DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

venerdì 22 settembre 2017

Si può prevedere la morte?


SI PUO' PREVEDERE LA MORTE?

Oggi una utente mi ha chiesto: "Ciao. Come va? scusa se ti disturbo, domanda a bruciapelo...è possibile stabilire la morte di una persona sapendo i dati di nascita? Grazie. Scusa il disturbo".
Ecco la mia risposta: penso sia teoricamente possibile, ma avendo a disposizione numerosi elementi come per esempio anche i dati di nascita dei propri cari. In questo modo ho previsto la morte dei miei nonni: integrando transiti e rivoluzioni solari dei componenti della famiglia. 

Tempo fa chiesi a una mia consultante di contattare un astrologo classico molto quotato, un giovane ragazzo che tra le altre cose vantava di avere un sistema antico che permettesse di datare la morte dalla semplice analisi del tema di nascita. Io non potevo farlo non avendo un account facebook e perciò chiesi questo favore. Ma per testare quelle affermazioni usai un espediente:

diedi la data di nascita di una persona cara ancora in vita chiedendo a quanti anni fosse morta. Se il sistema avesse funzionato allora l'astrologo avrebbe risposto che la donna non è ancora deceduta. Invece a suo dire era morta quasi dieci anni fa. Allora chiesi alla mia consultante la cortesia di fornire a quell'astrologo ancora un altro dato di nascita. Questa volta si trattava del tema di mio padre che non c'è più. Stando a quella tecnica di analisi mio padre dovrebbe ancora morire. Quindi quella tecnica non funziona. Se mi si chiede se è possibile stabilire la morte di una persona con la tecnica dell'astrologia classica, direi di no visti i risultati ottenuti.

Perciò rispondendo alla domanda dell'inizio, e cioè se fosse possibile risalire alla data della morte analizzando il solo TN, io direi di no. Ora bisognerebbe interrogarsi: come mai questo sistema che non funziona continua ad affascinare e a fruttare fior di like? Da psicologo sarebbe molto interessante comprenderlo...

Naturalmente questo non significa che mi schiero a favore o contro certe astrologie. No. Io prendo di ogni astrologia ciò che funziona e getto via ciò che non funziona. Se quella tecnica funzionasse l'avrei già inglobata al mio sistema e a quest'ora mi vanterei di saper fare una cosa di questo tipo. Umilmente cerco ancora...

Quel che so, è che quando una cosa ci piace molto, allora la vediamo funzionare. Quando non ci piace invece non vi troviamo alcun funzionamento. Per esempio, gli "integralisti" del pensiero karmico inteso come destino ineluttabile, non trovano utilità nelle rivoluzioni solari mirate, e quando ammettono il loro funzionamento allora non sarebbero eticamente utili perché in contraddizione con le loro credenze. Questo è un esempio pratico di come i propri gusti e le proprie credenze guidano le osservazioni e i giudizi. Se invece partiamo dal presupposto che in tutte le astrologie ci potrebbe essere qualcosa di utile ma potrebbe anche non esserci, allora possiamo avere un atteggiamento più critico e lucido nei confronti di quel che vogliamo verificare. 

Ma questo è valido per qualsiasi tipo di ricerca. Col telefonino della mia fidanzata vedevo sul web alcune discussioni sulle tematiche degli antichi astronauti. A quanto pare è "cool", è di tendenza sminuire gli studi accademici scientifici a favore degli autodidatta perché questi ultimi sarebbero liberi dalle imposizioni dei dogmi. Ma diciamolo chiaramente, questo è solo un espediente psicologico per dare conferma alle proprie credenze: in sintesi, per taluni, è inaccettabile credere alla scienza perché gli scienziati sono tutti omologati a voler conservare un dogma. 

Il che è vero, ma fino a un certo punto! Tutto dipende dall'apertura mentale del ricercatore: molti accademici darebbero tutto pur di scardinare una certezza e scorpire qualcosa di nuovo, per riscrivere la storia. Credo che questo sia il desiderio di ogni vero scienziato. Quantomeno questo è il mio desiderio, la mia aspirazione. L'autodidatta, per contro, non è detto che abbia acquisito gli strumenti teorici, tecnici, conoscitivi per fare ricerche di qualità. 

