DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 21 settembre 2011

i segni compensati





Chiunque abbia l’interesse per l’astrologia dovrebbe sapere che per leggere e decodificare i simboli e i glifi del proprio tema astrale, bisogna saper riconoscere prima di tutto se il soggetto esaminato appartiene a un segno zodiacale puro o compensato.

Ma cosa sono i segni compensati? Nascere sotto un determinato segno astrologico comporta che il soggetto possa assecondarne le caratteristiche oppure esprimerle in modo anomalo e spesso ciò corrisponde nel manifestarle all’opposto di quello che sono per norma. Questa è la compensazione. Quindi è l’effetto di contraddizione rispetto a quel preciso richiamo zodiacale, e ciò avviene spesso in modo non costruito e può essere relativo a quel salto quantico che è tipico del principio di indeterminazione di Heisenberg (padre fondatore della fisica quantistica) in cui si spiega che le particelle subatomiche non possono essere localizzate in punti precisi e che quindi, non tutto può seguire le leggi di causa ed effetto, ma può seguire anche le leggi della casualità.

Il segno compensato si manifesta più chiaramente nei fratelli gemelli: avranno lo stesso e identico “oroscopo”, ma uno dei due potrà vivere il proprio segno zodiacale in modo anomalo e quindi comportarsi diversamente dal fratello, e la compensazione ovviamente subordinerà a se tutti gli altri elementi presenti nel grafico di nascita. Detto più semplicemente, per fare un esempio, un Sole in toro congiunto a Marte, è diverso da un Sole in toro compensato congiunto a Marte. Ques'ultimo sarà subordinato agli effetti della compensazione del Sole e quindi il suo effetto nell'insieme, sarà diverso.

La compensazione avviene solo nei riguardi del segno zodiacale (il Sole) e non comprende l’ascendente altri pianeti nei vari segni. Una Luna in cancro, per esempio,non potrà mai essere compensata; una Venere in capricorno nemmeno; un ascendente leone, non potrà mai essere compensato; ma il proprio segno zodiacale, ovvero il Sole, sì. Quindi, se è vero che ogni pianeta in un determinato segno indica risultati sempre uguali, la posizione del Sole (quindi del segno) potrà esprimersi ora in una direzione, ora all’opposto seguendo a volte le leggi del caso. Attenzione: il fenomeno della compensazione è tale se e solo se abbiamo visto che nel proprio tema non vi sono elementi che possono contribuire a modificare le caratteristiche del segno solare.

Ritorniamo all’esempio dei fratelli gemelli nati sotto il segno del toro. Quello puro (ovviamente escludendo l’analisi degli altri fattori zodiacali ma occupandoci esclusivamente di questo singolo item) si comporterà in modo pacioso, lento, paziente, avrà buona salute fisica e mentale. Il fratello, se subisce la compensazione, sarà fragile di nervi, impaziente, tormentato. Da qui noterete che un toro puro con la congiunzione di Marte sarà un tipo pacioso ma attivo ed energico, mentre un toro compensato sarà talmente energico da procurarsi guai tali da aggiudicarsi tormenti indicibili … Un astrologo che voglia capire quale tra i due fratelli gemelli sia compensato deve per forza guardarli di persona. Facciamo un esempio: quello della vergine, potrà essere riconosciuto dal fratello compensato con un semplice espediente: se uno dei due veste in modo trasandato, trascurato e pone poco tempo e cura al look, sapremo certamente che è lui quello compensato, poiché generalmente le vergini “pure” amano la cura del proprio corpo e del proprio look e sono delle conformiste. Esempio eloquente di un toro compensato è Hitler: alla paciosità viene sostituita la bellicosità, all’equilibrio psicofisico si sostituisce lo squilibrio nervoso.

Ora un breve prontuario per capire se apparteniamo a un segno puro o compensato.

