DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

venerdì 16 dicembre 2011

le rivoluzioni solari mirate funzionano



Ho scritto che la domanda è per al-rami ma è rivolta a tutti.
Ho letto che segui la scuola di Ciro Discepolo.....quanto c'è di vero nella teoria di festeggiare un compleanno lontano...cambiando longitudine? ho sentito molto parlare di lui e delle sue teorie ma io sono una profana quindi non riesco a valutare bene la cosa.
Maty





Io ho fatto molte RSM e ogni volta ho avuto prova del loro funzionamento nel bene e nel male. Secondo la mia esperienza funzionano sempre, senza eccezioni. Per questo ora mi accingo a partire per Lisbona, tra pochi giorni. Naturalmente non tutte le RSM hanno la proprietà di rendere un anno meraviglioso e molto dipende dal fatto che non sempre possiamo ottenere astralità davvero potenzianti. Molti di quelli che han fatto un viaggio per esempio, a causa della disposizione dei pianeti in quel momento cosmico, potevano ottenere solamente RSM mediocri o le meno peggio; pertanto, speranzosi di ottenere miracoli, han dovuto fare i conti con le loro aspettative e ridimensionare le loro fantasie di ottenere vantaggi incredibili. Molti non sono informati di questo e pertanto ritengono che la RSM non abbia funzionato. Mi è capitato per esempio un caso di un soggetto che con Venere in 8^ casa di rivoluzione voleva fare un "colpo grosso" miliardario. Però questo tizio è stato mandato in una località sbagliata per cui da sola, quella Venere poteva ben poco considerando che contemporaneamente aveva transiti pesantissimi, tali da portare un dissanguamento. A fine anno, il soggetto non è riuscito a fare il "colpaccio" e ha dato la colpa alla RSM. Se invece fosse stato critico avrebbe compreso che quella Venere in 8^ gli ha impedito un tracollo finanziario di quelli micidiali. Non tutti capiscono poi, che le RSM sono in funzione del TN e dunque, se un soggetto è per esempio atavicamente sfortunato in amore, con Venere in 5^ non incontra l'amore della sua vita (a meno che non vi siano transiti spettacolari), ma almeno riesce a concretizzare un'avventura sessuale. Chi invece ha fortuna in questo campo, con una Luna nella 5^ casa riesce a ottenere quello che una persona sfortunata otterrebbe con posizioni spettacolari. Tutto è in proporzione. Per questo, bisogna potenziare un settore, tante volte in diversi anni. Così, una Venere in 2^ di rivoluzione nel tema di un disoccupato con Saturno in 6^ casa radix per esempio, porterebbe i "soldini" dalla nonna benevolente; l'anno successivo se riposizionata nella stessa casa agirebbe in modo esponenziale portando un lavoretto part time, e l'anno successivo ancora un lavoro quasi stabile. Se poi contemporaneamente capitano transiti spettacolari, allora la RSM si manifesta con tutta la sua potenza. Praticamente funziona a livelli che man mano si saturano e si avanza a quello successivo.


Ma come funziona tutto ciò?

Nasciamo sotto un imprinting cosmico. Se una gestante, per esempio dovesse partorire e si trovasse su un Jet, il nascituro prenderebbe le informazioni cosmiche del punto della terra in cui la mamma si trova a partorire. Ora immagina il compleanno come un re-start delle energie cosmiche a causa del fatto che tutto in natura è ciclico e noi stessi siamo immersi in cicli stagionali che determinano il funzionamento dello zodiaco stesso (zodiaco tropico stagionale infatti) Quindi nell'istante del return solare rinasciamo ogni volta; e rinasciamo nel punto in cui ci troviamo nell'istante preciso del return. Se io mi trovo a Calcutta il return avviene in un momento cosmico diverso da quello di Roma o di Bruxelles o di New York. E ogni momento cosmico differente, corrisponde a una visione prospettica del cielo differente. E tale visione implica posizioni astrologiche diverse; e posizioni diverse implicano eventi diversi. Lo zodiaco ha importanza in relazione allo spaziotempo e non solo in relazione al tempo: se io per esempio nasco a Bari e mi trovo a far il compleanno a Los Angeles, dovrei controllare la RS eretta per il luogo di nascita se e solo se non dovessi considerare che viviamo in uno spaziotempo. Dunque non ha senso erigere il grafico per il luogo di nascita: significherebbe considerare il momento del return per un luogo in cui non sono fisicamente presente. Ciò significherebbe che il nostro corpo non ha valore; ma la cosa non è possibile perchè viviamo nel psico-soma, ovvero in un luogo in cui non possiamo scindere corpo da psiche (almeno finchè siamo in vita). Il corpo fisico dunque ha la stessa importanza del corpo psichico sinchè sarà indissolubilmente legati dall'anelito della vita. E infatti, esso è il nostro mezzo di espressione che non deve essere sottovalutato visto che siamo qui sulla terra grazie ad esso (altrimenti saremmo puro spirito). Quindi il TN non si riferisce soltanto al nostro spirito, ma alla nostra totalità costituita anche dalla carne e dalle ossa; e lo spirito non si sposta dal corpo. Se lo spirito non si posta dal corpo (tranne per chi ha il dono della bilocazione) allora sarà con noi in qualsiasi posto andiamo. E' con noi nel giorno del nostro compleanno in Alaska per esempio anche se siamo nati in Tanzania. E non esistono motivi per cui lo spirito dovrebbe rimanere in Tanzania mentre noi stiamo a spalare neve tra gli igloo. Considerare il corpo disgiunto dalla psiche significherebbe che quando nasciamo, l'imprinting cosmico avviene solo a livello psichico indipendentemente dal posto materiale in cui ci troviamo.

Qual'è la prova di tutto ciò?
Ovviamente la pratica su centinaia di migliaia di casi. Come sarebbe andata trascorrendo il compleanno a casa? e come invece è andata?
Ora entriamo in un campo che è quasi una barzelletta: alcuni dicono che certe volte ha funzionato la RSM, altre volte la RSB e altre volte entrambe contemporaneamente per la serie "tutto fa brodo". Chissà come mai però, a dire certe cose sono quelli che non appartengono alla scuola di astrologia attiva e mischiano conoscenze di diverse scuole senza conoscere a fondo le regole di interpretazione delle RSM. E nemmeno sanno chiaramente riconoscere, leggere il simbolo. Esempio: un astrologo noto, mi dice che per lui ha funzionato la RSB cioè eretta per il luogo di nascita e non la RSM. Lo deduce dal fatto che ha ristrutturato una cappella di famiglia al cimitero e questo sarebbe spiegato dall'ascendente in 8^ casa. Il soggetto non ha compreso le differenze tra i vari simboli (in effetti non è cosa semplice)  perchè legge quel che crede possa essere e non quel che è in realtà. Non ha saputo leggere l'evento attraverso Plutone in IV^ casa nella RSM. Plutone-morte, Casa IV^ dimora, abitazione, cappella.

Poi aggiungiamoci che c'è chi critica le RSM ma si riferisce al metodo di Volguine (che non funziona perchè non poteva essere sperimentato date le scarse risorse dell'epoca a fare viaggi intercontinentali), oppure si riferisce ad ad altri o a un minestrone tra le diverse scuole. Allora consiglio una regola d'oro:

gli unici a poter dare info sulle RSM sono quelli che le praticano come materia principale. Gli unici che possono parlare della validità dell'astrologia Morpurghiana, sono i morpurghiani, e così per qualsiasi altra branca e orientamento astrologico. Nessuno può mettere bocca nella materia dell'altro perchè occorrono anni e anni di studi per comprendere qualcosa della propria materia, figuriamoci quella degli altri, quella di chi vediamo di cattivo occhio per pregiudizio, invidia o altro. Possiamo al massimo dare opinioni personali. Molti astrologi invece studiano di tutto un po' e poi non capiscono un acca perchè non possono avere il tempo di approfondire un punto che sembra non funzionare. Al primo difetto, si dice che la cosa non funziona, senza considerare invece che potremmo essere noi a non aver capito nulla. Si formano un'opinione da soli, ma non possono verificare se la loro opinione è valida: senza un confronto diretto, non è possibile stabilire, attraverso la lettura di tue testi, comprendere un metodo che richiede anni e anni di studi. Qualcuno è convinto che sia sufficiente leggere un libro e applicare quel che c'è scritto per farsi un opinione definitiva su di una questione.  Se fosse così facile allora tutti diventeremmo astrologi.

"L'uomo diventa spesso ciò che crede di essere. Se continua a dire che non si riesce a fare una certa cosa, è possibile che alla fine si diventi realmente incapaci di farla." (Gandhi) (bilancia)

11 commenti:

Marcello Phoenix ha detto...

Che strano!!!assomiglia, quello che citi a qualcosa di famigliare mmmmmm...peccatto che come al solito non vuoi riconoscere che chi sa meglio di se cosa gli succede o cosa gli è successo paragonandolo con le simbologie specifiche del caso ... Plutone poteva anche essere in 4@c ma questo non vuol dire che l'asc in 8@c non abbia fatto il suo dovere!e altre situazioni non divulgabili ! ecc

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

non è una questione di ammettere o non ammettere: qui si fa astrologia considerando delle premesse che molti ignorano; e queste si riferiscono al fatto che è molto facile cadere in errore attribuendo contemporaneo funzionamento alle rsb e alle rsm. Questo perchè il significato dei vari simboli, non è abbastanza chiaro e lineare da essere letto con correttezza essendo aperto a diverse posibilità di lettura. Piuttosto è facile, legare quello che per analogia ci pare più convincente. Ma il fatto che sia convincente una lettura non significa che sia quella giusta. Pertanto è necessario conoscere tantissime premesse che permetterebbero di non cadere in errore. Se non si conoscono queste premesse allora diviene facile credere che rsm e rsb possano funzionare contemporaneamente. le cose non sempre sono quelle che sembrano; e basta conoscere alcune cose per vederle in maniera differente.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

tu diresti: e vuoi sapere meglio di me cosa mi è successo?
Assolutamente no. Ma sono certo che quello che ti è successo e che non hai divulgato, è comunque in linea con la RSM se l'hai fatta. Altrimenti è in linea con quella base. Un contemporaneo funzionamento non può esistere anche se tu lo vedi; e la spiegazione di ciò non risiede nel fatto che tu possa essere cieco o altro; ma all'opposto risiede nel fatto che il simbolo ha una logica aperta difficile da inquadrare sino a quando non si studiano alcune premesse. Chi fa parte della scuola dell AA conosce queste premesse e infatti non afferma che le RSM e RSB funzionano contemporaneamente. Questo significa che NON E' SUFFICIENTE SPERIMENTARE E METTERE IN PRATICA UN SISTEMA PER VERIFICARNE LA VALIDITA' SE NON SI HANNO TUTTI GLI STRUMENTI ADEGUATI PER SONDARLA. Per sondare le RSM non è sufficiente studiare i testi di Discepolo e sperimentare.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Com'è possibile questa divergenza di letture? Come mai nessuno della scuola dell AA conferma quello che dici? Perchè evidentemente abbiamo conoscenze diverse e che quindi leggiamo le cose in modo diverso. Semplicissimo. Quando qualcuno della scuola dell AA comincerà a vedere che le cose funzionano come dici tu, allora vorrà dire che le premesse che conosciamo non sono davvero utili a riconoscere le differenze. Qualcuno se ne sarebbe accorto no? E guarda caso, solo chi non segue con costanza l'AA afferma che le RSM e RSB funzionano contemporaneamente. Come mai? Perchè non conosce alcuni dettagli proprio utili a non fare quello sbaglio. Semplicissimo.

Marcello Phoenix ha detto...

Benissimo inviami questi dettagli /strumenti che tu affermi che io non abbia?*.[*premesse che ignorerei ...dopo 30anni di pratica poi? però!]...
NB:La mia esperienza sul campo "previsionale" è senz'altro diversa dalla tua o Sua aprescindere dalla tecnica usata ...PS: tu sei convinto di quello che dici e io anche ....Le 2 o più letture sono state fatte prima del compleanno astrologico con 7 varianti simboliche ...di cui solo 2 si sono avverate...(è sotto inteso che mi sono letto le RS ipotetiche e quella effettiva insieme ad altri esperti ...transiti concomitanti compresi...ecc

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

La mia non è nè una polemica e nè un'accusa, ma solo una constatazione dei fatti. Nessuno mette in dubbio la tua competenza trentennale, la tua cultura che è enciclopedica. Il problema è un altro: seguire troppe scuole disperde la propria concentrazione dall'approfondirne una. In questo caso, sia che tu studi da trent'anni e sia che tu lo faccia soltanto da uno, le cose non cambiano: infatti non è soltanto attraverso l'esperienza che si può verificare quanto diciamo, ma anche attraverso la conoscenza di alcuni dettagli di una specifica scuola astrologica. Tante cose dipendono dalle premesse: per esempio hai affermato che consideri gli archetipi secondo un principio "orientale". Beh, se si parte da basi differenti è ovvio che si giunge a conclusioni differenti. Se utilizzassimo tutti gli stessi strumenti di lavoro, allora otterremmo gli stessi risultati. Allora, quello che ti converrebbe fare è studiare le RSM confrontandoti con chi ha elaborato il sistema, perchè solo lui (e chi fa parte della sua scuola) ti può spiegare come mai tu vedi funzionare sia le RSB che le RSM o altri sistemi di altri autori.
Ti conviene seguire giornalmente il Blog di Ciro e fare tante domande; perchè non è capricciosamente che si giunge a definire qualcosa: lo si fa con cognizione di causa considerando per l'appunto un base comune da cui partire. Bisogna mettere dei punti fermi perchè altrimenti si giunge a vedere i fenomeni astrologici sulla base delle proprie convinzioni personali.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Tu valuti le RS in base a quello che hai letto dai diversi testi e poi confronti il tutto per vedere quale funziona meglio. Beh, il procedimento non è esatto. Non si può fare così per verificare il funzionamento delle RS.

Marcello Phoenix ha detto...

Allora chiariamo 2 punti iniziando dall'ultima tua "affermazione/Domanda"
va da sè che all'inizio perciò i primissimi passi uno li faccia con dei testi davanti aprescindere dall'autore (di cui alcuni conosciuti di persona e altri nò...) poi però viene un giorno che si ci deve formare una propria esperienza (che non centra con le opinioni) ho imparato che un solo elemento astrale nel 99% dei casi non sottolinea un temperamento ne un evento specifico o meno che sia è sempre una questione di raccordi (seppur simbolici/archetipici ecc) ....io non escludo che quel pianeta in quella posizione possa indicare una certa situazione specifica vissuta realmente o solo psicologicamente ma dove sono le altre conferme ? questo è il punto ! se ho conferme da tutto l'arancio (passami il temine ) va da se che lo spicchio non solo non bastava ma si aggiunge (o si sommerà) ad altri fattori similari ...


veniamo alla prima :

Perchè tiri fuori una ipotetica polemica non lo sò o forse lo sò perchè conosco le tue astralità ma lasciamo stare ...
io mica ho detto che tu ai torto o usi male i simboli al contrario tu spesso accusi gli altri di questo e te lo dico perchè ti ho letto anche in altre sedi del Web......e dato che mi dici anche che non basta avere i 56 libri di CIRO ,leggerli /studiarli ecc guarda che su certe affermazioni in essi anch'io ho trovato delle "verità" ma ho trovato anche delle "NON verità" come la regola di Marte che a me [a ad altri a cui feci delle previsioni] funziona al contrario poi c'è la contradizzione sul fatto se leggere la RS[m/b che sia] come dei Transiti oppure nò ...eccecc

se io ti chiedo inviami del materiale vuol dire che sono disponibile a un confronto non è una richiesta per confutare ma per approfondire e mettersi in gioco ...ecce ecc la mia M@il la hai!

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Ti spiego i motivi dei miei commenti. Tanti parlano di rivoluzioni solari e non hanno capito nulla di esse. Lo so che può sembrare provocatorio o presuntuoso; ma è la verità. Se qualcuno dicesse che io non ho capito nulla di astrologia Karmica per esempio, io direi che ha ragione perchè nonostante io sia una persona di cultura e attenta, non ho una formazione specifica in questo campo. Però ho i mezzi per dimostrare che di RSM molti non hanno capito nulla. E' possibile che io non capisca un accidenti di altre cose, ma di RS no. Allora, tutte quelle persone che parlano di rivoluzioni solari e ci tirano fuori le conclusioni più bizzarre, non hanno la stessa esperienza di chi segue la materia sotto la guida di uno che ha dedicato la sua vita quasi unicamente a questa branca.

Perchè? Perchè si accontentano del racconto di chi è partito e riferisce di non aver ottenuto vantaggi. Questo è superficiale.

Questo significa che io sia perfetto e che non possa commettere degli errori? No. Ma so benissimo quelli che commettono gli altri perchè prima di loro li ho commessi anche io! E mi sono corretto.

Come ho fatto a correggermi? cercando di capire se avevo sbagliato io oppure se era sbagliato il metodo che utilizzavo.

Se non avessi avuto modo di confrontarmi, proprio come te sarei arrivato a conclusioni diversissime da quelle che poi sono in realtà.

Perchè parlo di realtà? Perchè nessuno ha approfondito la materia delle RS come C Discepolo. Cosa esiste in giro? Scritti della tradizione e altri libri di astrologi che non han mandato mai più di 100.000 persone in giro per il mondo.

E come dare credito a questi? Sulla base di cosa? Della propria osservazione? Che si riferisce a quanti casi? Non prendiamoci in giro: la verifica di qualcosa secondo i principi dell'induzione si basa su altissimi numeri di casi.

Statistiche su piccoli numeri danno risultati riferiti a quel campione. Punto. E da qui non si sfugge. Se sommiamo i risultati di piccoli campioni, abbiamo risultati anche diversi da quelli del campione originario. Che significa?

Allora: per studiare l'astrologia bisogna parlare tutti lo stesso linguaggio. E per parlare lo stesso linguaggio dobbiamo riferici a ciò che è CERTO. Se io ti fornisco nozioni stabilite dalla scienza a cui tu non credi, (perchè per te la statistica funziona secondo le tue leggi) è naturale che ottieni risultati basati sulle tue premesse. Allora, tanto per iniziare, se devo spiegarti come mai qualcuno sbaglia a interpretare le RS è necessario avere delle basi comuni. Una di queste si riferisce proprio alle leggi della statistica, che come ben sai, non ho inventato io e che devo accettare perchè stabilite da esperti di quel settore.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Ora: per comprendere quali sono le regole a cui mi riferisco è necessario avere a disposizione uno o più casi da analizzare. Volta per volta verranno fuori tantissimi dettagli che non consideravi o a cui hai attribuito specifici significati.

Pertanto ti consiglio di leggere innanzitutto questo mio articolo che ho scritto proprio per spiegare come sia facile fare e leggere RSM sbagliando.

http://alramiastrologo.blogspot.com/2011/11/rivoluzioni-solari-mirate-un-caso.html

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

passiamo a una primo esempio: immagina un soggetto con un figlio e Marte in 5^ nella RSB. Nella RSM invece ha Venere nella 5^. Tra i vari eventi accade che il figlio si rompe una gamba. Quale posizione secondo te bisogna considerare? quella della RSB o della RSM? e perchè?