Quando ho cominciato a studiare psicologia non immaginavo nemmeno quali test e indagini e tecniche fossero necessari per sondare un certo territorio della conoscenza. Sicuramente peccherei di superbia se credessi di aver appreso tutto il necessario senza una formazione accademica. In genere, l'autodidatta sceglie una tematica e la approfondisce finché può; ma chi gli dice che quel che sta cercando sia sufficiente? Non so se senza una laurea avrei mai appreso cò che veramente occorre a uno psicologo per sapere abbastanza di psicologia. Credo proprio che mi sarei illuso di sapere...

Fare astrologia non è sufficiente. Punto. Non ci sono scuse. Bisogna studiare di tutto un po', e sapere un minimo di quel che occorre per fare le verifiche. Ma questo accade solo se il nostro interesse diventa la ricerca della verità e non la difesa della propria astrologia tout court. Ma questo sono soltanto io e questo è solo il mio parere. 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Un benvenuto a tutti i neo fidelizzati. Grazie di cuore.Prossimamente, solo per tutti quelli abbonati a questo blog ci sarà un importante regalo. 

Vorrei segnalare a tutti la mia intensa attività sulla mia pagina facebook. Lì potrete trovare ulteriori materiali video e interventi supplementari a quelli che trovate qui. Perciò la mia pagina, il blog e il mio canale youtube si completano a vicenda. Grazie per il vostro supporto che per me rappresenta il motore della mia attività mentale. Grazie di cuore veramente a tutti.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Hi there! This is my first comment here so
I just wanted to give a quick shout out and tell you
I really enjoy reading through your blog posts. Can you recommend any
other blogs/websites/forums that go over
the same topics? Thanks a ton!

Anonimo ha detto...

Salve al!
Ieri mi è capitato di vedere 2 bambini gemelli omozigoti e presentavano un carattere molto diverso..
non sapendo quando sono nati non ho pensato alla compensazione ma che rispecchiassero 2 tipologie dello stesso segno..ma allora la teoria che le varie tipologie zodiacali siano modulate dal sole nelle case fallisce perche nel 90% dei casi nascono nell arco di mezzora quindi oltre ad avere il solito ascendente hanno il sole nella stessa casa!cosa ne pensi??
Ps secondo me le varie tipologie di segno in base a quanto esposto su e piu probabile dipendano dal singolo grado ascendente..ma in questo modo torna la dualita del sole in segno casa!!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Due fratelli gemelli omozigoti possono manifestare comportamenti diversi ma in una data situazione familiare e invece comportarsi allo stesso modo in altre situazioni magari al di fuori del contesto familiare. Non vi è dubbio che il sole nel singolo grado posso avere un significato diverso rispetto a un altro grado successivo o precedente dello stesso segno e quindi è un elemento da tenere in considerazione per la decifrazione del carattere di un soggetto. Tuttavia la tipologia di segno zodiacale non necessariamente dipende dalla casa in cui si trova il sole ma potrebbe essere un elemento a supporto di questa tesi cioè una condizione non necessaria e non sufficiente ma presente in molti casi punto quindi una concausa.

Anonimo ha detto...

Ciao al..
ho scoperto che odio chiedere aiuto agli altri e lo vedo come un umiliazione..ora nel mio tn non so dove guardare per capire.msecondo te quali segni suggeriscono cio??buona serata!!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Una fortissima X Casa implica una grande indipendenza punto ma possiamo attribuire questa tendenza a una decima casa in Leone o in Scorpione o in acquario. In alternativa un sole dominante oppure un Urano dominante.

Anonimo ha detto...

Ciao al..
complice nettuno in 12 di rs sto tirando le somme sugli aspetti negativi nel mio tn..e niente volevo chiederti deichiarimenti..
-posso considerare il sesquiquadrato sole/luna a 3 gradi?
-posso considerare negativo le quinconce,perfette con scarto di 1,della mia luna con urano/nettuno?
-come interpretare la quadratura tra la congiunzione marte/mercurio in decima con giove in settima?
Grazie per l eventuale interessamento..ciao!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

1) il semiquadrato vale massimo due gradi. Possiamo forse tollerare 30 minuti primi.
2)Il quinconce non lo considero. Vale 1 grado o di più? Non saprei: sono ancora in forte dubbio. Alcune volte l'ho visto esprimersi altre volte no.Comunque credo massimo due gradi.
3)Giove quadrato a Marte: esagerazioni nei rapporti. Giove quadrato Mercurio: iperfiducia nelle questioni relative alle relazioni.

Anonimo ha detto...

Buongiorno Giuseppe, vorrei chiedere se Giove può rappresentare anche il matrimonio e se Saturno in 4 casa può indicare la fine di un matrimonio.grazie

Anonimo ha detto...

La congiunzione Saturno-Urano in decima casa radix cosa può indicare?

Anonimo ha detto...

Buongiorno Al-Rami!
Complimenti per il tuo ottimo blog astrologico che offre puntualmente riflessioni stimolanti e mai banali.
Vorrei farti questa domanda: accetteresti un Plutone al MC di rivoluzione al fine di piazzare una Venere al Discendente? Ovviamente rispettando le 34 regole.
Grazie.

Anonimo ha detto...

Ciao al..
dopo 5 anni di studi mi accorgo di non aver capito come funzionano gli aspetti..mettiamo il quadrato tra giove in 7 e marte in 10..dal lato della 7 porta,come giustamente hai osservato,esagerazione nei rapporti..ma questa situazione in che modo e influenzata dalla decima casa??e marte in decima in che modo riceve la frizione di giove in 7??con un turbamento nell emancipazione dato da giove??in parole povere..un aspetto agisce sui 2 pianeti in modo eguale o a senso unico?
un altra domanda..ma la dodicesima casa che come dicono tutti da problemi a 360 puo ledere tutte le case?
Ciao!scusa per la fretta ma digito da cell!

Anonimo ha detto...

Buonasera Dott. Galeota, se volessimo operare un conveniente trasferimento di casa quali pianeti e transiti dovremmo osservare nella nostra carta natale ?
Ed in ultimo quali sarebbero i transiti che sconsiglierebbero di operare la scelta perchè svantaggiosa ?
Ringraziandola ,rinnovo la stima.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per anonimo del 28 ore 6.39 Assolutamente si. Chiedo scusa per il ritardo.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per anonimo del 29 ore 13.35. Non è chiaro infatti sei un aspetto può agire in due direzioni oppure in una sola ma quel che sappiamo Comunque è che prevalentemente accade una delle due ipotesi. Tuttavia durante il corso della vita possono realizzarsi tutte e due le direzioni e quindi un Giove che era la settima stimola negativamente Marte nella decima può significare che un partner che limita la propria emancipazione e che ciò crea attriti. Relativamente alla seconda domanda credo sia molto intelligente e non è assolutamente banale. Ricordo una volta che Stavo analizzando il tema di una donna che hai avuto una disgrazia con i figli e non vi era nulla in quinta casa ma soltanto un Saturno in dodicesima casa. Questo significa che la dodicesima casa raccoglie un po' di problematiche a 360 gradi. Lo stesso accade nella Rivoluzione solare e ci parla di problemi a 360° che possono coinvolgere le più svariate direzioni

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per anonimo del 29 alle ore 22:58
Siccome i Transiti sono subordinati alla rivoluzione solare e con Transiti pessimi possiamo ottenere cose bellissime e con Transiti ottimi possiamo avere cose Assolutamente negative allora possiamo soltanto valutare la cosa in funzione della rivoluzione solare punto un trasferimento si nota da buone posizioni di quarta casa e di non a casa contemporaneamente punto quindi in uno dei due settori ci deve essere Venere o Giove o il sole e naturalmente nell'altro settore non ci devono essere astri troppo preoccupanti come per esempio Marte o Saturno punto vanno bene urano e Plutone mentre Nettuno crea qualche problema in più.