DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

sabato 22 aprile 2017

I Pesci e la cura



Gentilissimo, ecco i miei dati: (...) Non mi sono spostata per il mio compleanno e la RS sta già facendo un po' di danni (ho lasciato un amore che mi ha imbrogliato, rubato soldi, sono senza lavoro, ritardi negli studi di marketing, problemi alla retina, niente guida, ciste dal dentista). Avevo chiesto come esorcizzare la mia RS nel suo blog (senza darle i miei dati). Ho letto Simboli Planetari. Se ha dei consigli, sono molto graditi. Cordiali saluti.

Altre volte ho notato che avere Giove in VII Casa, ma leso come nel suo tema natale, significa unirsi a partner spendaccioni, esagerati, truffatori. Insomma, questo quadro astrologico ci dice che se già è difficile trovare un partner sincero e onesto, con quelle configurazioni diviene ancora più difficile. Sembra che lei, quando si tratta di partner, perda totalmente la razionalità, la lucidità e la ragione. Perciò occorre riflettere su quel che la attrae degli uomini con cui si unisce: ci saranno sicuramente dei dettagli che sottovaluta, che non vede o che non vuole vedere e che non le permettono di riconoscere in tempo le persone con cui cerca un contatto stabile. La stessa cosa vale anche per le associazioni lavorative, di studio etc. etc. Molto dipende dal fatto che lei vive in un mondo di fantasia dato che sia il Sole, sia la Luna e anche l'ascendente sono nel segno dei Pesci, tra l'altro tutti in opposizione con Giove stesso: da qui la profonda ingenuità, gli eccessi. Per non parlare poi della pessima congiunzione Marte-Saturno in 12^ Casa che fortificano ulteriormente i valori Pesci portando anche le patologie tipiche del segno: problemi alla vista, ai piedi, nonché timori e paure che nel suo caso possono portare a blocchi psicologici importanti. La necessità di sfuggire, vivere in un mondo utopico, immaginario, rifuggendo la vita reale, è anche data dal sestile tra Sole e Nettuno. Perciò lei è la quintessenza dei valori Pesci, uniti a una componente impulsiva data dai pianeti in I Casa. 

Tra l'altro, leggendo i transiti del monento, Nettuno è praticamente sul Sole radix e questo giustifica quanto le è accaduto e le sta accadendo: ancora una volta si fortificherà la sua necessità di evadere, anche attraverso una forma artistica o di spiritualità. Il che sarebbe un'ottima valvola di sfogo. Le consiglierei proprio di invogliare quel Nettuno in qualcosa di mistico: una fede per esempio, o lo studio di filosofie esotiche. Insomma, se il desiderio è quello di evadere dalla realtà, meglio farlo in questo modo prima che si possa cadere nella tentazione di usare droghe o di far uso di psicofarmaci che potrebbero ingabbiarla per molti anni in una condizione da cui non potrebbe più venir fuori. Ma evadere forse non è la cosa migliore: quel che le consiglierei di fare è di raccontarsi la sua storia in maniera da trovarci qualcosa di costruttivo; ma soprattutto dovrebbe partire dal presupposto che nella vita tutto è in movimento, tutto cambia, e che quindi la sua situazione certamente migliorerà anche se, un po' come tutti, dovrà affrontare numerose sfide. La sensibilità ne risulterà arricchita, ma non cada nel precipizio dell'ipocondria e si armi di coraggio, forza, fiducia. 

L'ideale sarebbe che lei all'opposto si concentrasse su qualcosa di concreto, una volta attraversato questo momento difficile, una volta che Nettuno si sarà allontanato dal Sole radix. Marzo 2019 finalmente potrà e dovrà rimboccarsi le maniche per venire fuori da questo mondo di fantasia, di sogno, ideale, che la spinge a commettere errori o a rifugiarsi per sfuggire alla realtà. Perciò dovrebbe cimentarsi in attività estremamente pratiche, concrete, per riprendere il contatto col mondo reale. 

Nel frattempo, dato che i transiti non consentono questa trasformazione, e la RS attuale sembra convergere in direzione del sacrificio, quello che potrebbe fare è sicuramente dedicare moltissimo tempo agli svaghi, ai giochi, ai piaceri della vita, ma sempre senza eccedere, senza strafare: pertanto, niente bibite alcoliche, niente caffè, niente fumo. Si impegni a studiare qualcosa di serio per la sua salute psicofisica e se può, faccia visita in luoghi religiosi come per esempio Lourdes, San Giovanni Rotondo, Loreto, per donare un po' della sua assistenza ai bisognosi. Se già lo fa, allora continui così. Se può faccia un corso da infermiera o cerchi lavoro in un canile. 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

In alto potete vedere l'immagine doppia del dio Oannes, la divinità pesce anfibia da cui gli antichi ebbero, a loro dire, le conoscenze sugli "astri". Visto che siamo in tema di "Pesci" mi sembrava idoneo informarvi che prossimamente scriverò un articolo su questo argomento, materiale che serve, come anche gli altri sulla storia dell'astrologia, a introdurre il mio lavoro di ricerca che spero vedrà la luce tra circa due anni. Il materiale presente in bibliografia fungerà da supporto alle mie tesi che posso anticiparvi sono originali e alternative alle ipotesi che vedono nell'astrologia il frutto degli insegnamenti di esseri provenienti da altri mondi. Questa ipotesi non mi ha mai convinto; e mano a mano che procedo nel mio lavoro di ricerca mi convinco sempre più che bisogna calcare altre piste. Tuttavia non mancherò di parlare anche degli  Anunnaki, gli dei che si sostiene siano giunti sulla Terra per estrarre oro col fine di utilizzarlo per proteggere l'atmosfera di Nibiru, il loro pianeta. Già abbiamo visto che i Babilonesi chiamavano Nibiru la stella Polare così come anche Marduk, il pianeta Giove. Perciò con lo stesso nome designavano diversi corpi celesti. Il che mi fa pensare che Nibiru non fosse il nome di un oggetto, ma forse un aggettivo o qualcos'altro. Sia ben inteso che credo all'esistenza di altre forme di vita al di fuori del nostro sistema solare, ma sono quasi convinto al 100% che le conoscenze astrologiche, matematiche, astronomiche, siano il frutto unico dell'intelligenza umana. Vedremo di analizzare anche le teorie di Sitchin, ma sempre facendo affidamento al lavoro di importanti ricercatori, storici, archeologi e antropologi accreditati. Come spiegato altre volte, il mio obbiettivo è quello di elaborare un testo che non sia mai stato scritto da nessuno: studiare le condizioni psicologiche, antropologiche, sociali che hanno condotto l'uomo a creare parallelismi tra il cielo e la terra, e come sia possibile che questa corrispondenza sia reale. Per scoprirlo bisogna fare un viaggio indietro nel tempo come vuole il mio Sole nel  Sagittario e in Casa IV. Resto in attesa di una vostra collaborazione per individuare il titolo: ho già ricevuto qualcosa di interessante, ma sono ancora in cerca di qualcosa che sia definitivo.

mercoledì 19 aprile 2017

Morgan e la polemica con mediaset



Ciao Al, Fabiano Antoniani, in arte Dj Fabo, è nato il 09-02-1977 ore 14:50 Milano.
Nel giugno, il 13, 2014 ha subito l'incidente che lo ha reso cieco e tetraplegico, guardando il tn nessun pianeta in 3 o 9!
Mi potresti dire dove lo si può leggere questo pericolo? OK Sole in 8a opposto saturno ma è sufficiente ?
Grazie e bgiornata. 


Il Sole in 8^ ci parla della morte in senso lato. Ciò ovviamente non è sufficiente a giusticare la propria morte in giovane età. Ma può essere indice di incindenti. Mi è capitato infatti di analizzare alcuni altri casi e in uno vi era Marte in 8^ che si è espresso proprio con la parlasi del soggetto a seguito di un grave incidente d'auto, senza che fosse coinvolta la 3^ Casa. Rischi di morte e coma profondo li ho riscontrati con Marte e Giove in 8^ (il miracolo) ma anche con Marte e Saturno (anche in questo caso incidente d'auto e nessun fattore di 3^ Casa). Nel caso del Dj Fabo penso abbia giocato un ruolo importante Nettuno in 6^ (patologie legate alla vista e angosce per la salute), Il signore della 3^ Casa in Leone (il Sole) però è in 8^ e questo giustifica indirettamente l'accaduto. Non possiamo sottovalutare la quadratura tra Marte e Luna che riguarda la spericolatezza. Se posso esprimere la mia personale opinione, non credo che l'orario di nascita sia esatto. Penso che Marte e Mercurio siano in 8^, che il Sole sia in 9^ (ha vissuto all'estero e amava ogni tipo di sport) e Saturno finirebbe in 3^ mentre l'ascendente cadrebbe nei Gemelli. Da dove hai estratto questi dati? Non mi convincono, non mi convince abbastanza nemmeno la RS dell'evento e nemmeno i transiti.  

