DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

giovedì 15 ottobre 2015

La 1^ Casa


Scusatemi se parlo delle Case astrologiche senza rispettare un ordine; ma preferisco scrivere in base allo stato del momento.

Oggi trattiamo la I Casa e per parlarne vorrei partire da un concetto affrontato durante l'interpretazione dell'8^ per alcune differenze e condivisioni. Ho scritto QUI che rappresenta il nostro bisogno di porre fine a qualcosa, l'istinto distruttivo per ricominciare; tant'è che rappresenta la morte. La I Invece rappresenta il nostro modo e quindi il bisogno di avviare qualcosa; come iniziamo a fare qualcosa: chi ha la I Casa nel segno della Vergine per esempio è piuttosto cauto e questo potrebbe servire nel caso in cui il soggetto appartenesse a un segno troppo impulsivo come l'Ariete o il Sagittario. 

Ho esordito dicendo che per parlare della I Casa volevo partire da un concetto affrontato precedentemente. Ecco: questo è un esempio pratico di partenza, inizio di una discussione, conversazione proprio alla maniera di un ascendente Vergine che è critico e analitico. 

La cuspide della I Casa corrisponde all'ascendente; ma ciò non toglie che l'intera Casa possa toccare anche un secondo segno. In questo caso ipotizzo che si tratti di qualità che si sviluppano col passare del tempo e che quindi la cosa sia da leggere in chiave evolutiva.

La I Casa è l'impulso a fare qualcosa di inerente il segno dell'ascendente. Un soggetto con per esempio il Sole in Vergine in I Casa dovrebbe avvertire l'impulso irrefrenabile di muoversi facendo ginnastica; oppure comincerebbe la giornata organizzando ogni spazio. La I Casa nello Scorpione per esempio vuole cominciare le cose criticando il vecchio; oppure senza svelarsi mai completamente. 

Questo settore è in analogia con il primo segno zodiacale, ossia l'Ariete. In entrambi i casi vi è l'impulso a bruciare energia; cosa che si trova in accordo con lo Scorpione/8^ Casa, quasi certamente per la posizione condivisa di Marte.  Mi risulta ancora difficile scorgere la differenza tra un'espressione più "esterna" (I Casa) e una più interna (8^ Casa) del pianeta. 

Vista questa analogia tra Ariete e I Casa, chi è fortemente segnato da essa è generalmente impetuoso, impulsivo. Ho scritto altrove che è come se si avvertisse la necessità di "nascere" costantemente; ed è perciò che spesso e volentieri troviamo inventori, innovatori, persone che si avventurano in cose nuove e che in qualche maniera cercano di "rifondare" ma senza abbattere, come invece farebbe un'8^ Casa. Nascere significa venire fuori dalla propria zona di confort e recidere (come si fa col cordone ombelicale) con ciò che può rappresentare un freno; da qui il carattere brusco e talvolta radicale: chi ha un Sole o Marte in I Casa con facilità può tagliare i ponti con chi si dimostra essere un ostacolo alla sua libertà d'espressione. Innovazione significa anche individualità: cosa, di così personale, mettiamo in ciò che facciamo. Questo qui sotto è il TN di Thomas Edison, uno dei più grandi innovatori della storia, con Luna e Marte (a Cavallo tra due Case) in I. 

La I Casa è la voglia di fare, di buttarsi a testa bassa in ogni situazione; e ciò un po' ripropone l'immagine dell'Ariete che anticamente era quella trave che serviva per sfondare i portoni dei grandi castelli. Non parliamo ancora di fiducia in sé stessi (come invece possiamo leggere dal Sole forte o dalla 5^ Casa) e nemmeno di fiducia nel mondo (come leggeremmo da valori Sagittario);  




Questo qui è invece il TN di Ciro Discepolo che ha "rifondato" l'astrologia sulla base di un atteggiamento severo e razionale (Cancro compensato all'ascendente).



Salve Al Rami,
ti scrivo per sapere se mio marito G. sarà finalmente eletto alle prossime elezioni comunali che si dovrebbero svolgere ad aprile o maggio (ma più sicuro aprile) 2016!
Lui ci tiene molto a questa cosa ma ha paura di ciò che potresti dirgli!
Io però sono curiosa ed è per questo che ti contatto, affinché tu possa esaminare il quadro astrologico di aprile e maggio e vedere se ci sono elementi che  indichino una possibile riuscita!
G. è nato a (...)
Ti ringrazio già da adesso e ti faccio i  miei  complimenti per la tua professionalità!
G. 

Mi pare di essermi espresso favorevolmente qualche tempo fa, mentre osservavo la rivoluzione solare in corso che presenta il Sole in X, Giove e Venere in cuspide X/11^. Naturalmente non sappiamo se gli appoggi e le protezioni, la fiducia della gente sia poi sufficiente per ottenere certi risultati. Occorre che nelle date suddette ci siano transiti importanti e che contemporaneamente anche la RL sia idonea allo scopo. Aprile mi sembra un momento di delusione a causa di Marte e Saturno in VII. Inoltre abbiamo pure Nettuno in X che crea angosce relativamente alla propria situazione sociale. Aprile lo scarterei. Maggio invece mi sembra molto più valido grazie a Giove nell'11^ casa, e uno stellium con Venere in VII. I transiti mi sembrano davvero poderosi e credo proprio, che se non si tratta di una elezione a consigliere comunale, allora ci sarà qualcos'altro di importante. 

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno a te Peppone,

in questo articolo ho letto la definizione di "Cancro compensato" riferita al TN di Ciro Discepolo: che cosa significa?

Intuitivamente ho quasi subito pensato al fatto che potesse riguardare la posizione del suo sole di nascita praticamente attaccato all'asse del ascendente (o perlomeno qualcosa di simile dovrebbe essere)...

Avanti così e non fermarti mai!

Buona domenica,

Giuseppe SR

Anonimo ha detto...

Discepolo non e' un cancro classico??
Secondo me si..
R

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Caro Giuseppe SR, la compensazione del segno è un processo mediante cui il soggetto si comporta come se fosse caratterizzato dal segno solare opposto a quello di nascita. Dunque, se si è nati sotto il segno del Cancro ci si comporta come da Capricorno. Ovviamente non ci devono essere altri fattori astrologici a corollario. Per esempio, prendendo il tema di Ciro Discepolo che si definisce un nazista, rigido, per nulla tenero e timido come potrebbe essere il Cancro, non scorgiamo nulla che possa rimandare alla rigidità Capricorno: per esempio non ha una dominante Saturno e l'astro non crea aspetti coi luminari; Il Sole dominante è più Leone; mentre il Sole in I Casa è Ariete, dunque ancora nulla che ricolleghi alla durezza del Capricorno; Marte è dissonante a Urano, Venere e Mercurio; ma anche questi non spiegano la sua freddezza e razionalità. Sasportas in un suo testo parla di astrologia in chiave evolutiva e nascere sotto un dato ascendente indica che dobbiamo riuscire a integrare a noi anche il discendente poiché rappresenta il lato di noi stessi che proiettiamo sugli altri. Relativamente alla posizione del Sole è qualcosa di analogo, ma con la differenza che qui non si parla di integrazione, ma di inversione vera e propria.

Anonimo ha detto...

Peppone,

allora io che come sai sono un asc Leone tecnicamente sarei in qualche modo legato anche dall' Aquario?

Questo ragionamento potrebbe in qualche modo ricollegarsi al discorso del cosiddetto "risucchio" dei pianeti nell'opposto settore zodiacale tale che quindi il mio Sole in 12^/1^ in realtà a causa del fenomeno risucchiante lo farebbe risultare essere in 6^/7^ e dunque rendermi più un Vergine-Bilancia che non un Pesci-Ariete (di cui posseggo pure un po' delle caratteristiche)?

In effetti, se devo essere sincero personalmente non mi sono quasi mai rispecchiato completamente nelle caratteristiche leonine, so di esserlo ma posseggo ben poche di quelle qualità e invece al contrario più spesso mi è successo di riconoscermi in valori Aquario probabilmente dovuto al fatto che ho Urano appena entrato in Sagittario in 4^...

ma è vero come ho letto da qualche parte che la 4^casa con i pianeti che contiene e i segni in cui cade è in realtà il vero rivelatore della nostra personalità e fisicità anche più della casa in cui cade il Sole e lo stesso segno di nascita?

Giuseppe da Siracusa.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Contrariamente alla questione del Sole compensato non ho mai notato in vita mia, in nessun caso, la storia del risucchio. Mai visto in vita mia. Tu che sei Leone potresti occasionalmente vivere da Aquario, sì.

Non ho capito invece la seconda domanda. Per identificare i tratti fisici abbiamo a disposizione in ordine di importanza:
1) Sole nelle Case
2) segno Ascendente
3) segno solare.

La personalità è data dall'insieme del tema. Il nucleo della personalità è dato da
1) Sole nelle Case
2) Sole nei segni.

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe molto se potessi approfondire la questione del risucchio in un post apposito perché sarebbe davvero molto interessante capire, ho si letto qualcosa ma in realtà non così da capirci più di tanto, interessante sarebbe se spiegassi che cos'è, come funziona, come e perché si verifica (o non si verifica) e tutto ciò che ci può essere d'interessante da scrivere per spiegare, chiedo troppo?

La seconda domanda riguardava qualcosa che mi è capitato di leggere recentemente prima di scoprire e avvicinarmi al tuo blog, stando a ciò che ho letto è un qualcosa che ha a che fare pure con le cosiddette "case dell'occulto" (le case d'acqua 4^,8^,12^), cioè essendo la 4^casa quella indicante le motivazioni sulla nostra attuale reincarnazione (però qui forse mi rendo conto che si entra in un settore che a te non compete) non sarebbe proprio quest'ultima casa in realtà a determinare ciò che noi saremo durante la nostra permanenza sulla terra sotto l'aspetto fisico, psichico, caratteriale, comportamentale ecc.

Per cui se sai qualcosa a riguardo chiariscimi le idee che mi faresti un grosso favore, durante la settimana cerco di fare mentalmente una specie di sunto di ciò che la domenica ho letto qui.

Passa una buona settimana,

Giuseppe.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Relativamente alla questione dell'effetto risucchio ho scritto prima che non l'ho mai notato in nessun caso e quindi non saprei proprio cosa scriverti. L'opposto è per i segni compensati di cui ho scritto davvero molto in passato e non ti resta che cercare online qualche mio articolo digitando "Al Rami segni compensati".

Relativamente alle Case d'acqua in relazione alla reincarnazione, non penso si possa dire un granché. Possiamo ipotizzare mille cose usando la logica più ferrea possibile; ma se non possiamo verificare nulla di ciò che ipotizziamo allora tutto rimane un eterno punto interrogativo, contrariamente a ciò che invece può essere sondato e verificato, e quindi corretto. Hai detto bene che è un settore che non mi compete ma perché volutamente non amo studiare cose che bisogna accettare obbligatoriamente senza possibilità di verifica. Ma se volessi "giocare" a usare la logica per far quadrare i conti come piace a me, (ed è questo quel che si fa con l'astrologia esoterica o karmica), direi che la X Casa è quella che ci indica quello che noi saremo. Infatti la X rappresenta la nostra capacità di staccarci dal passato per divenire autonomi e realizzati. Se noi non abbiamo alcuna possibilità di evolverci e siamo irrimediabilmente legati al nostro passato, allora la IV Casa può dare indicazioni utili. Ma questo è solo un gioco e per questo rimango con i piedi per terra dicendo che: la IV Casa rappresenta la mia famiglia e le mie radici, i miei legami, le mie dipendenze, ma senza la pretesa di credere che esse siano legate a vite passate, e senza nemmeno la pretesa assurda di pensare che a causa di esse sono destinato a vivere un destino. È un'idea troppo vecchia e poco realistica per me.