DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

martedì 28 aprile 2015

I prossimi articoli

Risultati immagini per cervello
Badate con attenzione ai prossimi articoli perché la mia astrologia si interfaccia con le neuroscienze, argomento trattato a livello universitario. Come spiegato in precedenza, questi articoli nascono in maniera estemporanea e rappresentano solo l'abbozzo di quello che è un progetto "work in progress". Il tutto poi sarà raccolto, assemblato, elaborato e infine inserito all'interno di un progetto editoriale davvero ambizioso: presentare l'astrologia in maniera scientifica partendo appunto da i numerosissimi studi che sto compiendo senza sosta. Non mi aspetto che il mio lavoro sia condiviso da tutti perché la parola "scienza" fa storcere il naso a tutti quelli che concepiscono l'astrologia come una fede e pura spiritualità, che in quanto tale li esonera dalla responsabilità di una verifica oggettiva. Ciò non significa che l'astrologia non possa essere affrontata da un punto di vista spirituale; semplicemente ho un approccio diverso che sicuramente potrà interessare chi desidera osservare il mondo come uno scienziato. Infatti lì dove la spiritualità si affida a certezze, l'approccio scientifico comporta ricerca costante. Potremmo dire che la scienza sta ai Gemelli come la religione sta al Sagittario: una ha a che fare con la ricerca e l'altra con il dogma. Non vi meravigliate dunque se troverete molti soggetti con Sole in 9^ Casa pronti a insegnarvi una verità "assoluta" e soggetti con Sole in 3^ più camaleontici. 

Vediamo le domande di oggi.

Salve mi chiamo (...) e sono nata a (...), lui si chiama (...) ed è nato a (....). Noi ci conosciamo da più di due anni. Siamo amici, anche se c'è parecchia attrazione. Lui mi ha fatto capire di piacergli ed è ricambiato, ma purtroppo non si è ancora dichiarato in modo diretto. Questo devo dire che mi rattrista molto e non so più cosa pensare. Comunque, non siamo liberi. Io sarei tentata di inviargli un sms, per fargli capire quello che realmente provo per lui, ma non so se sia la cosa giusta da fare. La mia domanda è: Riusciremo finalmente a confessarci i nostri sentimenti e quindi in seguito, ad iniziare una storia? Grazie anticipatamente.

partiamo dal presupposto che 1) manca l'ora di nascita del partner e 2) la sinastria è un'operazione complessa che, come scritto infinite volte, pratico solo in privato perché richiede ore di analisi. In forma gratuita qui sul mio blog posso dedicare al massimo 10 minuti per ogni consultante perché le vostre richieste sono tantissime e il tempo a disposizione è poco. L'avrò scritto non so quante volte ma non fa nulla: evidentemente non sei una lettrice abituale del mio blog ma una new entry a cui do' il mio benvenuto. 

La tua domanda è complessa ma una risposta ti è assicurata. Vediamo prima di tutto come stai messa in termini di predisposizioni all'amore, dall'analisi del tuo tema di nascita. Marte è in VII^ Casa radix in aspetto dissonante a Saturno e questo la dice lunga sul fatto che per te le relazioni possano essere "castranti", "dure", fonte di litigi e burrasche. In più, col Sole in 8^ Casa parliamo di una certa tendenza a cercare situazioni torbide e ingarbugliate. Ricordo un'astrologa con Sole in 8^ Casa radix, che durante una chiacchierata con me colse gli aspetti più "neri" di quel che volevo dirle e non seppe comprenderne il senso nonostante la mia proverbiale chiarezza. Ecco, chi ha un Sole in 8^ Casa in qualche modo ha le antenne puntate verso il lato cupo delle cose, anche se il desiderio è proprio quello opposto, cioè quello di vivere bruciando energia quasi sino a logorarsi. Marte recupera con un bel trigono alla Luna e un sestile a Giove; però non è che va bene nel settore legato alle relazioni. 

Devo esserti sincero: non vedo per il momento transiti importanti per le questioni sentimentali. Bisogna aspettare Gennaio 2016 quando Plutone sarà trigono al tuo Marte radix. Poi bisognerebbe aspettare la congiunzione di Nettuno su Giove radix che a te è sulla cuspide della 5^ Casa. Quindi non credo che qualsiasi cosa possa nascere adesso sia segnato da buone "stelle". Anzi, direi che c'è proprio una situazione morta, sempre se parliamo di transiti. Se invece parliamo di rivoluzione solare, la situazione è nera come la pece: Marte e Saturno in 5^ Casa di rivoluzione dicono chiaramente che è molto facile avere clamorose delusioni. Dal tuo prossimo compleanno invece le cose potrebbero cambiare in positivo, ma di molto, se tu provassi a spostarti qualche centinaio di chilometri più a est rispetto alla tua città di nascita, località che individueremmo insieme nel caso fossi interessata ad approfondire. Io credo che sia un'occasione da non perdere e spero che non arriverò a dirti "te l'avevo detto".

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro giuseppe..
Come tu hai affermato respingi il principio di analogia,e forse acconsento in quanto più o meno tutti i pianeti hanno una similitudine con il dio che gli da il nome..ma urano??cosa ne pensi?
F

Anonimo ha detto...

