DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 12 dicembre 2012

21 dicembre 2012 fine del mondo ma non a Cisternino

Il 21 dicembre 2012 si avvicina: si salverà soltanto Cisternino

 


Boom di prenotazioni negli hotel e B&B della cittadina in provincia di Brindisi. E il primo cittadino si sfrega le mani.

La Valle d’Itria sopravviverà alla fine del mondo.

Ne sono convinti i seguaci del maestro indiano Babaji: la terra che si salverà dalla fine del mondo del 21 dicembre prossimo è compresa tra Cisternino, Ceglie Messapica, Ostuni e Martina Franca. (A un tiro di schioppo dalla mia città di nascita, Fasano.  N.D.A.)

Desta, tuttavia, un po' di sospetto il fatto che dal 1979 una comunità di devoti di Babaji si sia installata proprio a Cisternino, fondando un santuario tra i trulli.

A questa teoria hanno dato credito anche il regista statunitense Gregory Snegoff e la moglie Fiorella Capuano, che a Ceglie Messapica hanno ideato il "Giardino di pace del nuovo tempo".

Intanto il sindaco di Cisternino, Donato Baccaro, ha dichiarato alla trasmissione di Fabio Volo, "Volo in diretta", su Rai 3: "Mi fa piacere che si parli di noi in tutto il mondo come luogo di salvezza, in chiave positiva: ci sarà un afflusso di turisti notevole e vedremo di organizzare qualcosa di caratteristico, oltre al tradizionale mercatino di Natale."
 

Maya, tutti in salvo nei trulli o in Piemonte

Oltre al paesino di Bugarach, sui Pirenei, ci sarebbero due luoghi "sicuri" in Italia in vista della fine del mondo: in Puglia, tra i trulli, e in Piemonte. E c'è chi ha già pronto lo spumante dedicato all'Apocalisse


Ci voleva la fine del mondo per far riscoprire piccole perle disseminate nel mondo, paesini dimenticati da tutti, ma ora sotto i riflettori, perchè ritenuti "rifugi sicuri" in vista dell'Apocalisse, annunciata per il 21 dicembre. Dopo il piccolo paese di Bugarach , sui Pirenei francesi, ora si scopre infatti che anche in Italia ci sarebbero due località a prova di distruzione globale: la Valle d'Itria, in Puglia, e Angrogna, in Piemonte. La prima è costituita da un quadrilatero, nel cuore della "patria dei trulli", tra Cisternino, Ceglie Messapica, Ostuni e Martina Franca, al confine tra le province di Brindisi e Taranto. Un altro di quei luoghi "magici" dove trovare rifugio, secondo alcune teorie legate alla profezia dei Maya.
Questa volta, però, gli alieni non c'entrano, come nel caso di Bugarach. Ad indicare Cisternino come "bunker naturale" è infatti una interpretazione della presunta profezia del popolo precolombiano, ipotizzata da alcuni seguaci del maestro spirituale Babaji.
 
 Proprio in questo lembo di terra pugliese, nel 1979 si insediò una comunità di devoti del guru indiano, che fecero sorgere, in mezzo ai trulli, un "ashram", un santuario indiano. Da allora alcune famiglie continuano a vivere in una sorta di comunità a Cisterino e nella Valle d'Itria, considerata un luogo di salvezza. Persino il Sindaco, Donato Baccaro, è indaffarato nei preparativi per l'accoglienza di diversi turisti, attesi da queste parti: "Mi fa piacere che si parli di noi in tutto il mondo come luogo di salvezza, in chiave positiva" ha commentato il primo cittadino. Ecco, dunque, che accanto a trulli e mercatini di Natale, è altamente probabile che chi accorrerà in cerca di rifugio troverà anche qualche souvenir, appositamente creato per l'Apocalisse.
Nulla a che vedere con lo spirito con cui i devoti, tra i quali il regista americano Gregory Snegolff e la moglie Fiorella Capuano, hanno fondato nella vicina Ceglie Messapica il primo "Giardino di pace del nuovo tempo" d'Europa, dove sperimentare e studiare, tra alberi di ciliegie, noci e olive. Ma la Puglia non è l'unico luogo italiano dove (forse) si potrà trovare rifugio in vista dell'Apocalisse, perchè in Piemonte, ad Angrogna, pare che ci sia un altro "bunker naturale". Anche in questo caso si tratta di un piccolo paese, anzi una frazione e precisamente quella di Pradeltorno, 885 abitanti, secondo Wikipedia. Una manciata di case abbarbicate in Val Pellice, che, secondo alcuni sostenitori della profezia dei Maya, sarà risparmiato dalla fine del mondo. Proprio qui, fin dai mesi scorsi, hanno fatto alcune gite alcuni curiosi, tra i quali Jacopo Morino, Iena e già membro dei Bugs, che ha finto che in Val Pellice stessero per arrivare 20 mila tedeschi impauriti dall'annunciata fine del mondo. Impaurendo anche il Sindaco del piccolo centro, che temeva di non poter gestire un afflusso tale di gente.
Da una bufala a viaggi "veri", c'è chi non si è fatto scappare l'occasione di sfruttare il 21 dicembre per organizzare vere e proprie escursioni sulle orme dei Maya. La casa editrice Moon ha infatti messo a punto "Exploring the Mundo Maya in 2012" , una guida dettagliata attraverso i luoghi sacri all'antica civiltà, tra Messico, Guatemala, Belize e Honduras. Insomma, tra chi cerca di fuggire e chi invece di scoprire ogni segreto dei Maya, saranno comunque in molti a festeggiare, il prossimo 21 dicembre, soprattutto se in realtà non accadrà nulla. Quale miglior spumante, allora, dell'etichetta appositamente creata per l'occasione. Si può acquistare online sul sito www.bollicine21122012.it ed è prodotta da una nota enoteca milanese, la Cantina di Manuela. Si tratta di due tipi di prosecco, imbottigliati con etichette oro o argento. Insomma, tra scaramanzia, paure, bufale e smentite, che l'Apocalisse inizi!

