DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

domenica 6 maggio 2018

Preoccupati della tua coscienza e non della tua reputazione


Un anonimo ieri mi ha scritto questo messaggio bellissimo:

Un carabiniere nota un serpente che sta morendo bruciato e decide di toglierlo dal fuoco.

Appena lo fa il serpente lo morde.

Per la reazione del dolore, il carabiniere lo libera e l'animale cade di nuovo nel fuoco.

Il carabiniere cerca di tirarlo fuori di nuovo e di nuovo il serpente lo morde.

Qualcuno che stava osservando si avvicinò all'uomo e disse:
- Mi scusi, ma lei è testardo! Non capisce che tutte le volte che prova a tirarlo fuori dal fuoco va a finire che lo morde nuovamente?
Il carabiniere rispose:

- La natura del serpente è mordere, e questo non cambierà la mia, che è aiutare.

Quindi, con l'aiuto di un pezzo di ferro, il carabiniere tira fuori il serpente dal fuoco salvandogli la vita.

Non cambiare la tua natura se qualcuno ti fa del male.
Non perdere la tua essenza, prendi solo precauzioni.

Alcuni perseguono la felicità, altri la creano.

Preoccupati più della tua coscienza che della tua reputazione.

Perché la tua coscienza è ciò che sei, e la tua reputazione è ciò che pensano gli altri di te.

E quello che pensano gli altri, non è un problema tuo. E' un problema loro.

NEVER GIVE UP SEMPRE!
Grandissimo Alrami!


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mi piacerebbe che questo anonimo si firmasse con nome e cognome perché ha scritto una cosa talmente bella che merita una lode pubblica. E l'umiltà di rimanere nell'anonimato non può che farmi pensare quanta nobiltà d'animo sia contenuta nel suo cuore.

Io ho provato in tutti i modi a spiegare ai "serpenti" come non essere più serpenti, come chiudere definitivamente le discussioni, anche tendendo la mia mano. Ma la natura del serpente è di mordere... Cosa fare? Come consiglia il messaggio dell'anonimo occorre prendere precauzioni. Evitare, stare allalarga, il più distanti possibile dai serpenti.  Ma in futuro scriverò molto su come difendersi dal bullismo sul web.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Terminerei questo post con un video realizzato l'altro giorno. 
4 consigli per vivere più sereni. 

 

40 commenti:

Anonimo ha detto...

Immaginavo che anche a te sarebbe piaciuto il commento dell'anonimo, è stato illuminante, quindi un grazie anche da parte mia per lui se si firma!!
-N♪

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Purtroppo noi viviamo anche del giudizio degli altri e non è facile far finta di nulla, soprattutto quando veniamo accusati di un difetto che non possediamo. È anche chiaro che è difficile essere autocritici perché spesso tendiamo a ingigantire pregi e a sminuire difetti. Io credo che però divulgare le rsm e suggerirle non costituisca disonestà di più o di meno di chi pratica qualsiasi altra astrologia, o la pnl, o le costellazioni di Hellinger, etc etc., indipendentemente da chi cerca di dimostrare la loro inattendibilità. Tutta l'astrologia è definita inattendibile ed è ridicolo accanirsi contro una pratica o l'altra. Perciò un astrologo che definisca "ciarlatano" un collega che pratica un'altra astrologia è paradossale oltre che comico.

Anonimo ha detto...

Bravo Giuseppe! Questi pazzi che cercano guerra hanno stancato!!!!!! S....te di più!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Mi è appena giunta una risposta che copio e incollo. Essere iscritti all'albo degli psicologi e praticare astrologia è reato? Comporta l'essere radiati dall'albo?

Dott.ssa Roberta D'Amico
1 minuto fa
Radiato non credo ma sicuramente diminuisce la credibilità professionale se va oltre la passione naturalmente. Nel senso la si utilizza come lavoro.

Perfetto. Detto questo, andiamo avanti per la nostra strada lontano dai maniaci bulli del web e speriamo che anche loro decidano di starmi lontano miliardi di chilometri
Appurato che non faccio nulla di male, ognuno si tenga il proprio senso civico e pensi ai propri difetti.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Non voglio essere tormentato per le mie scelte e per i miei gusti. Ma continuerò a combattere contro il bullismo.

Anonimo ha detto...

Si tratta proprio di bullismo ho letto anche io su youtube. Hai capito chi ti ha scritto quella poesia?.
Grazia.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ancora no. Uno dei miei errori sul web è che sono troppo trasparente. Raccontando la mia vita è alla mercé dei bulli. Squali pronti a scovare un difetto qualsiasi. E parlano di senso civico... il vero senso civico è non fare del male al prossimo, perdonare, evitare conflitti, aiutare il prossimo, denunciare chi VERAMENTE fa qualcosa di male e non ste cazzate di minacce su "Hai scritto psicologia invece di scienze psicologiche e ti denuncio" che fa ridere i polli. E per cosa? Per avere un'ideologia diversa e per seguire una certa scuola e per aver reagito alle ossessioni? Assurdo. Ma io mi dissocio da tutte le scuole di astrologia del mondo, da tutti i maestri e tutte le statistiche del mondo se ciò mi fa subire le ossessioni di maniaci! Potrei decidere di chiudere per sempre questo sito e qualsiasi rapporto col web. Chissà... Ma perché la mia libertà di culto e di ideologia deve essere ostacolata? La mia sensazione è quella di vivere in un carcere oppure in un campo di concentramento dove il nazista di turno è pronto a spararmi per il solo fatto che esisto e per avergli dato del nazista...
Il nazista è cieco è sordo a qualsiasi tipo di confronto perché mosso dalla sua ideologia e dal suo giustizialismo. Come posso non affrontare la questione studiando il fenomeno dal punto di vista psicologico???

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ma concentriamoci sulle cose belle della vita e su questa grande opportunità che mi è capitata e cioè quella che finalmente un mio libro sarà pubblicato. Non tutti i mali vengono per nuocere perché da queste orribili esperienze ho capito ancora meglio certe cose...

Anonimo ha detto...

Se quelli dell'astrologia attiva sono una setta che fa terrorismo io raccoglierei le prove e poi farei una denuncia ma no stalking sennò passo dalla parte del torto.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Giusto. Condivido al 100%. Un conto è dire pane al pane e vino al vino e un conto è terrorizzare. Io dico sempre che parliamo di probabilità sia perché l'astrologia non è una scienza esatta e sia perché ogni posizione astrologica si manifesta attraverso un ventaglio di possibilità espressive. Sono il primo a non credere nell'ineluttabilità del fato e nel determinismo perché altrimenti mi metterei a praticare le direzioni primarie. C'è stato un astrologo che attraverso i calcoli dell'astrologia classica prediceva la data di morte a chi gliela richiedeva. Non condivido questa scelta perché la ritengo poco etica oltre che una panzana colossale. Ma non sono andato mai da questo astrologo a fargli la guerra dicendogli che ciò che fa è poco etico. Prima di tutto perché io non ho alcun diritto ti tormentare chi la pensa diversamente da me. Al massimo posso esprimere il mio dissenso ma non posso obbligare nessuno a fare le cose come dico io. Al massimo posso richiedere prove e dimostrazioni; ma se se non ci sono io mi limito a prendere le distanze da questa persona senza fargli cattiva pubblicità anche perché potrebbe essere in buona fede e più avanti nel tempo potrebbe capire l'errore.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

e se non capisse l'errore, non dovrebbe essere un problema perché io devo rispettare anche chi la pensa diversamente anche se a me sembra poco etico e sembra stia creando un danno. Ma in astrologia chiunque legga un tema di nascita o faccia una previsione rischia di essere poco etico. Infatti l'astrologia è un giudizio. E per quelli astrologiche invece non giudicano ma fanno astrologia psicologica è anti etico consigliare cosa fare sulla base delle posizioni del tema o dei Transiti. Tutto sembra anti etico a seconda del nostro punto di vista con cui guardiamo il lavoro del collega. Mi viene in mente il caso di quella pseudo astrologa che mi cacciò dal suo gruppo Facebook soltanto perché proponevo temi di nascita da leggere alla cieca. Come commentare un comportamento del genere? La devo tormentare per tutta la vita? Mah... Ma si perdesse nel brodo del sua astrologia!!!!!!!!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

E secondo voi è etico proporre un astrologia sulle Vite Passate? Qui tutti pensano all'ego ipertrofico degli altri e non fanno i conti con la propria astrologia coi propri limiti e con i propri pregiudizi. Ma devono andare a sindacare per una vita intera le rivoluzioni solari Mirate e certe statistiche? Anche io credo sia tutta una montatura pur di far discussioni a tutti i costi perché chi veramente ha un senso etico va a sindacare sindacare tutte le forme di astrologia e si accanisce con tutti. Se le rivoluzioni solari Mirate sono una truffa Allora lo sono anche le direzioni primarie, Chirone, l'astrologia indiana, l'astrologia karmica come giustamente ha detto l'anonimo. Quindi...

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per intenderci: non credo ciecamente ad alcuna astrologia e tecnica astrologica perché tutta l'astrologia è work in progress e fumo allo stesso tempo. Però tra tutto il fumo che c'è io preferisco l'astrologia attiva che "io" ritengo meno fumosa. Non mi interessa dare dimostrazioni, ascoltare critiche, sapere cosa pensano altri. Non mi importa nulla di nulla tranne che fare la mia astrologia in santa pace credendo anche agli asini che volano se ciò mi va. Quindi, chiunque faccia lo "sceriffo" per richiedere certezze, credo stia perdendo tempo. Mi dissocio da qualsiasi dogmatismo.

Anonimo ha detto...

Bravissimo! Io non mi attaccherei mai a fare baccano per una statistica!!!!! La coscienza si vede in altre cose e non a queste c----te. Se io voglio credere a certe statistiche sbagliate non fa niente non vedo dove starebbe il problema. E' importantissimo comportarsi bene con gli altri e basta.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Vorrei ringraziare Antonio Montanelli che mi ha richiesto di scrivere l'introduzione al suo libro di astrologia. :)

Grazie mille per la fiducia e la stima che sono reciproche!

Anonimo ha detto...

Al spiegami come si può essere amico di una che si inventa le cose e che dice bugie ogni secondo e che crede di sapere di cosa sta parlando? E spiegami perché il senso civico gli viene con te e non prende le distanze da questa disturbata?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Semplicemente perché il senso civico è una scusa per legittimare il suo odio. Se avesse una vera etica infatti non starebbe a correggere ogni virgola o ad accusarmi di scorrettezze inesistenti quando ha proprio a che fare con il peggio del genere umano. Nessuno vuole avere a che fare con una che incita alla violenza, che offende gli omosessuali, che non sa scrivere in italiano, che vaneggia su tutto e tutti. Se lui è l'unico che le da corda è perché essa le torna utile. Circonvenzione di incapace. Non prende le distanze perché essa è come lui. Semplice. Due persone che vivono di odio e malvagità. Ma noi speriamo invece che la vita gli regali la felicità necessaria per non aver più bisogno di odiare. Glielo auguro con tutto il cuore!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Se poi il soggetto non si è ancora accorto dei limiti della signora in questione, mi pecca di ingenuità infinita. Come non accorgersi di avere il diavolo in casa mentre vorrebbe dare lezioni di vita e di etica agli altri? Le opzioni sono 2: o sa bene potenziale malvagio e la sfrutta, o non sa riconoscere la realtà. Quale delle due è più grave? Nel secondo caso spero si svegli e prenda le distanze il prima possibile. Una che si augura una guerra è chiaramente confusa o malvagia. E ce la vogliamo prendere con una statistica o con le RSM?

Anonimo ha detto...

Perciò non ti curar di loro ma guarda e passa
T.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Son loro che si curano di me! Purtroppo non vivono senza di me! Gli haters sono fatti così.

Anonimo ha detto...

Mi piace che trovi la cosa positiva da tutto questo. Quando esce il tuo libro sugli haters?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Altra risposta:
Sandra66
Oggi
Allora direi non ci siano problemi. Sulla tua domanda iniziale però forse è meglio se ti informi presso l'Ordine. Ci sono molti terapeuti che abbinano le tecniche 'classiche' ad altre più legate ad esempio alle filosofie orientali. Se aiutano ben venga, basta chiarire al paziente che non si tratta di scienza né di medicina...

Anonimo ha detto...

Ciao Al. Secondo te perché dopo mesi di assenza ritorna a dirti sempre le stesse cose?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Purtroppo questa è maniacalità. Cosa c'è di male a dire "falso psicologo"? Perché dovrebbe essere una grave offesa?
Per il semplice motivo che io non sono psicologo, non mi sono mai spacciato per psicologo ma lascia a intendere che io lo abbia detto da qualche parte. Così costringe i suoi lettori a dubitare di me. Lui è un manipolatore sopraffino dato che ha l'ascendente Scorpione e Mercurio in opposizione a Plutone. Lo dice l'astrologia, non io. E se l'astrologia funziona, quella stessa che usa lui, allora non può disconoscere questa realtà autoevidente.

Relativamente alla questione dell'ordine degli psicologi, ho già chiamato ma sto aspettando l'email che possa chiudere definitivamente il capitolo.

Anonimo ha detto...

che strazioooooooooooooooo
Perchè non si fa gli affaracci suoi?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Semplicemente perchè occupandosi di me finge di fare qualcosa di buono per la società, come se io fossi un criminale. Proiezione al 100%. Ed è lì la follia!
Non è criminale consigliare RSM (perché allora lo sarebbe anche l'astrologia karmica e tutte le pratiche affini, o l'astrologia classica che pretende di individuare persino il giorno della morte di un individuo), come non è criminale difendersi da certe porcherie citando un blog dove si attestano certe nefandezze. È invece criminale farmi passare per un impostore e tormentarmi per oltre 10 anni.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

non è criminale mettere il "titolo" davanti al nome per darmi un tono rispetto a chi invece non è laureato mi si atteggia; non è criminale credere a una statistica che un altro dice di aver smontato; non è criminale consigliare una cosa che per me funziona e che sperimento di persona; non è criminale credere a una certa scuola astrologica; non è criminale dire che sono laureato in psicologia (visto che la dicitura è la stessa anche per la triennale); non è criminale professare la libertà di culto e di ideologia; non è criminale avere un sito sul pensiero positivo che con gli studi psicologici non ha nulla a che vedere e che non è una psicoterapia; non è criminale citare un blog per evitare di essere perseguitato ancora; non è criminale desiderare di lasciare un segno nel mondo astrologico; non è criminale se mostro vanità; non è criminale nessuna delle cose che ho fatto in vita mia. Invece è da criminali continuare a tormentarmi.

Anonimo ha detto...

Ciao al..
C.d afferma più volte che la luna rappresenta "le acque che vorremmo navigare ma che non navigheremo" in quanto l'azione effettiva e' data dal sole o da Marte..ma quindi deduco che la posizione lunare nelle case è similare a quella di Saturno..come se rappresentasse una privazione..
Ti porto il mio esempio..luna in leone sesta casa..il mio sogno è quello di avere un lavoro modesto,zero ambizione,una casa accettabile,una donna affianco,godere i piaceri del quotidiano come scanditi da un orologio che qualcuno potrà obbiettare come noia ma a me infonde tranquillità..insomma voglio solo essere una normalissima persona che cammina su questa terra..il lato leone credo si veda dal fatto che vedo un edonismo nelle piccolezze del quotidiano..
Purtroppo questo è un sogno..la realtà che ho davanti è un sole in capricorno in undicesima che mi fa costantemente proiettare verso un futuro di false speranze da cui tuttavia non riesco a sottrarmi..Marte in decima mi fa bramare un emancipazione che equivale a lotte in cui affogo nel sangue per una briciola di ciò che gli altri hanno di default..lo stellium in nona mi proietta costantemente verso il lontano seppur molte volte ne sia avverso..è come se avessi una catena al collo legata ad un aereo.
Cosa ne pensi?come posso proseguire i miei sogni in maniera concreta?ce un modo per realizzare i bisogni lunari?
Buona serata!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Io mi dissocierei urgentemente da chi dice che una patologia psichiatrica può essere identificata immediatamente dal tema di nascita. A maggior ragione se la stessa persona dice tutto e il contrario di tutto in una forma grammaticale incomprensibile. Ma certo non tormenterei a vita nessuno dei due.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per l'anonimo del 9 maggio. Più o meno si trova nel giusto ma per rispondere alla sua domanda avrei necessità di scrivere un articolo con approfondimenti.

Anonimo ha detto...

Ciao Al c'è un detto che dice che chi si somiglia si piglia. Dato che nessuno di loro due prende le distanze dall'altro vuol dire che sono fatti l'uno per l'altra. possono pure sposarsi se vanno d'accordo :-p
T.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Senza ombra di dubbio!!!

Anonimo ha detto...

Perciò io dico che mi fa ridere chi ti chiede se ti senti apposto con la tua coscienza se loro fanno peggio del peggio. Io penso che devi pubblicare tutte le immagini di violenza di quella Giacoma....

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

No, non le pubblicherò perché non voglio perdere tempo pensando al nulla. Inoltre non sono io ad avere tutti gli screenshot ma provvederanno altri a pubblicare tutte le cose vergognose e razziste che ha scritto sulle sue pagine Facebook. Inoltre non c'è bisogno di dare dimostrazioni perché chiunque la legga apprende immediatamente che ha dei problemi seri sia dal punto di vista cognitivo e sia dal punto di vista comportamentale. Solo un cieco non se ne renderebbe conto!!! Il detto dice che non si può sparare sulla croce rossa...
Il problema non è lei; perché si vede chiaramente che questa persona non è capace di intendere e volere. Il problema è chi non si dissocia da essa, non perché diventa complice di una persona con problemi, Ma perché sfrutta i problemi cognitivi di questa persona per i propri piani di odio e malvagità. Ma appurato che anche chi sfrutta questa persona ha dei problemi maniacali, non possiamo sparare su entrambi ma ci auspichiamo che siano presto aiutati da specialisti per un supporto psicoanalitico che gli aiuti a vivere serenamente con loro stessi e col mondo Riducendo il più possibile il disagio che creano agli altri col loro comportamento.

Anonimo ha detto...

Ti vuole fare il tema natale. Prima ti provoca e poi dice che vuole essere lasciata in pace. O è scema o è manipolata.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Allora si farà aiutare dal suo amico maniaco. Credo che siano vere entrambe le cose. Ma a prescindere da ciò, può fare ciò che vuole, diffamare, diagnosticare malattie mentali, invitare all'odio e alla violenza, criticare gli omosessuali etc etc. L'unico a leggerla è il suo amico e consigliere maniaco.

Anonimo ha detto...

Che fine hanno fatto gli articoli di astrologia???

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

A quali articoli si riferisce? Sono tutti qui Sul mio blog distribuiti a seconda della loro tipologia. Se invece vuole sapere come mai non sto scrivendo più articoli di astrologia, è perché al momento sto terminando la stesura dei miei libri e sto studiando molto la psicologia per l'abilitazione all'albo. Tuttavia sto registrando alcuni video didattici molto brevi che la mia fidanzata pubblica sulla mia pagina Facebook ( che gestisce lei visto che io non ho più un account).

Anonimo ha detto...

Ciao Al. L'analisi è arrivata ed è come le altre striminzite che non si capisce niente.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Lo so, ma non c'è bisogno che ne parliamo perché non ha senso sparare sulla croce rossa. Se in questo modo la signora si sente viva e utile per la società, non mi opporrò. Non ci si può accanire su di una persona che chiaramente ha dei problemi. L'importante è evitare le zavorre, i vampiri energetici, non pensare alle chiacchiere diffamatorie e pensare soltanto al proprio percorso evolutivo e al bene dei consultanti. Punto.