che rende Papa Francesco speciale. Sa amare, sa perdonare.

Anche io ho Urano in zona Gaquelein (si scrive così?), anche se in un segno diverso rispetto all'ascendente (Urano 29° Scorpione; Asc 3°Sagittario), però la mia forza rivoluzionaria è stata un po' bloccata da uno Stellium nel segno conformista della bilancia, seppur in casa XI.

Perdona la digressione.

Anonimo ha detto...

Si può anche dire che il papa non è infallibile, del resto questa affermazione fu voluta da un papa stesso che ne aveva combinate di cotte e di crude, ossia Pio IX;

non si fa peccato dunque e del resto anche la storia della chiesa è fatta di papi che hanno commesso gravi atti, per cui lui non sarebbe nè il primo e nè l'ultimo che ogni tanto esce fuori dal binario.

Solo Gesù è stato infallibile, dunque secondo me la morale è semplice, ossia che l'abito non fa il monaco e pure Bergoglio, in buona fede, ogni tanto erra.

Saluti e buon viaggio di RSM!

A.P.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

In effetti può essere. Complimenti per la tua cultura storica e politica. Un abbraccio

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Grazie per il contributo Chiara.