DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

sabato 24 marzo 2018

Terremoto in Puglia 24-03-2018



Alle 00.31 di questa notte si è avvertita nella costa adriatica centrale della Puglia una scossa di terremoto di magnitudine 3.7 che ha colto di sorpresa un po’ tutti quanti. L’epicentro è avvenuto in pieno Adriatico; ma la scossa è stata avvertita anche fino a superare i 30 km nell’entroterra.

Dal punto di vista astrologico non possiamo segnalare questo evento perché L’Italia è fortemente sismica e scosse di questo tipo sono quasi all’ordine del giorno. Perciò sarebbe inutile verificare eventuali congiunzioni a stelle fisse o considerare gli aspetti tra i pianeti. Tra l’altro ieri si è avvertita una scossa della stessa intensità in Calabria, nel basso Tirreno, giusto a conferma della sismicità della nostra penisola. 

Il ricercatore Bendandi, pioniere nel campo della sismologia, ipotizzò che l’attività sismica importante avvenga in corrispondenza di alcune configurazioni planetarie; e questo equivale un po’a dire che con l’astrologia potremmo individuare quando il chiodo su cui è retto un quadro, cederà facendolo cadere per terra. Si tratta di un paragone certo esagerato; ma d’altra parte non possiamo nemmeno escludere totalmente un concorso delle energie planetarie nella concretizzazione dei terremoti. Il campo di ricerca è ancora aperto e non mi sento di escludere alcuna ipotesi.

Chiaramente, nella misura in cui non si può stabilire quando una patologia sfocia in una più grave, non possiamo veramente stabilire astrologicamente quali saranno le cascate di eventi consecutive a una faglia o una zolla tettonica che si sposta, se non grazie alla sismologia, che come ben sapete è pur sempre una scienza probabilistica. Voglio dire che una certa configurazione planetaria potrebbe corrispondere al momento in cui si sposta una certa placca; ma questo non significa poter stabilire il giorno o il minuto in cui questo spostamento provocherà quella cascata di eventi che produce danni rilevanti. Inoltre esistono casi in cui le trivellazioni nel profondo dei mari influiscono all’instabilità del sottosuolo così da inserire nell’algoritmo delle variabili, anche quella umana.

Perciò il tentativo di rispondere al quesito dei terremoti con l’ausilio dell’astrologia diventa un’impresa talmente ardua che potrebbe scoraggiare chi si avventura in questa ricerca. Qualcuno si è cimentato con scarsi risultati; e chi ha cercato di spiegare gli eventi a posteriori chiaramente ci ha trovato delle cose interessanti che, però, non possono essere applicate per predire i terremoti in futuro. Sarebbe a dire che in genere alcuni astrologi ritengono responsabile qualsiasi fattore astrologico pur di dimostrare che esiste una corrispondenza tra i fatti celesti e i fatti terrestri.

Noi altri astrologi, invece, abbiamo un atteggiamento euristico di tipo induttivo per evitare di forzare le interpretazioni a causa della foga di voler dar ragione all’astrologia.
Per il divertimento di tutti e per fantasticare ipotesi, ecco l’oroscopo del terremoto, calcolato per Ostuni. Anche se il luogo non è quello giusto, il grafico non cambierebbe nemmeno usando le coordinate esatte.

Vorrei smorzare sul nascere esclamazioni del tipo: “Marte e Saturno sono congiunti in I Casa”. Tale configurazione è uguale per tutta l’Italia e nei giorni a seguire sempre per quell’orario. Non va considerata nemmeno la precisa quadratura tra Marte e il Sole sempre per lo stesso motivo. La configurazione è tale in ogni parte del mondo e quindi non può esser presa in considerazione per spiegare quel fatto in tale luogo.

Le mie consulenze astrologiche si basano su analisi di tipo induttivo. Per maggiori informazioni lasciatemi in privato il vostro recapito telefonico e sarete ricontattati per una consulenza totalmente gratuita.
#alrami #astrologia #terremoto #temanatale #bendandi #oroscopo #sismologia #terremotoinpuglia 

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao al..
Secondo te qual è la differenza tra una congiunzione al sole e una all'ascendente?prendiamo l'esempio di Plutone.. cosa cambia?
Buona serata!

Anonimo ha detto...

Una rivoluzione solare fatta sulla città di Ostuni avrebbe potuto prevederlo?
Sempre restando nell'immaginario...

alessio tammari ha detto...

Da quello che so io alcuni geologi, astronomi e meteorologi stanno cercando di capire eventuali influenze dell',astrologia di clima e terremoti.Ad esempio quando ci fu il sisma 9.1 di Fukushima abbiamo avuto l'ingresso di urano in ariete proprio l'11 marzo, e di mercurio sempre in ariete il 9 marzo.Sia il terremoto indonesiano del 2004 con tsunami che il sisma dell',Emilia del 2012 alcune persone lo hanno ricondotto al transito di Venere di quegli anni.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per l'anonimo. Il terremoto si propaga in lungo e in largo per chilometri. Avremmo dovuto calcolare la rs per tutte le città coinvolte? Non penso. Non sono sicuro che RS di città possono fornire indicazioni del genere.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Alessio Tammari è molto interessante ciò che dice. In ogni caso bisogna capire perché è avvenuto lì è non altrove e perché proprio in quel momento e non un giorno prima o dopo per esempio.

alessio tammari ha detto...

Io studio climatologia e ultimamente sto approcciando lo studio dell'astrologia per completare, in quanto ho visto che alcuni geologi e climatologi già stanno facendo delle osservazioni sull'astrologia per capire se e come i pianeti influenzano il geo-clima terrestre.Vorrei poterla contattare via mail, cosi le posso esporre i miei studi e poter fare delle verifiche nell'anno in corso.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Interessantissimo! galeota@libero.it

Anonimo ha detto...

Giusè è sparita completamente!!!!! Forse sta mettendo la testa a posto.
Grazia.