DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

venerdì 4 maggio 2018

I maniaci sul web

Tanti anni fa cominciai a studiare l'astrologia per conoscere il mio futuro per capire se avrei sofferto ancora. Nella mia infanzia, infatti, sono stato vittima di violenze fisiche e psicologiche. Mi interessava sapere soprattutto se dal mio tema di nascita venisse fuori questa cosa. 

Capire cosa scatta nella mente di un maniaco o di chi fa violenza fisica o psicologica è stato uno uno dei motivi per cui, invece, ho deciso di laurearmi in psicologia alla triennale.

Siccome nella vita si ripetono certe dinamiche, durante il corso della mia frequentazione del web sono incappato in maniaci e in altri individui che mi han fatto violenza psicologica per esempio ossessionandomi con accuse, o con messaggi anonimi, o con offese, o con la pressante insistenza. Del tutto legittimo esprimere il proprio giudizio e il proprio parere, ma sino a un certo limite che non deve essere superato.

Quando la percezione soggettiva di non fare del male gravissimo viene disillusa dalla percezione della vittima che appunto lo rende noto, lì subentra un reato punibile anche penalmente,a maggior ragione se poi la volontà di far del male è invece evidente. 

A prescindere da ciò che io posso aver fatto o detto, la violenza non è mai giustificata e nemmeno le ossessioni; poiché violenza genera altra violenza, soprattutto quando si è mossi dalla disperazione.  

Ognuno di noi, per sfuggire a tali persecuzioni, infatti, adotta le strategie che meglio crede; e sono tanto più importanti quanto più la percezione dell'offesa è grande. 

Anche dal punto di vista psicologico mi sono fatto un'idea ormai abbastanza completa del fenomeno e perciò ho deciso di scrivere un libro che parli anche della violenza sul web, alla luce delle mie conoscenze psicologiche e astrologiche. 

Il maniaco non si rende conto di esagerare e giustifica sempre le sue azioni ritenedo legittimo ogni intervento. Troverà sempre una ragione per giustificare le sue ossessioni e negherà di essere ossessionato. 

Io sono dell'idea che tutti possiamo sbagliare perché nessuno è perfetto; tutti possiamo perdere le staffe; ma l'importante è rendersi conto che non si può vivere una vita nell'odio. Però si può reagire alla violenza in maniera intelligente:

Prima di tutto non fatevi mai togliere il sorriso da nessuno.
Io farò di queste violenze il mio cavallo di battaglia per aiutare chi come me ha sofferto per gli abusi subiti. E lo farò con questo mio libro che approfondisce il tema sia dal punto di vista psicologico e sia dal punto di vista astrologico.

Quando non c'è ascolto alla parola "basta", noi possiamo difenderci denunciando gli abusi. 
La mia denuncia è contenuta in questo libro che verrà pubblicato da un'importante casa editrice italiana. 

Chiunque senta la necessità di sfogarsi raccontandomi la propria storia di abusi, troverà in me la massima empatia perché so cosa significa, ma ho avuto la forza di non farmi schiacciare. Anzi! 


21 commenti:

Anonimo ha detto...

Si chiamano haters

Anonimo ha detto...

Mi dispiace per la tua storia. Ma posso sapere cosa ti è successo sa piccolo?
Grazia

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ciao. Sono cose private. Posso solo dire grazie a chi mi sostiene. Oggi c'è stata un azione disciplinare anche su Youtube.
La violenza va punita. Porterò avanti una battaglia contro il bullismo e i maniaci sul web affinché anche altri abbiano il coraggio di non soccombere alle provocazioni. Ormai è diventata la mia missione.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Purtroppo chi è accecato dall'odio finisce per non rendersi conto di ciò che fa. Io non voglio vivere nell'odio o accompagnato da cattivi sentimenti. Voglio vivere sereno, in pace col mondo e lontano dalle negatività. Ne ho il diritto poiché la vita è una sola.

Anonimo ha detto...

Anonimo5 maggio 2018 15:16
Giusé pure a me mi è capitato. I maniaci entrano in loop e danno la colpa alle vittime. Io mi sono liberato da un hater quando ho cancellato il mio profilo su fb.

Anonimo ha detto...

Signor Galeota credo che bisogna verificare l’effettivo comportamento dello psicologo nella pratica lavorativa. Se svolgesse la sua professione imponendo in qualche modo le sue credenze astrologiche agli assistiti, assegnando loro oroscopi o compiendo effettive pratiche più o meno magiche o esoteriche nel trattare con essi, probabilmente rientrerebbe in un ambito di violazione deontologica, ma se semplicemente esprime le proprie credenze astrologiche fuori dal rapporto col paziente, la cosa rientra nel contesto della libertà di pensiero. Non è molto diverso da uno psicologo cattolico che creda alle stimate di Padre Pio o di qualsiasi altra fede che creda in cose che appaiono irrazionali a chi pensa diversamente. Cordialmente.
Martino

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Grazie mille per la conferma.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

P.s. mi scusi per il disturbo.

Anonimo ha detto...

Ciao Giuseppe, ho letto tutta la conversazione su YouTube e mentre navigavo su internet mi sono imbattuta in un decreto di 2 anni fa dove sta scritto che l'attività di counselor spetta soltanto agli psicologi iscritti all'albo. Io so che molti astrologi hanno persino una scuola da counselor e che secondo questo decreto sarebbero fuori legge. Se io avessi veramente un forte senso civico mi concentrerei a denunciare quelli che già commettono un reato. Tu non hai commesso nessun reato perché non ti sei mai spacciato per psicologo e in più ancora non sei iscritto all'albo e quindi per il momento puoi fare quello che vuoi. Quando ti iscrivi all'albo potresti dissociarti dalle pratiche astrologiche in cui credi. Ma non ti fare intimorire dalle minacce perché se veramente avesse un forte senso civico come dice allora denuncerebbe pure quelli che ingannano le persone con l'astrologia del Karma. Invece si vede che vuole rompere le scatole solo a te perché gli sei antipatico e il senso civico è solo una scusa. E poi se lo hanno bloccato pure su YouTube vuol dire che hanno notato pure loro che ti stava dando fastidio si stava minacciando. Secondo lui pure quelli di YouTube non conoscono l'italiano visto che lo hanno bannato. Ignoralo come stai facendo e non ti preoccupare perché non hai fatto male a nessuno. Ciro Discepolo non gli sta dando più corda e si sta comportando in maniera intelligente perché non ci casca alle provocazioni. Continua così come stai facendo e non ti preoccupare. E se ti minaccia di denunciarti su qualche cosa non ti preoccupare perché qualsiasi cosa tu gli hai detto va in prescrizione dopo 3 mesi. Non ti può rompere le scatole per una cosa che tu gli hai detto 4 o 10 anni fa. Ti vuole solo intimorire ma tu non ci cascare e lascialo parlare. Però tu hai i parenti avvocati e quindi lo sai meglio di me che non ti può fare niente e che non hai commesso niente.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ma infatti a me non intimorisce affatto. Mi scoccia solo il fatto che mi fa perdere tempo. Ma per una cosa lo ringrazio: anticipandomi che posso incorrere in un conflitto di interessi quando sarò iscritto all'albo io mi posso premunire di conseguenza. Quindi ben venga ogni suo vaneggiamento. Fino a quando mi iscrivo all'albo potrei anche decidere di non praticare più l'astrologia o le rivoluzioni solari Mirate. Agli psicologi non interessa il mio passato ma interessa solo quel che mi ha detto il signor Martino nel commento precedente. Quando ho dato l'esame di psicologia clinica c'era una sezione legata al codice deontologico e quindi so benissimo che posso praticare qualsiasi culto a patto che non interferisca con la pratica professionale. Però ho chiesto ulteriore conferma a un legale degli psicologi anche se mi aveva anticipato che non dovrebbero esserci problemi. Ma a prescindere da ciò, come ho detto prima io posso scegliere anche lì non iscrivermi all'albo o di non praticare più l'astrologia se le due cose dovessero entrare in conflitto. Per il momento continua a fare così visto che non trasgredisco ad alcuna legge. Infatti ho fatto visionare chili e chili di scritti sul web a mio zio che è avvocato e mi ha detto che posso stare assolutamente tranquillo.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Poi se lui vuole denunciarmi lo stesso a me non me ne frega proprio niente perché è sicuro al 100% che non sono fuorilegge. È lui che perde tempo inutilmente pensando a me. Se lui per puro divertimento, pur sapendo che non commetto alcun reato, vuole denunciarmi allora è liberissimo di farlo. Se è per questo, secondo lui io ho commesso reato dicendo che sono laureato in psicologia quando abbiamo visto che ciò non costituisce alcun reato visto che le università stesse definiscono la laurea in scienze e tecniche psicologiche una laurea in psicologia a tutti gli effetti. Quindi per me può continuare all'infinito. E poi, anche se è per assurdo io come te Sì qualche reato e venissi radiato dall'albo degli psicologi, non sarebbe la fine del mondo anche perché sto pensando di prendere un'altra laurea. Baci a tutti :)

