DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

venerdì 19 agosto 2011

quali transiti per l'amore?




Quali sono i transiti tradizionali, (nn di rivoluzione), che sono portatori di amore e quali quelli di una separazione netta ed inequivocabile? la mia separazione ad esempio è stata contraddistinta dal passaggio di Saturno in 7ma quadrato a venere eppoi a marte..
grazie

Potrà sembrarti strano ma quasi tutti gli aspetti, indipendentemente dalla relazione angolare armonica o disarmonica, vanno letti sia al positivo e sia al negativo. Ti faccio un esempio: il transito di Urano sulla cuspide della VII^ casa porta un amore mentre quando due anni dopo fa trigono a Venere avviene la rottura del rapporto. E' esattamente ciò che è successo a un mio consultante.  Un altro esempio: abbiamo Giove che transitando in VII^ casa nel tema natale porta un amore. 12 anni dopo, quando ritorna nella stessa posizione invece porta una separazione o una grossa lite. Poi esistono altri aspetti che sono davvero pessimi come per esempio i passaggi di Saturno su Marte, sempre molto dannosi, e non mi è mai capitato che funzionassero positivamente. La congiunzione di Giove al Sole tante volte è dannosa (ben due volte l'ho visto portare grossi danni) ma sempre in corrispondenza con pessime rivoluzioni solari e con la concomitanza di alcune posizioni pericolose. 
Dovendo riassumere direi che Gli aspetti di Giove a Venere (armonici o disarmonici) possono portare un amore. Gli aspetti di Urano a Venere (armonici o disarmonici) possono portare tanto un amore quanto una rottura e ciò dipende dalla situazione attuale del soggetto in esame; gli aspetti negativi di Saturno possono portare a rotture mentre quelli armonici a un rafforzamento del rapporto; ma non sempre è così.
Aspetti armonici dei pianeti lenti al Sole, alla Luna o all'ascendente, possono portare tanto eventi positivi quanto negativi (dunque anche le separazioni o le unioni) in funzione del contesto generale descritto dalla rivoluzione solare e del tema natale.
Concludendo, secondo la mia esperienza e le prove acquisite consultando tantissimi grafici astrologici, non esistono posizioni specifiche che indicano inequivocabilmente una unione oppure una separazione. A una conclusione ci si arriva attraverso il ragionamento, attraverso la conoscenza della situazione attuale del soggetto e attraverso la lettura della rivoluzione solare.
Io procedo in questo modo: quando vedo che vi sono moltissimi aspetti sia armonici che dissonanti, allora comprendo che ci sarà un evento di una certa portata. La direzione dell'evento sarà descritta dalla posizione dei pianeti nelle case e dalla rivoluzione solare. 

9 commenti:

Erica ha detto...

Ciao Giuseppe. Io ti seguo abbastanza spesso, e seguo anche il maestro Ciro. Ti ho scritto altre volte. Volevo sapere una cosa che forse non ho mai capito o non ho mai compreso a fondo: cosa intendi quando parli di moltissimi aspetti armonici o disarmonici? Intendi quelli della RS o quelli di transito? E SOPRATTUTTO quanti possono essere "tanti"? 10? 20? So che per aspetti intendi congiunzione, opposizione, trigoni, sestili, quadrati, semiq. e sesquiq. Grazie. Un abbraccio!

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Non so cosa risponderti dato che ogni frase da me scritta ha un senso se letta in un contesto. Non so a cosa mi riferivo quando parlavo di "moltissimi aspetti armonici o disarmonici",non so a pro di che ho fatto questa affermazione.

Inviami il link di un mio post in cui parlo di quel che tu dici e vediamo di chiarirne il senso. Ora proprio non riesco a seguirti.

Erica ha detto...

Ma scusa... mi riferisco a quello che hai detto nell'articolo "Quali transiti per l'amore", le ultime righe. L'ho postato apposta qui sotto!!!!!!!!!!

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

perfetto: in questo caso mi riferisco ai transiti.

Vogio dire che quando abbiamo un moltitudine di transiti e nella totalità sono sia armonici che disarmonici allora accade un qualsiasi tipo di evento descritto dalla RS.

Per moltitudine non possiamo intendere un numero definito perché ogni caso è a se stante. Diciamo che un evento di una certa portata accadrebbe nel caso in cui per esempio ci fosse un trigono di Giove una quadratura di Saturno, una quadratura di Urano e un sestile, Nettuno in congiunzione, Plutone in sestile. Ecco: almeno due o più dei pianeti lenti devono fare una serie di aspetti ai pianeti radix, soprattutto se all AS, al Sole, alla Luna e al MC.

Erica ha detto...

Ecco, ora è più chiaro, grazie mille per le tue chicche.

Bajema ha detto...

Ciao Giuseppe, bell'articolo.Parli di Urano in / casa...quando Urano si troa in / casa, opposto o quadrato al nostro sole o ascendente e in più si ha pure Urano in / di Rivoluzione, cosa bisogna aspettarsi? Essenso già in coppia, intendo.E' lecito pensare ad una separazione, unitamente a trnsiti disarmonici di Saturno e Plutone???

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Beh, aumentano le possibilità. Oppure aumentano i rischi che possa succedere qualcosa di imprevisto al partner. Cause legali.

sissi ha detto...

anche aspetti di Giove sul nodo. per esempio la prima volta che mi sono sposata Giove di transito era sul mio Giove natale in Ariete e anche il nodo si trovava in Ariete benché il mio natale sia in Cancro. "combinazione" anche il mio secondo matrimonio aveva quel transito di Giove sul mio natale sempre in Ariete...ma poi li ho lasciati tutti e due e vivo un altro rapporto ..

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Dispongo di più di 200 date di matrimonio e mai una volta Giove di transito era in congiunzione al nodo nord o sud, o che i nodi c'entravano qualcosa. Questo significa che un singolo caso non è sufficiente per dire che questo transito produce effetti positivi o negativi e che quindi produce un effetto. Quindi bisogna accettare l'idea che qualche transito che sembra essere significativo è solo casuale, cioè, stando alle varie combinazioni che si possono creare nel corso di una vita, è possibile che possa crearsi anche questo per puro caso in un giorno significativo. Qualcuno potrebbe dire che nulla accade per caso; ma ciò significherebbe che per ognuno accade qualcosa di diverso e che non esiste una regolarità di fondo. Se non esiste alcuna regolarità non si può definire, allora, che tale transito significa tale cosa, e che un altro transito significa qualcos'altro. Inoltre non potremmo dire che un dato transito è significativo per tale soggetto anche perché non esiste la prova: si tratterebbe solo di fede e nulla di concreto. Sarebbe come a dire che il volo di un uccello appena usciti dalla chiesa nel giorno del proprio matrimonio influenzerà il rapporto. Si scade nella superstizione. Allora, che possa succedere che nel giorno del matrimonio si crei un aspetto col nodo lunare, non significa automaticamente che è un aspetto che produce matrimoni o relazioni significative; perché se fosse così dovremmo trovare spesso questo transito in molti temi, in a misura tale che si verifica con un numero superiore ala media statistica. Ovviamente 200 casi sono pochi; ma mi riferisco anche alle migliaia di cui non ho conservato i dati in venti anni pratica. Concludendo, in sintesi, i nodi non c'entrano nulla.