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DOC possibile che io abbia la peggiore congiunzione Marte Saturno tra pesci e Aquario e la migliore congiunzione venere Giove . Dammi una botta di acculturazione? Bacio Flo 26 2 64 va 10.45 am. Da estratto mia mamma si ricorda 10.30. Grazie .

 In effetti il grafico parla chiaro anche se occorre fare un distinguo: la congiunzione Marte-Saturno è più larga della congiunzione Venere-Giove. Perciò è più forte la seconda. Il che equivale a dire che le caratteristiche di questo aspetto sono vissute con forte intensità. In sintesi parliamo di due settori segnati in maniera opposta: l'uno al negativo e l'altro al positivo. Perciò abbiamo il coesistere di due forze contrapposte che si bilanciano anche se i pianeti in 12^ sono più forti. Io vedrei Venere-Giove come il miracolo che salva dalle situazioni più difficili espresse da Marte-Saturno-Sole in X/11^. 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Buona sera Dott. Galeota volevo ringraziarla per la risposta che mi ha dato è stato molto chiaro sulla mia situazione che non è delle miglioriori a quanto ho capito per via di saturno in prima e di marte in sesta. I miei cugini mi hanno invitato a passare il mio compleanno a Parigi a casa loro, può questo viaggio migliorare in qualche modo la mia situazione? Può gentilmente se le possibile rispondere a questa domanda altrimenti richiederò il servizio il più presto possibile. Nel ringraziarla ancora del servizio offerto le auguro buone feste.

Il compleanno avviene il 20 e non il 21. Quindi domani. Se l'orario è esatto al minuto sarebbe meglio che lei si trovasse a Parigi entro le 21.00 locali. Altrimenti è meglio Ragusa. Ma entrambe lesoluzioni sono scadenti, per un motivo o per laltro. 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 Buongiorno Dott.Galeota
ho avuto il piacere di avere già sue consulenze in passato, sono nata a (...) (orario esatto verificato da estratto di nascita)  vorrei chiederle se attraverso la mia rivoluzione solare può dirmi quando ci sarà per me una svolta in ambito sentimentale se dovrò ancora aspettare molto visto che mi trascino da tempo una relazione ormai in crisi e priva di emozioni
grazie per il tempo che mi dedicherà
M.
 Osservando i transiti, ma molto sommariamente, credo che tra breve qualcosa potrebbe concretizzarsi: intendo nell'anno astrologico 2017-18 a partire dal compleanno. Però non credo che possa giungere qualcosa di risolutivo. I primi transiti che potrebbero essere validi li abbiamo ad agosto 2018, quando Nettuno transiterà in trigono a Saturno in VII. Credo possa trattarsi di un momento importante. Altrimenti dovremmo aspettare ancora altri anni prima che Urano transiti in 5^ Casa. Intanto questo anno ancora in corso mostra il transito di Saturno in I Casa che pone freni alle emozioni. Sebbene la rivoluzione solare prossima mostri un deciso miglioramento della condizione ludica ricreativa, non sono certo che questo si evolverà anche in una relazione sentimentale stabile perché Saturno in I Casa corrisponde ad anni in cui bisogna fare i conti con sé stessi e con la propria solitudine. Dobbiamo inoltre aggiungere che con Saturno nella VII Casa del Tema Natale,è chiaro che l'amore giungerà tardi. Tutto ciò, letto molto velocemente; ma come specificato altre volte, per una lettura approfondita rimando a una consulenza in privato.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Questo qui sopra è il grafico di rivoluzione solare di Marco Castoldi in arte Morgan.  Mi sono occupato di analizzarlo dopo aver appreso dai media dell'epidosio che lo vede coinvolto in una discussione con Mediset dove non sono mancati botta e risposta al vetriolo. A me Morgan piace molto come personaggio televisivo proprio per la sua originalità Aquariana da Sole in 11^ Casa, portata però con il tipico rigore Capricorno. Marte dominante in Scorpione è l'autolesionismo e l'impulsività che lo rende certamente spontaneo anche se tenebroso e polemico. Nonostante le modalità di azione siano impetuose, l'animo è nobile (Luna in Leone). La RS in corso mostraSaturno in 2^: la caduta d'immagine e isoldi che probabailmente dovrà sborsare a seguito delle querele ricevute da Mediaset.Tra dicembre 2017 e il prossimo compleanno Saturno sarà in congiunzione sul suo Sole radix: un momento di grandissima responsabilità nonché di isolamento per crescere e maturare. Intanto, il prossimo mese lunare a partire dal 3 maggio lo vedremo assalito dalle angosce (Nettuno in I) mentre Giove in VII potrebbe suggerirgli una riappacificazione, un compromesso o quantomeno il sostegno di qualcuno (mi sembra ovvio a prescindere dagli "astri"). Mi aspetto un fulmine a ciel sereno relativamente la sua condizione economica e la sua immagine. Decisamente meglio dal 30 maggio.  

giovedì 13 aprile 2017

Gli astrologi che si fanno pagare


Che differenza c'è tra un medico e uno studioso di medicina? Il primo si fa pagare, mentre il secondo no. E nessuno mai si sognerebbe di dire che tutto ciò non è etico. Sarebbe diverso se lo studioso privo di un titolo e di esperienza si facesse pagare. Ma quando si parla di astrologia e di astrologi, invece, sembra che non sia più così facile capire cosa sia etico e cosa no. Diciamo chiaramente ed esplicitamente che l'astrologia non è una scienza esatta. Tra l'altro, se tanto della sua efficacia sta nel metodo, moltissimo sta pure in chi la usa. Perciò, a parità di conoscenze, le attitudini di ognuno possono fare la differenza tra una buona e una pessima consulenza astrologica. Perciò risulta difficile stabilire chi è veramente competente; e se non fosse competente e si facesse pagare per la sua prestazione, allora non vi sarebbero dubbi: non è etico.

Alcuni studiosi di astrologia storcono il naso all'idea di prendere un compenso e non vedono di buon occhio chi invece lo fa. A sentir loro, l'astrologia dovrebbe essere applicata gratuitamente, sempre e comunque. Per esempio c'è chi addirittura si era fissato con l'idea di copiare sul web interi brani di alcuni libri, alla faccia del copyright. Sembra essere una visione troppo idealizzata della realtà, come se si potesse vivere di aria. Insomma, chiedere un compenso non sarebbe etico, ed è visto un po' come approfittarsi della gente. 

Ma potremmo dire altrettanto dello psicologo quando chiede che la sua parcella sia pagata? Si potrebbe obiettare che la psicologia è una scienza mentre l'astrologia no. Relativamente giusto. Non intendo qui affrontare argomenti a carattere epistemologico per stabilire cosa è scienza e cosa no; ma partiamo però dal semplice presupposto che a prescindere dal valore di verità di certe asserzioni o dalla loro falsificabilità (in termini Popperiani), ciò che conta è che l'astrologia è un sapere come mille altri. Ogni sapere consta di studi, e soprattutto questo necessita di una elasticità mentale notevole nonché di una cultura straordinaria. Non si tratta certamente dell'oroscopo dei giornali e della TV che invece richiede anche un bassissimo livello culturale e intellettivo per essere stilato. Perciò, se persino per imparare a ballare il liscio bisogna pagare, non vedo per quale ragione non si dovrebbe pagare l'astrologo che offre un altro tipo di conoscenza. Certo, l'insegnante di liscio potrebbe offrire lezioni gratuite, ma questo non farebbe di lui una persona più etica di chi, invece, richiede un compenso.

A parte ciò, c'è questa idea generalizzata che quando l'astrologo si fa pagare in realtà sia un truffatore. Un binomio sin troppo semplicistico, superficiale, nato pure a causa di chi si avvale del ruolo di astrologo per truffare la gente, spesso vendendo talismani a base di sale da sciogliere in acqua o borotalco spacciato per polvere magica, etc. etc. La cronaca insegna: maghi e cartomanti che pretendono di curare il cancro o di levare il malocchio, purtroppo continuano a mietere vittime estorcendo grosse somme di denaro ai poveri malcapitati che, mossi dalla loro sofferenza, si affidano a questi ciarlatani. Perciò nell'immaginario collettivo diviene assai facile pensare anche all'astrologo come al ciarlatano che abusa della credulità della gente. Del medico non si pensa una cosa del genere; eppure anche in questa categoria possiamo trovare persone che svolgono il proprio lavoro in maniera eticamente scorretta applicando procedure e comportamenti deplorevoli. 

A pochi viene in mente che il compenso possa mettere in moto un meccanismo psicologico che spinge a fare le cose al meglio che si può. Tutto dipende dai propri valori: se il valore attribuito al denaro è al di sopra di tutto, allora è chiaro che si cercherà di possederne in gran quantità a prescindere dal grado di professionalità investito nella pratica. Se il valore più importante è invece quello di offrire una conoscenza efficace, attendibile, allora il compenso funge da stimolo: responsabilizza l'astrologo che si sente in dovere di offrire un prodotto professionale. Chi non chiede un compenso, difficilmente potrebbe sentrisi veramente e fino in fondo cosciente del valore del proprio operato. Perciò potrebbe offire un prodotto poco efficace proprio perché non è condizionato da alcun vincolo nei confronti del consultante: male che vada avrebbe la coscienza apposto, proprio perché non ha chiesto nulla in cambio. Chi invece è mosso da etica professionale e chiede un compenso è quasi sempre impaurito dall'idea di vendere un prodotto scadente. Perciò si mobiliterà in direzione di una formazione professionale e culturale sempre più importante. 

Secondo il mio punto di vista l'astrologo non sarà mai capace di mettere in discussione il proprio metodo interpretativo sino a quando non chiederà un compenso. Ma, sempre secondo la mia idea, bisognerebbe cominciare a chiederlo solo dopo moltissimi anni di pratica. Mi è capitato, infatti, di assistere a casi di studiosi di astrologia che dopo due o tre anni di studi si sentissero già pronti a richiedere il pagamento della loro prestazione. La cosa diviene ancor più grave quando a ciò si aggiunge pure il fatto di essere autodidatti: in tal caso alla presunzione di aver appreso veramente quel che c'è da sapere si aggiungerebbe anche l'incoscienza di aver capito quel poco che si sa. Io per esempio, nonostante i miei 20 anni di pratica mi sento ogni volta sempre più ignorante: più studio, più apprendo, più scopro cose nuove e più mi rendo conto che chiedere un compenso mi fa sentire in difetto.

Per tutti quelli che non chiedono un compenso, aggiungo che si può praticare l'astrologia per hobby senza farla diventare un mestiere, mettendoci sempre impegno e dedizione. Ma non credo che esista al mondo astrologo che possa ritenersi davvero tale se non lo fa per mestiere.  Perciò io userei la distinzione tra astrologo e studioso di astrologia, un po' come Barbault che usava gli stessi termini per definire chi pratica in concreto come lui, da chi fa semplice teoria come faceva Rudhyar per esempio.

Tempo fa ho ascoltato la registrazione di una puntata di Border Night, programma radiofonico del web dove si trattano temi legati al mistero. Fu intervistato un sedicente astrologo, uno di quelli che praticano l'astrologia karmica. Un certo Narayana se non sbaglio, ma in ogni caso uno sconosciuto che non ha mai scritto un libro né è divenuto famoso per aver scoperto qualcosa. Insomma, uno qualasiasi. A un certo punto del suo intervento lasciò a intendere che l'astrologo Ciro Discepolo praticava astrologia solo per denaro. Non so per quale motivo disse una cosa del genere, ma certo con quella uscita dimostrò che per esaltare sé stesso aveva bisogno di sminuire gli altri. Lo fece dimostrando di essere superficiale e banale come molti di quelli, che appunto, vedono qualcosa di losco in chi  pratica l'astrologia per mestiere e chiede un compenso ritenuto proporzionale ai propri sforzi. E siccome la demagogia serve a persuadere la gente che non sa ragionare, è possibile che quell'intervento abbia contribuito ulteriormente ad alimentare il binomio denaro=truffa.

Allora il problema non è il denaro. Il problema è l'etica. E quella c'è o non c'è sia che si chieda un compenso e sia che non lo si chieda. Quell'astrologo che forse non richiede compensi, in quel momento, attraverso quella clamorosa caduta di stile, ha dimostrato di essere eticamente scorretto. E questi sono i fatti.  Altrocché karma, spiritualità e compagnia bella. Meditate gente...