Controllato ora sui miei libri:la scuola francese,a cui discepolo fa capo,dice che urano e un principio istintivo,fuoco,dell essere umano in quanto il dio che lo rappresenta e il più antico della stirpe e quindi simboleggia la forza più arcaica che decide i cicli;
Di contro la scuola morpurgo da a questo pianeta il simbolo della tecnica scientifica del progresso umano,terra,e non mostra analogie col mito..cosa ne pensi?
F

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

No, non respingo il principio di analogia; lo respingo se a priori. Ti spiego: ogni pianeta in antichità veniva associato a un mito e non il contrario. Questo è fondamentale perché spiega che il mito è stato "appiccicato" al pianeta sulla base delle osservazioni. Oppure può essere che il mito stesso sia stato inventato per raccontare i motivi di tali manifestazioni del pianeta. Pertanto non ha senso risalire al mito per capire le caratteristiche del pianeta; ma risalendo alle caratteristiche del pianeta gli antichi hanno costruito un mito. Quando fu scoperto Urano ormai eravamo lontani dalla preistoria dell'astrologia e dal "mitismo". Pertanto. Se i miti sono venuti dopo le osservazioni dei pianeti, oggi si procede al contrario pensando che occorre dare un nome a un pianeta per "regalargli" anche tutte le caratteristiche del nome stesso. In questo modo si pensa quasi come se l'atto di attribuire un nome porti anche un destino. Come se io chiamassi "Terremoto" il mio cane e magicamente lo facessi divenire un terremoto. No, lo chiamerei Terremoto sulla base di un attributo che ho già visto. Oppure come augurio, ma ciò non significa che questo augurio si realizza. C'è chi crede in ciò, ma io no. Penso invece che a Urano è stato attribuito quel nome e che possiamo trovare analogie con il mito della mitologia greca. Ma potremmo trovare analogie con qualsiasi altra divinità greca minore per esempio. Secondo molti astrologi non è così e sai perché? Perché credono nella sincronicità applicata all'astrologia.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Penso che ha ragione la Morpurgo per i motivi di cui sopra.

Anonimo ha detto...

Io penso che la scoperta di urano,oltre ad aver distrutto la magia del numero 7, ha anche rovinato il pensiero analogico..se saturno e mercurio rappresentano perfettamente gli dei attribuiti urano non c'entra niente..ma niente!oppure riesci a trovare analogie con il dio?
F

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ma la Morpurgo a mio parere voleva dire qualcosa di diverso. Voleva dire che per ovvie ragioni, siccome la scoperta del pianeta è venuta dopo il mito, diversamente dai 7 corpi precedenti, allora bisognerebbe inventare un mito nuovo da appiccicare a Urano. Questo era il procedimento in antichità e non vedo per quale motivo i moderni devono scombussolare tutto. Nel mio libro sui rapporti di coppia spiego bene questa situazione ma non mancherò di chiarirla ancora in una prossima pubblicazione. Però se cerchiamo analogie col mito di Urano è ovvio che le troveremo. Perché? Perché sta all'astrologo saper trovare le similitudini. L'astrologo moderno, ossia il 99,99......% degli astrologi (forse tutti) poi credono che esiste un legame effettivo biunivoco tra mito e pianeta grazie alle analogie che loro stessi hanno individuato. Un errore logico...

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ripeto: io posso trovare qualsiasi analogia in base alla mia capacità di cogliere legami. Ma questo non ha nulla a che vedere con la realtà alla base del funzionamento di Urano. Non c'entra nulla quanto sono bravo a trovare analogie col fatto che esista per davvero un legame tra quel che ho trovato nel mito e il pianeta. Capito il senso?

Anonimo ha detto...

Si ma rimane il fatto che oltre a tutti questi ragionamenti,trovo che plutone e Nettuno rappresentino il dio ma urano non saprei..
F

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Dipende dalla tua bravura a trovare legami. Nettuno e Plutone sembra più facile infatti. Non escludo che possa esserci anche un fondo di sincroncità.

Anonimo ha detto...

Ma se noi sappiamo che la tecnica dei dispositori e molto antica..vuol dire che funzionava con saturno per l'acquario fino alla scoperta di urano o presentava imperfezioni??
F

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Direi che aveva una limitazione come per lo Scorpione: non si conosceva Plutone e si usava solo Marte. Con la scoperta di altri tre corpi celesti si è trovato un doppio domicilio e si poté attribuire a Urano il posto che gli spettava di diritto oltre che Saturno, come per lo Scorpione Marte oltre che Plutone.

Anonimo ha detto...

Al ma tu quanto tempo prima del return organizzi la RSM?
F

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Pensa che la mia prossima rivoluzione solare l ho già calcolata mesi fa. Quindi cerco di organizzarmi con largo anticipo, circa un anno prima. Ma è un'operazione che a volte si può fare e a volte no.

Anonimo ha detto...

Io ne ho già calcolate tre..ma visto che ho usato l ipa come discriminante,effettivamente saturno in settima con giove di transito nello stesso campo non è bello..,e poi quella con giove all asc presenta un punteggio peggiore di quella con saturno in prima!
L'unica cosa e che saturno in prima quando è buono fa dimagrire,e io per motivi sportivi non posso perdere massa!cosa ne pensi??
Buona serata!
F

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Facciamo così: tramite email inviami le tue tre soluzioni e io ti consiglio quella che per me sembra migliore. ma ti risponderò dopo il 10 Maggio perché prima di allora sono saturo di richieste, studio, consulenze private.

Anonimo ha detto...

Ok grazie !!
F