DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

domenica 4 gennaio 2015

Maradona e l'inversione dei segni.

Alcuni affermano che le persone nate a sud dell equatore nascerebbero col segno zodiacale opposto a quello di chi nasce a nord. Il motivo sta in un discorso legato alle stagioni. Stando a questa regola, anche le posizioni planetarie dovrebbero essere invertite. Così se a nord nascono soggetti con Marte in Vergine, a sud equatore nascerebbero con Marte in Pesci, il segno opposto. Per giustificare tale idea sono state formulate molte idee veramente coerenti, ma tutto è contraddetto dalle evidenze come quelle che vi propongo oggi parlando del tema astrologico di Diego Armando Maradona. Il soggetto è nato a sud dell'equatore e quindi dovrebbe avere un tema astrologico con posizioni invertite rispetto a chi nasce a latitudine nord.

Da questo grafico notiamo l'ascendente Scorpione che dovrebbe essere invertito in Toro. Possiamo confondere l'autolesionismo Scorpione con la placidità Toro? Questo primo elemento già contraddice l'ipotesi dell'inversione. Ma qui abbiamo la Luna opposta a Plutone e quindi si potrebbe pensare che sia questo aspetto a conferire quelle tendenze distruttive e che sarebbe accettabile un ascendente Toro. Ma andiamo avanti. Venere si trova in Sagittario. Il nostro campione ha avuto molte avventure amorose con donne straniere e ha avuto un figlio da una donna Italiana. Se Venere fosse nei Gemelli, da quale altro elemento astrologico potremmo trarre questa informazione? Ho cercato e ricercato ma non trovo nulla che possa sostituire questa posizione astrologica. Qualcuno potrebbe citare Marte in 9^ Ma commetterebbe un gravissimo errore in quanto Marte è significatore di aggressività e non di amore. Abbiamo una Luna nei Pesci. Se la Luna fosse in Vergine allora avremmo un soggetto ordinato, pignolo, conformista e puntuale. Ma non pare che queste siano le sue caratteristiche. Inoltre Marte in Cancro testimonia il bypass gastrico che gli fu impiantato nel 2005. Quale astro indica un'operazione (Marte) allo stomaco (Cancro)? La Luna, significatrice del Cancro crea un opposizione a Plutone e un quadrato a Venere, ma nessuno di questi elementi ha a che fare con le operazioni allo stomaco. Qualsiasi testo di astrologia confermerebbe che le operazioni allo stomaco sono date da Marte in Cancro e non da quella quadratura e opposizione.

È quindi ovvio che, sulla base di queste osservazioni, viene a cadere qualsiasi tentativo di inversione dei segni a latitudine sud. Non è possibile confondere un carattere tortuoso e sospettoso come quello di Maradona con un carattere ingenuo e bonario da Toro. Non è possibile sostituire in alcun modo Marte in Cancro con qualsiasi altra posizione e nemmeno Venere in Sagittario. 

Ultimamente stanno cambiando alcune mie idee circa i motivi dell'espressione dei segni zodiacali. Lo zodiaco che noi usiamo è tropico, cioè affonda le sue radici nel ciclo stagionale. Quindi l'equinozio di primavera c'entra con l'inizio di un ciclo. Lo stesso periodo però corrisponde all'equinozio di autunno a sud equatore. Di conseguenza è lecito pensare che il segno abbia a che fare con l'inclinazione dell'asse terrestre e quindi con le stagioni. Tuttavia è un errore attribuire analogie tra stagioni e segni zodiacali appunto perché esse variano da nord a sud mentre i segni rimangono invariati, come dimostrato da questo esempio e dalla mia esperienza in Madagascar. Di conseguenza l'inversione dei segni è inconcepibile a meno che non si vogliano sconvolgere totalmente i significati dei vari segni. 

Dopo queste osservazioni è lecito ipotizzare scenari che possano spiegare il funzionamento dell'astrologia. Pertanto ogni teorizzazione deve partire dalle osservazioni prima di tutto poiché non conta la coerenza delle proprie teorizzazioni, ma conta che siano coerenti con i fatti; e i fatti smentiscono l'inversione dei segni, ovviamente stando a una lettura "classica" del significato dei segni zodiacali, degli aspetti e delle posizioni dei pianeti nei segni. 

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Salve al!complimenti per l'articolo!
Personalmente credo che finché ci basiamo sul segno solare sarà impossibile capire il problema del rovesciamento dei segni in quanto esiste il fattore compensazione..
Però mi è venuta un idea..visto che gli altri elementi del cielo non sono compensabili,tra cui anche l'ascendente,bisognerebbe chiedere a chi conosce la fisionomia dei 12 segni attraverso questo elemento,che più di tutti dovrebbe riguardare l'aspetto fisico..
Magari dovremmo domandare a Discepolo se il sig Vanwood riusciva a capire segno&ascendente anche di persone nate a sud dell equatore,sempre che ne abbia avuto esperienza diretta..
Buona serata!
Fed.ric

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Se noti bene, qui non ci siamo basati sul segno solare ma sulle posizioni dei pianeti, proprio per non incorrere nel discorso della compensazione, vedi Venere e Marte nei segni per esempio. L'aspetto fisico non si determina solo dall'ascendente ma alle volte emerge di più la posizione del Sole nelle Case. È irrilevante se Van Wood fosse capace di riconoscere il segno di chi fosse nato a sud perché in ogni caso ho dimostrato che non si può sostituire con nessun altra posizione del cielo di Maradona la Venere in Sagittario foriera di amori con donne straniere, o il Marte in Cancro che indica il bypass gastrico.

Anonimo ha detto...

Ma secondo lei chi ha mercurio in sagittario,per non dire un altro pianeta,e diverso fisicamente da chi lo ha in vergine?
F.r

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Non possiamo attribuire una valenza fisiognomica a tutti i pianeti del TN perché ciò che ci caratterizza è sicuramente la componente genetica e secondariamente gli elementi più importanti del proprio cielo di nascita.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

NOn esiste uno studio che possa stabilire che Mercurio in Ariete o in Toro o in Capricorno si esprime con una tratto specifico.

Anonimo ha detto...

Secondo me la componente genetica e data dallo studio dei fattori astrologici che modificano il dna,e cioè si ritrovano anche nei cieli dei genitori..
Poi la variabile culturale dipenderebbe dalle dimensioni delle case placidus per il luogo di nascita e il periodo storico dato dai lenti..
Ovviamente non è il mio pensiero definitivo!ma mi piace pensare che non esista variabile non descritta nelle configurazioni celesti..
Buona serata!
F.r

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Considera che il fattore genetico funziona al 50% sulle tendenze di un uomo. l'altro 50% è dato da influenze epigenetiche, che io ho stabilito essere astrologiche. Se vuoi approfondire il discorso leggi questi articoli: http://alramiastrologo.blogspot.it/search?q=epigenetica

Scorri verso il basso e leggi l'ultimo della lista e poi passa a quelli successivi. Comincerai a capire di più il discorso delle variabili in astrologia e che appunto genetica e astrologia sono due cose separate.