Anonimo ha detto...

AlRami grazie per il coraggio e le cose positive che ci dici. Mi sento davvero onorato di aver fatto la tua conoscenza. Non vorrei approfittare ancora: come si legge Urano quadrato a Venere?
L.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Per me è un privilegio aiutare come posso. Grazie a lei per la fiducia riposta in me.
Mi sa che la stessa domanda mi è stata posta ieri, non ricordo dove. Dipende da cosa intende: nel Tn o nei transiti?
Se si riferisce ai transiti, dipende dalla RS. Anche una dissonanza potrebbe funzionare portando qualcosa di positivo, come accaduto alla mia fidanzata quando io e lei ci incontrammo tre anni fa. E non è vero che siccome il rapporto è nato con Urano dissonante allora l'epilogo sarà negativo. Tutto dipende anche dalla sinastria (che tra me e la mia fidanzata è buona). Ma tornando alla sua domanda, bisogna premettere che Venere indica non solo l'amore, ma anche il denaro e le figure femminili della propria vita. Per esempio, una mia consultante, mentre viveva il transito di Urano in trigono a Venere, seppe del matrimonio della figlia.

Anonimo ha detto...

Un carabiniere nota un serpente che sta morendo bruciato e decide di toglierlo dal fuoco.

Appena lo fa il serpente lo morde.

Per la reazione del dolore, il carabiniere lo libera e l'animale cade di nuovo nel fuoco.

Il carabiniere cerca di tirarlo fuori di nuovo e di nuovo il serpente lo morde.

Qualcuno che stava osservando si avvicinò all'uomo e disse:
- Mi scusi, ma lei è testardo! Non capisce che tutte le volte che prova a tirarlo fuori dal fuoco va a finire che lo morde nuovamente?
Il carabiniere rispose:

- La natura del serpente è mordere, e questo non cambierà la mia, che è aiutare.

Quindi, con l'aiuto di un pezzo di ferro, il carabiniere tira fuori il serpente dal fuoco salvandogli la vita.

Non cambiare la tua natura se qualcuno ti fa del male.
Non perdere la tua essenza, prendi solo precauzioni.

Alcuni perseguono la felicità, altri la creano.

Preoccupati più della tua coscienza che della tua reputazione.

Perché la tua coscienza è ciò che sei, e la tua reputazione è ciò che pensano gli altri di te.

E quello che pensano gli altri, non è un problema tuo. E' un problema loro.

NEVER GIVE UP SEMPRE!
Grandissimo Alrami!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Grazie! Bellissima storia. È bello vedere che su questo mio blog circola gente per bene. Continuiamo a far circolare il sentimento positivo!!! Lottiamo i malvagi ma col sorriso e con i fiori. Non facciamoci divorare dall'odio. Purifichiamoci dalle scorie...

Anonimo ha detto...

Ciao Al. Ho letto anche io. Su internet e' il trash che va di moda perche' si fanno più visualizzazioni con le critiche e le offese ma se io dico di amare la verita' cercherei di scoprire cose nuove per diventare famoso e non per dire agli alri che sono imbroglioni.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ma infatti ognuno ha la propria natura. Naturalmente questo non significa che non si possa cambiare. Per esempio anche io per via del Sagittario ti cerco la verità a tutti i costi e per via dell' ascendente Vergine e di mercurio in Capricorno mi concentro un po' sul difetto e sull' inghippo da scovare. Però mi sono reso conto che posso seguire questa natura senza calpestare nessuno. Faccio un esempio: sul web noto tantissimi che affermano che l'astrologia sia nata per mezzo di un intervento alieno e man mano che faccio ricerche scopro che essi hanno sbagliato. Ma sarebbe poco educato e sicuramente mi attirerebbe molte discussioni se dicessi che chi ci crede è un imbecille o che Sitchin fosse disonesto. Io poi mi sono accorto che anche se dovessi portare mille prove nella veridicità dei mia assunti ci sarà sempre gente che crederà a Sitchin. E non posso permettermi di dire che sono tutti imbecilli. All'opposto, se volessi un minimo di credibilità dovrei andare avanti per la mia strada senza attaccare nessuno cioè lasciando da parte i giudizi. Faccio un altro esempio. Spesso ho detto che non credo all'influsso di Chirone e ho portato tutte le mie spiegazioni. Già di per sè questo non mi è molto utile perché mi attiro le antipatie di chi invece ci crede. Però se lo faccio in modo rispettoso ed educato senza pretendere di cambiare l'idea degli altri, essi saranno più motivati a leggermi. Come ben enotera, io non Cito il nome di alcune autore Perché a prescindere da quel che penso, so che dietro ci sta tanto impegno e dedizione. Anche se dovessi pensare che il collega sia un truffatore che vuol soltanto vendere libri ( ma non è il mio caso) cercherei di tenerlo per me perché in passato ho commesso l'errore di giudicare e ne ho patite le conseguenze. Le persone intelligenti imparano dall'esperienza.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Qualcuno dirà che io ero il primo che si accaniva Contro chi Non credeva le rivoluzioni solari quasi come se volessi convincerlo a tutti i costi. Giusto. Ma come ho detto sempre, si cresce e si matura. Ma bisogna pure accettare che non tutti hanno le carte per modificare i propri atteggiamenti e comportamenti. Ci sono persone che hanno un'infinità difficoltà osservare le cose da una prospettiva diversa.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

C'è questo nostro amico che ha parlato della natura del serpente. 10 e lode!
Se c'è chi è nato per mordere e non vuol cambiare questa natura, noi non possiamo forzarlo a cambiare. Però possiamo studiare i serpenti che ci fanno male facendo appello anche alle conoscenze in psicologia e astrologia (se le abbiamo). E sì, perché così sfruttiamo a nostro vantaggio, per uno scopo didattico, quel che ci capita. Per esempio se davanti a noi ci capita una persona che ci sembra chiaramente narcisista, possiamo prendere il suo tema e analizzarlo astrologicamente e psicologicamente per vedere se c'è corrispondenza tra i comportamenti e le descrizioni fornite sui testi di psicologia. Poi possiamo anche farci aiutare da chi è più esperto e competente per vedere se le nostre osservazioni sono giuste. Il mio prossimo libro contiene anche la valutazione di esperti iscritti all'albo.

Anonimo ha detto...

Non si può dire a cuor leggero che quella lì è narcisista.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Dipende. Ha mai sentito dire che chi giudica sarà giudicato? Naturalmente ci si rifà ad elementi oggettivi e non al mero soggettivismo.
Nella misura in cui una certa tizia offende con frasi del tipo "sei bipolare", "sei un ciarlatano", "la tua ragazza è una p....na", "non capite niente", "sono la migliore", "se non ti piace litigare sul web non sai stare al mondo", "io sono per la guerra", "la Fassio, Discepolo e Al Rami sono malati e prendono il litio per curarsi" etc. etc. etc., io credo sia del tutto legittimo appellare una persona col proprio nome. Se un serpente è un serpente, un narcisista è un narcisista e un manico è un maniaco. Non credo che chiunque dica che Hitler fosse un pazzo sta commettendo un reato. Come ho scritto in altre occasioni, esistono chili e chili di screenshoot che sono i dati oggettivi a cuimi riferisco e che saranno pubblicati da chi non è paziente come me.