DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

sabato 20 ottobre 2018

Previsioni coi transiti di Marte


L'astrologia indubbiamente non è una scienza esatta; e siccome credo esistano tante astrologie tante quante sono le scuole di pensiero, penso che quella che io studio invece sia una scienza umana. 

In quanto tale è necessario metterla alla prova attraverso dei controlli, il cosiddetto "follow up". Pertanto è sensato stabilire delle regole a monte, da usare per verificare gli assunti astrologici.

Se esiste un'azione meccanica delle potenze astrologiche sull'uomo, esse possono essere dedotte dalla pratica dell'astrologo quando con cadenze temporali specifiche verifica la corrispondenza tra un dato transito e un certo evento in un momento preciso dell'anno.

Una regola fondamentale identificata dall'astrologo Ciro Discepolo è quella che i pianeti in astrologia mostrano il loro effetto nello stesso momento in cui transitano con precisione sulla cuspide di una Casa astrologica. 

Siccome quasi nessuno può vantare di conoscere il proprio orario di nascita con assoluta certezza, cioè persino il minuto e i secondi, le Case astrologiche del proprio tema di nascita possono essere leggermente spostate di qualche grado in più o in meno rispetto alla posizione reale. Pertanto il passaggio di un certo pianeta su un preciso punto del nostro tema di nascita, può avvisarci del fatto che proprio lì si trova la cuspide di una Casa oppure no. E ci avvisa tramite un effetto astrologico che si traduce in un evento specifico.

Ciro Discepolo ha constatato che Marte produce un effetto più intenso rispetto a corpi celesti come il Sole, la Luna, Venere o Mercurio; ma allo stesso tempo i suoi passaggi sulle cuspidi delle Case sono meno frequenti di questi ultimi, ma più frequenti di Giove e degli altri pianeti cosiddetti lenti. Per esempio, Marte tocca la cuspide di ogni Casa ogni due mesi circa, mentre Giove tocca tutte le cuspidi del nostro tema di nascita nel giro di 12 anni. Per questo motivo,  Discepolo ha scelto di usare Marte come indicatore per stabilire, con maggiore sicurezza e nel più breve tempo possibile, dove sono collocate con precisione le cuspidi delle Case del nostro tema di nascita.

Sapere dove sono collocate con precisione queste cuspidi, ci aiuta a prevedere con maggiore precisione il giorno in cui tale pianeta toccherà i suddetti punti e manifesterà il suo potenziale astrologico. Ciro Discepolo paragona questo effetto a quello di una puntura d'ape perché il suo effetto si sente in maniera spesso dolorosa. Attraverso queste osservazioni possiamo correggere il nostro orario di nascita per poi controllare i passaggi dei pianeti lenti su questi punti e fare previsioni più accettabili e precise.

Giacché l'astrologia non è una scienza esatta, non sempre dobbiamo aspettarci lo stesso evento ogni volta che viene stimolato lo stesso punto. Ma siccome l'astrologia è una scienza che si basa sulle analogie, ogni volta che verrà toccato lo stesso punto si produrranno eventi che sono inerenti alle tematiche specifiche di ogni Casa astrologica.

Ogni Casa infatti si manifesta attraverso più espressioni correlate tra loro secondo il
principio delle analogie. Per esempio, il passaggio di Marte nella 5^ Casa del nostro tema di nascita si manifesta secondo un ventaglio di espressioni che sono tutte in attinenza con una "puntura" inferta al "piacere creativo". Perciò dovremo aspettarci eventi che riguardano una conflittualità amorosa, perché amore è piacere, oppure potremmo aspettarci una problematica a livello sessuale, perché il sesso è piacere. Oppure potremmo ancora sperimentare una critica a una nostra opera, perché le opere sono frutto del nostro piacere. Insomma, gli esiti sono molteplici ma è possibile in anticipo classificarli in maniera tale da non confonderli con l'espressione di altre Case astrologiche. 

Qualcuno potrebbe dire che nel tentativo di verificare un evento che ci aspettiamo, lo facciamo accadere involontariamente poiché ci disporremmo nelle condizioni, ideali seppure inconsciamente. Per evitare questo effetto di "autosuggestione" io procedevo verificando i passaggi dei pianeti sulle cuspidi delle Case dei miei consultanti prima ancora di verificarli anche su di me. Ancora oggi procedo avvisandoli di segnare su di un'agenda tutti gli eventi che accadono entro una certo numero di giorni, ma senza specificare loro cosa mi aspetto debba accadere, proprio per non creare alcun effetto legato alle aspettative e quindi alla suggestione. 

Dal resconto ricevuto capisco quando cominciano ad accadere gli eventi che sono attinenti con un certo settore astrologico e quando cominciano quelli attinenti a un altro. In questo modo potrò correggere il loro orario di nascita per avere la dimostrazione che esiste per davvero un effetto meccanico che dai pianeti si dirige sull'uomo. Se l'effetto che mi aspetto accada si manifesta in maniera regolare, allora vuol dire che è prevedibile e che l'orario di nascita dedotto da questa pratica, è preciso. 

Siccome non sempre è possibile rendersi conto di questa specie di "puntura d'ape", (perché non ritenuta abbastanza significativa o magari perché si è distratti da fatti più importanti), non sempre il resoconto del consultante sarà affidabile e completo. Perciò occorre procedere con queste verifiche per almeno tre anni, come suggerisce Ciro Discepolo. Ciò corrisponde alla verifica di circa 18 momenti da mettere alla prova e sono sufficienti per rendersi conto della validità della regola e della correttezza dell'orario di nascita da vagliare. 

Applicare il sistema a sé stessi è più difficile poiché non sempre si riesce a essere critici. Perciò è bene tenere appunti su un diario per segnarsi tutti gli eventi che accadono per poi controllarli a posteriori, senza calcolare in anticipo la data in cui aspettarsi un certo evento. Una volta accaduti gli eventi in linea con i significati di una certa Casa possiamo vedere dove è posizionato Marte, se molto distante dal punto in cui ci aspetteremmo agisse, oppure poco distante, o addirittura precisamente sovrapposto a esso.  

Passiamo a un esempio pratico (immagine sopra). 
Erigendo il mio grafico di nascita per le ore 21.58 la mia 6^ Casa astrologica sarebbe a 9 gradi e 56 primi dell'acquario. Marte transiterebbe su questo punto il giorno 10 ottobre 2018 portando la famosa "puntura d'ape" nel settore legato al lavoro e alla salute. L'effetto atteso si è verificato qualche giorno prima, e precisamente il 7 ottobre quando Marte si trovava a circa 8 gradi 40 dell'Acquario. Praticamente l'effetto si è realizzato prima del previsto. Ciò fa pensare che il mio orario di nascita sia da anticipare di qualche minuto. 

Infatti anticipando l'orario di nascita alle 21.52 la cuspide della 6^ Casa verrebbe a trovarsi proprio dove si trova Marte il 7 di ottobre 2018. Quel giorno infatti mi è venuto il torcicollo, un dolore al ginocchio e mi sono comparse delle bollicine in bocca nonché dei pruriti sul braccio. Nulla di grave, sia ben chiaro. L'evento accaduto non lasciava dubbi sul fatto che bisognava anticipare il mio orario di nascita di qualche minuto. 

Ma se fosse una pura coincidenza? Infatti non possiamo escludere reazioni fisiche e cicli fisici indipendenti dalle configurazioni astrologiche, ma legati ad altri cicli interni o a fattori di rischio esistenti nella quotidianità. Perciò l'esperimento va replicato numerose volte. La prossima tappa sarà quella di verificare l'ingresso di Marte sulla cuspide della mia VII Casa che avverrà, stante il mio nuovo orario, il 26 di novembre, oppure il 28 se l'orario invece non fosse affatto da correggere. Una volta verificato si procederebbe ad altre verifiche sino a togliersi tutti i dubbi. 


 

Nessun commento: