DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

domenica 9 agosto 2015

I segreti della mente: lettura veloce.


Prendete il vostro telefonino e cercate l'applicazione per attivare il cronometro. Quando siete pronti attivatelo e fermatelo quando avrete finito la lettura. 

Ciò che aiuta a essere più intelligenti è sicuramente fare la stessa cosa, ma ogni volta in maniera diversa. Possiamo anche cimentarci in compiti sempre nuovi in cui non necessariamente dobbiamo eccellere: l'importante è uscire fuori dai soliti schemi e provare a fare sempre qualcosa di nuovo. Io per esempio mi reputo un po' come quegli uomini rinascimentali che sapevano di scienza, di letteratura, di arte perché in verità mi sono cimentato in tante cose diverse proprio come quegli uomini: dipingo, scrivo poesie, so recitare, ho scritto un romanzo, mi occupo di scienza. Ovviamente c'è una grande differenza tra improvvisarsi degli artisti o poeti ed esserlo davvero. Però, se il nostro obiettivo è quello di avere una mente attiva, l'importante è buttarsi in ogni circostanza. Questo significa che possiamo sempre imparare cose nuove: io che non ho mai avuto un buon rapporto coi numeri ora, per esempio, mi ritrovo a doverli utilizzare costantemente perché lo impone la mia formazione di psicologo all'università. Ho imparato qualcosa di nuovo che oggi comincia persino a piacermi.

Attenzione: occorre essere motivati per ottenere dei risultati: qualche anno fa mi venne in testa di comprare una buona macchina fotografica e così mi feci consigliare un buon programma per il foto ritocco e la post produzione, ma non ho avuto mai la pazienza di imparare. Potevo pensare di essere incapace, negato; ma la verità era che non ero abbastanza motivato: qualsiasi persona (che non abbia problemi cognitivi) può imparare a fare qualsiasi cosa se solo si applica e lo desidera veramente: una mia zia, a una certa età ha scoperto di essere brava a dipingere e piano piano ha perfezionato il suo stile. Semplicemente ha provato a fare qualcosa di nuovo e ha scoperto di essere brava. Anche io, ogni volta che ho trovato la  motivazione ho raccolto delle soddisfazioni, ma naturalmente ho sempre pensato ci fosse bisogno di una seria preparazione: ho scritto un romanzo ma ho dovuto prima di tutto acquistare dei libri che mi dessero dei suggerimenti per fare qualcosa di decente. Che il risultato finale sia valido o no, non importa: ciò che conta è aver abituato il mio cervello a fare qualcosa di diverso dal solito. Bisogna però fare attenzione a non confondere una motivazione vera con una solo apparente: anni fa volevo fare l'attore di cinema e ho anche ottenuto diverse particine. Però quella non era la mia direzione e quindi ho lasciato perdere. Ciononostante posso dire di aver sviluppato una minima competenza anche in quel settore. 

La motivazione non è tutto per ottenere risultati straordinari perché ci vuole anche un buon metodo. Ogni settore del sapere comprende diversi metodi e ne sono nati alcuni persino per imparare a leggere più velocemente. Oggi vi rivelo gratis il mio segreto e vi prometto che immediatamente sarete capaci di aumentare la vostra velocità di lettura: potrete leggere in 1 minuto quelle che generalmente si legge in un minuto e mezzo. Risparmiare trenta secondi immediatamente è solo il primo passo. Infatti con il passare del tempo potrete persino leggere una pagina in 15 secondi. 

Ci hanno insegnato che leggere significa inquadrare ogni parola e ripeterla a mente così che saltando da una parola all'altra facciamo un po' come farebbe una lepre in un campo. Quello che io faccio per leggere più velocemente equivale al movimento di un delfino in mare: un movimento rettilineo e non più "salterello".   

Abbiamo abituato l'occhio a saltare da una parola all'altra ma in realtà potremmo leggere come se ogni riga fosse un unica parola facendo scorrere linearmente lo sguardo da sinistra a destra senza interruzioni. Come possiamo ottenere questo risultato? Semplicemente aiutandoci con una matita con il gesto del sottolineare. Diciamo che il movimento della matita in maniera lineare ci permette di leggere senza saltare da una parola all'altra e naturalmente più è veloce il movimento della matita (o del dito usato a mo di sottolineatura) e più leggiamo velocemente. Ovvio che leggere troppo velocemente va a discapito della comprensione del testo perché non abbiamo ancora abituato l'occhio a cogliere il significato di una parola a velocità "supersonica". 

Sarà un processo che apprenderemo col tempo. Dobbiamo allenarci e potremo progressivamente aumentare la velocità della sottolineatura. Naturalmente non sarà necessario sottolineare veramente il testo, ma il movimento è solo di accompagnamento all'occhio che non è stato mai abituato a velocità così sostenute. Col tempo non sarà più necessario usare la matita o il dito perché avremo condizionato il nostro cervello a leggere automaticamente in maniera lineare. 

Con questo semplice esercizio arriverete a leggere non più orizzontalmente ma verticalmente perché l'estrema velocità avrà abituato gli occhi a cogliere in una frazione di secondo un'intera riga. Utopia? Io non ho ancora sviluppato questa facoltà perché da poco tempo applico questa strategia; ma posso dire di aver quasi ridotto del 50% il tempo di lettura e di aver migliorato la mia capacità di concentrazione. 

Infatti leggere a "salti di lepre" come ci hanno insegnato a scuola spesso e volentieri aumenta le interferenze del dialogo interno che spinge alla divagazione e quindi alla distrazione. Leggere più libri in minor tempo ed essere addirittura più concentrati con un semplicissimo esercizio non è una bella strategia per ottenere una mente più attiva?

Ora date stop al vostro cronometro. Provate a rileggere il testo nella maniera in cui vi ho spiegato e osservate voi stessi di quanto tempo avete risparmiato. Provare per credere. 



IL 6 agosto scorso ricorrevano i 70 anni dall'esplosione della bomba atomica nella città di Hiroshima avvenuta alle ore 8.15. Nel giro di 9 secondi furono spazzate via per sempre, ma non dalla memoria, più di 100.000 persone. Ho già in passato messo in evidenza che eventi di grande importanza, come proclamazione di Papi, Re, attentati, avvengano in momenti studiati a tavolino da "eminenze grigie" oppure che accadano in momenti astronomici tali da supporre l'esistenza di una "condizione esterna" esercitata dai pianeti sulle vicende umane. Non per ultimo che le due spiegazioni possano intrecciarsi senza escludersi a vicenda. Anche in questo caso abbiamo una combinazione che col caso può c'entrare davvero poco: Urano è perfettamente congiunto al MC mentre Giove sta per sorgere. Il caso può c'entrare ogni volta che parliamo di eventi importanti come questo? Non credo, ma questo è solo il mio pensiero...



Ciao Giuseppe!!! Come stai?!?!? non ci sentiamo da tempo e ti invio questa e.mail con le precedenti per farti ricordare di me (avrai un sacco di persone che ti seguono e mi pare pure giusto visto che sei davvero molto bravo!) 

Ennesimo riscontro per te (purtroppo x me...) non ci sono stati movimenti nel settore "amore" sono rimasta trincerata, come avevi previsto, nel mio guscio e nei rapporti ho usato esclusivamente la testa e il cuore rimasto chissà dove non ha creato danni ed è stato un bene in fin dei conti. In quest'ultimo periodo però sento che qualcosa sta cambiando intorno a me non so spiegartelo sono solo sensazioni, ma molto forti.... vorrei chiederti (se ti è possibile rispondermi ovviamente) se ho ragione di queste mie sensazioni. Se sta per arrivare un periodo di grandi cambiamenti nella mia vita.  (sono nata il (...) Ti lascio un abbraccio forte e ti faccio i miei più sinceri auguri per la tua vita privata (ho visto su fb che hai trovato la tua anima gemella) auguro ad entrambi un cammino d'amore e tanta felicità. Sembra strano lo so....perché non ci conosciamo, ma da ciò che scrivi sento trasparire una forte umanità e di persone così ce ne sono davvero poche. Mi hanno detto che chi ha uno stellium nel suo tema natale è sensitivo quindi sono sicura di non sbagliarmi :)
Un abbraccio. A.

Grazie per i complimenti. Quando parli della mia umanità non posso negare l'evidenza e non posso fare il finto umile: si tratta di una qualità che ho "ereditato" da mio padre, medico chirurgo importante e amato dall'intera città che nonostante siano passati 18 anni dalla sua scomparsa è ancora vivo nella memoria di molti. Il problema vero e proprio è che sono troppo tollerante, permissivo e tendo a giustificare troppo le persone che spesso e volentieri abusano della mia pazienza, anche se nello scritto posso dare l'impressione di essere completamente diverso. Non voglio deluderti, ma non trovo alcuna transito che mi faccia pensare a una svolta sentimentale nella tua vita ora come ora. Plutone è sì nella tua VII Casa radix, ma non crea aspetti con i punti sensibili del tuo TN. Nettuno lancia un trigono all'ascendente radix ma anche questo aspetto non mi parla di legami o situazioni risolutive. Mi preoccupa invece l'opposizione di Urano a Marte radix che potrebbe testimoniare un brusco cambio di rotta nella tua vita, una specie di svolta che però non penso potrà riguardare gli affetti. A meno che tu non sia nata molto dopo e allora quel Plutone sta congiungendosi adesso al DS. Io penso che quel Plutone deve aver portato per forza qualcosa e se non avessi letto le date che mi hai fornito sarei rimasto con un grosso dubbio... In effetti Plutone ha rappresentato il fatto di scoprire il tradimento di tuo marito. Doveva per forza essere qualcosa di importante visto che capita una sola volta nella vita un transito del genere. Tuttavia l'anno non è come quel 2003 dove avevamo Urano in trigono a Venere radix e Plutone sestile a Marte. Dal tuo prossimo compleanno qualcosa si muove ma non credo sia qualcosa di definitivo appunto perché i transiti non sono dalla tua parte: Urano in 5^ casa di rivoluzione mi parla di colpi di scena, novità, cambiamenti nella tua vita sentimentale come per esempio il riaccendersi improvviso dell'attività sessuale... staremo a vedere, oppure potremo, se lo vorrai, risentirci per calcolare una località della terra utile a incentivare positivamente la sfera dei sentimenti.


La foto in alto è di Francesca Musaio. Vietato usare il materiale presente su questo blog.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

mi chiedevo.... se quel Plutone non ha portato la scelta di entrare nel volontariato (che di fatto è stata una svolta importante per la mia vita) può essere!?!?

A.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Non lo so. Dovrei controllare nuovamente i tuoi dati che non ho qui con me. Probabilmente li avrò nel mio database, ma considerando il fatto che ho rimosso il tuo nome dal post per tutelare la tua privacy, non ricordo chi sei e non so quale nome andare a cercare. :D

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Purtroppo siete ormai diventati tantissimi e la memoria comincia a fare cilecca.