L’ariete compensato è un agnellino, un poeta, un mediatore, un indeciso.
Il toro compensato è un tormentato, diffidente, sospettoso, soggetto alle volte a squilibri nervosi ( A. Hitler).
Il gemelli compensato è uno studioso dalla vasta cultura, profondo, spirituale e incapace di doppi giochi (Padre Pio).
Il cancro compensato è un freddo e ambizioso lavoratore, indipendente, a volte cinico e privo di tatto.
Il leone compensato è piccolino, pauroso, debole, insicuro.
Il vergine compensato è un sognatore, un disordinato cronico, un anticonformista, oppure estroso nei modi o nel look( L. Berté, F. Califano)
Il bilancia compensato è un guerrafondaio, oppure deciso e schietto, energico ( S. Berlusconi, F. Totti).
Lo scorpione compensato è irresistibile, pacioso, simpatico, bonario ( R. Benigni, L. Banfi).
Il sagittario compensato è timido, per nulla esuberante, silenzioso, mingherlino (Woody Allen)
Il capricorno compensato è dolce, amabile, sognatore, protettivo (F. Fellini)
L’acquario compensato è egoista, solitario, gerarca (V. E. di Savoia, il boss mafioso Cutolo)
Il pesci compensato è pignolo, metodico, cavilloso, razionale (G. Agnelli).

La compensazione può avvenire in tenera età oppure subentrare in particolari periodi della vita. (per esempio, io da bambino ero un sagittario compensato) I segni meno soggetti alla compensazione sono gemelli, vergine, sagittario, pesci. Tra questi segni non è esclusa la compensazione, ma è più probabile che il soggetto caratterizzato da uno di essi abbia caratteristiche che si mischiano con quelle del suo opposto: così avremo un gemelli che ha anche caratteristiche sagittario (e viceversa) e delle vergini che hanno anche caratteristiche pesci (e viceversa). Quindi questi quattro segni non sono ambivalenti, ma trivalenti: possono essere “puri”, compensati, o fusi. (i quattro segni appartengono all’asse detto “mobile” perché sono i più versatili). Un esponente di gemelli puro è Mike Bongiorno, coi suoi giochi, quiz e gaffes; mentre un esemplare di gemelli oscillante è Paolo Bonolis, coi suoi programmi che vanno dal demenziale a ”il senso della vita”. Quelli in cui invece il contrasto tra segno puro e compensato è più evidente, sono: toro, scorpione, leone, acquario. Siccome appartengono all’asse dei segni detti “fissi” possono essere compensati dalla nascita e per tutta la vita, oppure “puri” a vita.

È veramente difficile trovare esponenti di questi segni che hanno subito un cambiamento da “puro” a compensato in quanto la loro personalità non è molto permeabile. I segni cardinali: ariete, bilancia, cancro, capricorno, subiscono normalmente la compensazione. La ragione è ovvia: in una società maschilista, i soggetti caratterizzati da tali segni, aberrano di mantenere una certa “delicatezza”, mentre per le donne in una società competitiva, di riflesso viene spontanea la compensazione; così avremo delle donne cancro, che della famiglia non gli importa nulla, ma che si buttano sul lavoro, e donne Bilancia decise e risolute che non si perdono in poesie e romanticismi.

Riassumendo:

Il fenomeno della compensazione non dipende da altri fattori del tema. Insomma, non si tratta di non riconoscere i dettagli del tema natale che potrebbero modificare il profilo, per due semplici motivi:
1) sarebbe assurdo affermare che un professionista che studia 40 anni non sia capace di riconoscere in un tema quando vi è la compensazione e quando invece vi sono altri dettagli del tema a modificare il profilo
2) la prova certa della compensazione risiede appunto nell'esempio dei fratelli gemelli: uno dei due mostra caratteristiche completamente opposte al fratello pur avendo lo stesso tema natale.

Come si spiega tutto ciò?
Semplicemente dal fatto che oltre alla variabile astrologica, vi sono le variabili ambientali, sociali, culturali, genetiche, biochimiche.
Questo significa che (come si usa dire in psicologia) un soggetto segua uno stimolo per COMPENSAZIONE O PER ADESIONE.
il Sole, fulcro dell'io, pare essere l'unico elemento disponibile alla compensazione, rispetto a tutti gli altri elementi che possiamo considerare monadi e dunque non duali.

Nessun commento: