DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

lunedì 19 ottobre 2015

La terminologia scientifica per l'astrologo moderno



Ho pensato che potesse essere utile sia a me che ai colleghi professionisti (che hanno un approccio "scientifico" alla materia) elencare i termini più diffusi nell'ambito scientifico per metterci al pari con gli altri professionisti ricercatori ed avere maggiore chiarezza di quel che facciamo, un po' per contrastare l'ondata New Age di pseudo spiritualismo che vede l'astrologia ormai inflazionata da affermazioni AUTOREFERENZIALI o da termini usati impropriamente.

Ecco l'elenco dei termini utili allo studioso moderno:

  1. Quadro teorico: ci informa della scuola di pensiero a cui facciamo capo; le conoscenze che abbiamo alle spalle. Leggi anche QUI per approfondire. Il quadro teorico si deve basare sull'autorevolezza delle fonti; dovrebbe garantire la criticabilità e la controllabilità delle proprie ricerche. 
  2. Teoria scientifica: serie di ipotesi, asserti, teoremi, legati tra loro organicamente e coerentemente. È un insieme di concetti per spiegare i fenomeni della realtà e per fare previsioni sul comportamento di questi fenomeni. Insomma, si tratta dell'organizzazione di ciò che si conosce. 
  3. Modello della teoria: è una rappresentazione astratta di una teoria e può essere logica, statistica o computazionale. Può essere semplice o complesso; ideale o tipico; statico o dinamico. Ci aiuta a comprendere la struttura generale della realtà, quali sono gli elementi base, e ogni termine ha un legame con un elemento astratto o concreto della realtà.
  4. Assioma: regole per sviluppare le inferenze contenute nel modello. 
  5. Asserto: affermazione che può essere vera o falsa rispetto alla realtà.
  6. Ipotesi: è un asserto sull'ipotetico legame o una dipendenza esistente tra due fattori.
  7. Legge: è un asserto che descrive delle regolarità e ha valore universale.
  8. Concetto: idea astratta data dall'interazione dell'uomo col mondo e si forma con l'esperienza. Il concetto è una sintesi tra sensazioni e riflessioni. per esempio il concetto di libertà o di giustizia. 
  9. Paradigma: fa parte del quadro teorico di riferimento e riguarda tutto quello che è riconosciuto universalmente e come può essere affrontato; come dovrebbe essere condotto un esperimento e con quali mezzi. Per questo è qualcosa di più del semplice "metodo scientifico".
  10. Tema della ricerca: è l'argomento generale della ricerca che ci interessa affrontare (per esempio "l'intelligenza in astrologia"). 
  11. Obiettivo della ricerca: perseguire un fine (stabilire per esempio che l'intelligenza in astrologia è data dalla posizione di Mercurio). 
  12. Problema della ricerca: il bisogno conoscitivo che spinge a fare proprio quel tipo di ricerca (per esempio il problema in questo caso sta nella necessità di avere maggiore conoscenza della propria intelligenza).
  13. Oggetto della ricerca: il singolo soggetto o un gruppo di persone (per esempio tutti i consultanti con Mercurio in Pesci). Parliamo di entità che appartengono al mondo 1 secondo la divisione di Popper/Eccles. CLICCA QUI per saperne di più.
  14. Proprietà dell'oggetto: una data caratteristica del soggetto, come per esempio l'intelligenza, l'altezza, il peso, il colore dei capelli, il segno zodiacale. Parliamo di entità che appartengono al mondo 2 di Popper/Eccles 
  15. Fattore: quando una proprietà può essere rilevata tramite l'osservazione, direttamente, allora si chiama fattore. Il fattore "altezza" può essere rilevato subito, osservando direttamente il soggetto.
  16. Costrutto: quando una proprietà che si riferisce a un individuo, è rilevabile indirettamente, ossia attraverso delle conseguenze: per esempio l'intelligenza si rileva in base alla capacità di svolgere velocemente un compito, oppure nella capacità di svolgerlo esattamente, o di trovare nuove soluzioni.
  17. Indicatore: è una proprietà rilevabile empiricamente del costrutto. Per esempio, relativamente all'intelligenza, il tempo di risoluzione di un compito è un'indicatore del livello di intelligenza. 
  18. Stato della proprietà: relativamente alla proprietà "intelligente" se è molto, poco o per nulla intelligente. In questo caso possiamo scegliere noi stessi quanti stati può assumere la proprietà che ci interessa. Parliamo di entità che appartengono al mondo 3 di Popper/Eccles. 
  19. Variabile: è un fattore (e quindi una proprietà dell'oggetto) che in qualche modo può essere matematizzato (L'altezza si misura in metri; il segno zodiacale si misura in base alla data di nascita). Si tratta di un'entità che può assumere più valori; per esempio Variabile segno zodiacale si divide in Ariete, Toro, Gemelli etc etc.
  20. Definizione operativa: le regole che ci aiutano a rilevare lo stato di una proprietà di ogni oggetto: per esempio, volendo calcolare il segno zodiacale sappiamo che ogni 30 giorni circa a partire dall'equinozio di primavera abbiamo la successione dei dodici segni zodiacali; oppure che volendo calcolare l'altezza di un uomo abbiamo il metro che a sua volta è diviso in centimetri.
  21. Metodo: come affrontare lo studio; se quantitativamente o qualitativamente.
  22. Tecnica: con quali strumenti di ricerca affrontare lo studio.


Ciao Giuseppe, ti scrivo perché avrei bisogno di avere qualche informazione a proposito del mio tema natale, in particolare sull'amore... Attualmente sono single, mi piacerebbe saperne di più, spesso mi trovo ad avere a che fare con situazioni complicate, uomini altrettanto complicati o molto più grandi di me... non capisco perché attiro questo genere di situazioni e mi chiedevo se più avanti vedi invece una situazione che potrebbe portarmi stabilità, quello che io ricerco... mi rendo conto che anche io, come potrai notare non ho un carattere non facile da gestire. (...) Grazie mille. Ti seguo sempre con grande interesse! 

Venere opposta a Urano e Nettuno in genere mostra la tendenza a vivere l'amore in maniera tale che ci sia sempre qualcosa che andrà in conflitto con le tue abitudini. Allora il desiderio di libertà sarà forte ma allo stesso tempo, siccome non si può rinunciare all'amore, tutto può essere vissuto con profonda angoscia e ambiguità. Insomma, bugie ricevute o dette; paure, indecisioni, timori forse troppo esagerati all'interno del rapporto di coppia. Come se non bastasse hai una dominante Saturno che ti rende a volte troppo malinconica, dura, severa. Questo forse ti fa apparire più grande di quel che sei ed ecco come mai attrai partner più grandi di te. Giove sulla cuspide della VII lancia un ottimo trigono al MC indicando la possibilità di fare un buon matrimonio o che potresti lavorare col partner e di fatto emanciparti grazie a lui. Mi viene in mente il caso di una donna con Venere e Giove in X Casa che dopo aver divorziato da un marito che la venerava si è innamorata di un uomo che le permette di fare una vita da benestante. Non hai Venere in X, ma Giove nella VII trigono al MC può aiutarti a trovare qualcosa del genere. Tra qualche anno Nettuno sarà in trigono alla tua Venere e finalmente Urano in quadratura sempre a Venere mollerà la presa. Potrebbe essere quello il momento in cui potresti incontrare una persona importante. Per il momento non credo possa esserci qualcosa di veramente valido. 

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao sono Stefy 26 2 64 Milano 10. 40 pensi ke posso aspettarmi ancora qualcosa dall'amore? Grazie sei unico.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ciao Stefy, benvenuta. Riscrivi lo stesso messaggio alla mia email ggaleota@libero.it e ti risponderò nel giro di qualche settimana dato che sono completamente sommerso dalle richieste. L'email mi occorre come promemoria e ti risponderò senz'altro rispettando l'ordine di arrivo rispetto alle altre email.

Anonimo ha detto...

Ciao Giuseppe, avere una dominante di saturno potrebbe pero' indicare anche nubilato o celibato giusto? Marta

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

È probabile cara Marta. Benvenuta anche a te.