Articoli tratti da Libero notizie. 

Vi racconterò il mio 21 dicembre: Quando ero piccolo spesso ero a casa dei miei nonni materni per passare la notte assieme a loro. Mi ricordo di una libreria a cui si aprivano delle ante per tirare fuori un piccolo lettino dove dormire. Proprio sopra il lettino su di uno scaffale, c'era una collezione di libri e spesso gli sfogliavo per vedere le immagini: sin da piccolo ero un abile disegnatore e quelle figure erano un'ottima fonte d'ispirazione per le mie creazioni. Mi soffermavo spesso a guardare le illustrazioni della Divina Commedia e rimanevo catturato soprattuto dai libri dell'inferno. Assieme a questi c'era anche un grosso librone intitolato "L'Italia dei misteri". Fu li che per la prima volta lessi dei segni zodiacali e del fatto che ognuno di noi, se nato in un certo momento dell'anno, appartiene a un segno oppure a un altro. La mia attenzione fu colpita dalla data che indica l'ultimo giorno utile per appartenere al segno del Sagittario: ritenni significativo trovare scritta in un librone proprio la data del mio compleanno, ovvero il 21 dicembre. Cominciò da lì il mio interesse per l'astrologia. A scuola mi avevano soprannominato "sesto senso" per via della mia predisposizione al misticismo e all'esoterismo. Pian piano però il mio atteggiamento si è fatto sempre più critico e razionale e abbandonai definitivamente la lettura della mano o delle carte quando mi accorsi che infondo si trattava solo di sciocchezze. Decisi di abbracciare solo l'astrologia perchè era molto più seria e razionale di tutto quello che girava attorno ad essa. A convicermi di abbandonare l'esoterismo non fu solo la pratica ma anche la sperimentazione con chi si definiva capace di prevedere il futuro attraverso quei mezzi. In tutta Italia, dal Piemonte alla Puglia non sono risucito mai trovare qualcuno che fosse davvero capace di "azzeccare" qualcosa. Ancora oggi ci provo, ma nulla è cambiato. Tutti i professionisti che dicono di saper leggere il futuro attraverso le carte, non han mai indovinato nulla ma io, nonostante la diffidenza si faccia sempre più forte, confido ancora di trovarne uno davvero capace. Il mio "battesimo" astrologico vero e proprio però è avvenuto tra il 1997 e il 1998 quando per dirigermi all'università di Torino passavo per la libreria Arethusa specializzata in testi astrologici. Quell'anno decretò la fine delle illusioni e l'inizio delle mie certezze: cominciai a fare una selezione tra ciò che funzionava e ciò che non funzionava. Oggi, tirando le somme diopo  circa 15 anni di esperienza, reputo che il 90% di tutto quello che c'è da sapere dell'astrologia sia solo una grossa fandonia. Però quel poco che funziona, funziona alla perfezione. Poi è giunta questa storia della fine del mondo, e mi sono sentito chiamato in causa dato che si tratta di previsoni astrologiche Maya per il 21 dicembre ed io sono un'astrologo proprio nato in questa data. Nessuna delle persone che tratta queste tematiche si è accorto che si tratta di astrologia: infatti è astrologia tutto quello che ha la pretesa di stabilire un rapporto tra posizioni planetarie ed eventi umani e/o terrestri. Molti degli stessi che raccolgono materiale sulle profezie, che fanno ricerche collezionando trafiletti presi qua e la dal web, non si sono mai accorti di fare astrologia, ovviamente in maniera spicciola ed elementare. Ma la cosa buffa è che poi le stesse persone condannano l'astrologia. Insomma, questo la dice lunga sull'ignoranza di certi soggetti che in verità sono solo plagiati da una moda del momento. Il 21 dicembre 2012 il nostro sistema solare si allinea in maniera approssimata con il piano galattico e per taluni questa cosa significa che dovrebbero esserci degli sconvolgimenti fisici sul pianeta Terra. Questa è astrologia siderale in cui naturalmente non credo. Non credo nemmeno nelle "isole felici" e nel fatto che Cisternino possa essere la salvezza dall'apocalisse però credo in atti di terrorismo scaturiti da psicosi da 21 dicembre.



 Passiamo alle risposte ai lettori.
 
1) Ciao mi chiamo (...), ho una curiosità: mi sto interessando della sinastria è poco che sto con una persona ed ho visto che il suo Marte è nella mia settima casa e il mio nella prima sua mi sembra. Ora ti do i dati io sono nata (...) lui è nato il (...), premetto che c'è molta confusione perchè alcuni tuoi colleghi dicono che la sinastria non può dire nulla sulla durata, e magari tante storie finiscono anche se non  hanno Marte in settima, ma potresti chiarirmi il significato di questi aspetti. Effettivamente il suo Marte è in capricorno opposto al mio ascendente in cancro, ma non so che dirti, non è che alla fine ci creda proprio molto: magari tante storie finiscono lo stesso. Comunque i nostri due Marte dovrebbero essere in trigono, io nel toro e lui in capricorno e quindi magari se non sono in aspetto negativo..... ma che ne so su internet c'è molta confusione grazie a presto... Grazie per la tua disponibilità. 
 
Mille volte ho detto che analizzo i temi di coppia solo in privato ma questa volta ho fatto un eccezione dato che mi hai fatto una domanda a cui posso rispondere in pochissimo tempo. Il Fatto che Marte di A sia nell I^ o nella VII^ (e o viceversa) casa di B è quasi irrilevante in una sinastria. Quel che è importante in un rapporto è che Marte di A non sia in congiunzione o in opposizione con l'ascendente di B (e o viceversa). Qui abbiamo proprio quel che temevo: Marte del tuo partner è opposto al tuo Ascendente; ma non solo: Il tuo Marte è congiunto al suo ascendente. Si tratta di due tra le peggiori posizioni che possiamo leggere in una sinastria e per questo il rapporto è sì caratterizzato da una passione magnetica, sessuale, ma allo stesso tempo, una volta terminata la passione, sarà caratterizzato da guerre, tensioni, litigi, in misura maggiore rispetto a coppie non caratterizzate da questi aspetti. Come dici tu, il rapporto potrebbe pure durare nel tempo, ma sempre a costo di grandi guerre e conflittualità. Chi dei due resisterà di più? Ho cancellato parte della tua mail in cui dici che per questo qui hai lasciato il tuo partner dopo tanti anni assieme. Io penso che tu abbia fatto uno sbaglio enorme: io penso che se hai lasciato il tuo partner c'era evidentemente qualcosa che non andava e quindi hai fatto bene; ma potevi scegliere un'altra persona per ricominciare daccapo. Lasciare qualcuno per un altro peggiore (per te), è una scelta che ti farà pentire di averlo fatto.
 
 
2) Buonasera...mi chiamo (...) sono nata il (...) volevo sapere settore lavoro: fin da piccola ho "letto" i tarocchi..per hobby...da un anno l'ho fatto diventare il mio lavoro... volevo sapere se mi andrà bene...e se hai dei consigli..son tutta orecchi..ciao grazie di cuore..
 
Non è un mistero la mia posizione rispetto a queste discipline. Ciononostante ognuno è libero di seguire i propri istinti e fare le cose in cui crede e riesce meglio. Sei una persona onesta e coscenziosa e pertanto penso tu possa essere adatta a svolgere questo lavoro: la tua Luna in quadratura a Saturno unitamente ai forti valori Vergine ti dovrebbe donare almeno un po' di senso critico nonostante una fortissima predisposizione all'immaginazione e al sogno. In ogni caso cambierai mestiere più volte nella tua vita a causa di Urano in X^ casa. Sei fortemente aquario e quindi soggetta a tutti i mestieri originali e stravaganti. In più Venere è fortissima nel tuo cielo di nascita. Immagino quindi un mestiere bizzarro che abbia a che vedere con l'estetica o gli affetti. Se la lettura delle carte è svolta principalmente per questioni di tipo amoroso, allora è una buona scelta, anche se io per te vedrei meglio una carriera nel campo artistico-musicale o nell'architettura. Dal punto di vista economico prevedo un momento di vacche magre almeno sino al tuo prossimo compleanno. Venere si trova nella 6^ casa e ci parla proprio del fatto che tu abbia cominciato un lavoro gratificante anche se non molto remunerato per il momento. Se le uscite saranno superiori alle entrate così come mi aspetto, l'anno prossimo (cioè da agosto 2013) prevedo un vero colpo positivo per le entrate, ma meglio sotto il profilo sentimentale. Se invece, nonostante tutto riuscirai a sbarcare il lunario, allora aspettati una vera e propria emorragia di denaro, la fine della tua attività e la totale confusione sul tuo futuro lavorativo.  Dico questo perché Giove in 2^ casa di rivoluzione e Sole in 8^ nel 2013 portano sempre un ribaltamento che dipende dalla situazione prima del compleanno.

Nessun commento: