DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

mercoledì 22 marzo 2017

Come leggere un tema astrologico di nascita -lezione base-


Mettiamo da parte l'oroscopo e concentriamoci sulla vera astrologia. 
Vediamo di elencare i passi necessari alla lettura di un tema natale, cioè quel grafico astrologico calcolato usando il luogo, il giorno, il mese, l'anno e l'orario di nascita di un qualsiasi individuo. 

Premetto che l'astrologia non è per tutti e quando si decide di studiarla seriamente si scopre un mondo straordinario e anche molto complesso che necessita dello studio di materie complicatissime. Inoltre vorrei ricordare che occorrono molti anni prima di diventare sufficientemente bravi. Lo studente serio e che si dedica con tutto il cuore allo studio può imparare nel giro di tre o quattro anni, naturalmente se viene seguito da un professionista.  

Vediamo insieme le basi. 
Un vero astrologo è capace di calcolare un tema di nascita facendo i calcoli a mano, usando compasso e goniometro per disegnare il grafico. Si servirà di apposite tabelle per fare i calcoli. Ma oggi esistono siti che permettono il calcolo con un semplice click, inserendo i dati di nascita. 

REGOLA 1
Imparare a riconoscere i simboli dei segni e dei pianeti. 
REGOLA 2: una volta aver preso dimestichezza con i simboli è possibile acquistare un qualsiasi manuale, ma scritto da un vero professionista, che permetta di leggere il significato dei vari pianeti e dei vari segni. Consiglio i testi di Ciro Discepolo e Lisa Morpurgo. Questi due autori italiani ritengo siano i migliori al mondo. Successivamente si può comprare qualsiasi altro testo analogo per comprendere le differenze interpretative da un autore all'altro. 

REGOLA 3: A questo punto bisogna procedere in questo modo (pubblico il mio quadro astrologico per spiegarvi passo passo il metodo): individuare la posizione del Sole e della Casa astrologica in cui si trova. 
In questo caso vediamo che il Sole (il cerchio con il punto nel mezzo) si trova nella 4^ Casa e nel segno del Sagittario. Ricordate sempre che le Case riguardano i settori della vita e inoltre riguardano i nostri bisogni fondamentali. La Casa dove si trova il Sole indica le nostre pulsioni libidiche, il settore dove investiamo la nostra energia vitale. Il segno zodiacale invece indica come manifestiamo questo bisogno e questa energia. Vorrei ribadire che questo è il mio sistema di analisi sviluppato e appreso in circa vent'anni di pratica quotidiana. 

REGOLA 4: Si procede con l'individuazione della posizione di Marte, sia nella Casa e sia nel segno zodiacale. In questo caso il pianeta si trova nella 10^ Casa e nel segno dei Gemelli. Questo ci fornisce indicazioni a proposito delle nostre pulsioni aggressive e combattive. 

REGOLA 4: Si procede con la lettura di tutte le altre posizioni a partire dalla Luna e dall'ascendente (è il segno zodiacale posto sempre alla sinistra del grafico astrologico). In questo caso è Vergine.

REGOLA 5: Si procede all'analisi degli aspetti angolari: quelle linee all'interno del grafico indicano la distanza in gradi che intercorre tra un pianeta e l'altro. Per esempio qui ho evidenziato in giallo l'aspetto angolare che intercorre tra la Luna (a sinistra) e Giove (a destra del grafico). Questa linea corrisponde all'aspetto di trigono e cioè a una distanza angolare di circa 120 gradi tra i due corpi celesti.

REGOLA 6: individuare la dominante astrologica. Questo è un tema molto complesso che richiede una lezione a parte. In sintesi si tratta del pianeta che "comanda" sull'intero quadro astrologico e ci fornisce ulteriori indicazioni sul temperamento. 

REGOLA 7: dopo l'analisi minuziosa di ogni elemento evidenziare gli elementi congruenti e quelli incongruenti. A quel punto possiamo cominciare a formulare delle ipotesi sul comportamento del soggetto. 

REGOLA 8: ricordate sempre che ogni Casa o settore astrologico indica un aspetto particolare della propria vita. Potrete trovare una mia sintesi qui.

REGOLA 9: individuare tutte le ripetizioni presenti nel quadro astrologico. Saranno esse a descrivere in quale direzione si muove il soggetto in generale. Ma dall'analisi di ogni singola posizione avremo dettagli sulla vita del soggetto. Ribadisco che occorrono anni per imparare a leggere correttamente un tema di nascita. 

REGOLA 10: ricordate che esistono diversi approcci per studiare l'astrologia. Esiste un approccio più pratico (come il mio) o più spirituale o più legato all'aspetto psicologico. Fatto sta che non si può studiare l'astrologia senza avere approfondito anche altri studi e altre scienze. 

REGOLA 11: In ultimo ricordate sempre che l'oroscopo è un gioco nato ai primi del '900 e non ha alcuna validità. Nasce dall'astrologia ma è una semplificazione eccessiva. Per fare l'oroscopo non occorre alcuna preparazione perché è un gioco inventato per vendere giornali; ma per imparare l'astrologia vera e propria bisogna studiare anni e anni. Per approfondire la questione clicca qui.

Conviene sempre seguire gli insegnamenti di un insegnante poiché da soli è possibile fraintendere il senso di molti assunti. Inoltre l'insegnante può aiutare a correggere immediatamente gli sbagli dell'astrologo. Conosco infatti astrologi autodidatta che per 20 anni hanno applicato alla loro lettura una regola astrologica completamente travisata. 
Giuseppe Galeota "Al Rami" astrologo dal 1997, dottore in scienze e tecniche psicologiche, ricercatore. Clicca qui per leggere la biografia e la bibliografia completa. 

15 commenti:

Chiara Solerio ha detto...

Un articolo veramente interessante, di cui ho già trasmesso il link a una persona che qualche giorno fa mi ha detto di voler imparare il tema natale. Io mi sono formata con i testi della Molpurgo, ma ho fatto anche tante altre letture nel corso degli anni. Anche leggere le risposte che dai alle mail dei tuoi followers è utilissimo per approfondire le proprie conoscenze. Ti pongo solo una domanda, per pura curiosità: come mai, subito dopo il sole, guardi Marte? Io, di solito, l'ascendente e la dominante planetaria. Poi, tutto il resto. Però sono sempre aperta a nuovi metodi. Non mi considero un'astrologa, ma un' "apprendista" desiderosa di imparare. :-)

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Sono davvero felice di essere d'aiuto, in barba ai maldicenti e agli invidiosi. Osservo Marte perché è l'altro significatore della pulsione. In realtà il mio articolo è molto semplicistico perché invece lavoro a "insiemi". La mia è certo una visione analitica prima di tutto, ma analizzo un gruppo di posizioni per ogni argomento.

Anonimo ha detto...

Buona sera al!
Innanzitutto complimenti per la laurea!sono contento del risultato che hai raggiunto..te lo meriti!

Volevo porti una domanda..io soffro di tremori,ovviamente le cause sono molteplici,ma dalla tua esperienza nel campo a quali elementi astrologici possono essere associati tali disturbi?

Ps:quest'anno non ho praticato l RSM..e mi sono beccato marte+Nettuno in dodicesima!!la motivazione per questa scelta è stata di natura sentimentale..mi sono beccato tali posizioni per non adulterare i buoni propositi amorosi della Rsb..ovviamente la ragazza da me amata non mi considera più,progetta convivenza con un altro,mi da le spalle,e ieri mi ha pure dato del ritardato..ovviamente mi sono illuso che la RS potesse aiutarmi ma per la millesima volta ho scelto la persona sbagliata..pace..io non mi pento della mia scelta perché al momento ero mosso dalla speranza di trovare l'amore..ci tengo a una tua riflessione sulla mia scelta e le conseguenze..grazie in anticipo!
R

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Questo è un caso davvero molto delicato e ritengo che sia giusto analizzare la situazione considerando di interesse nel quadro astrologico. Ma volendo dare un nome è un cognome agli aspetti astrologici responsabili di questi tremori, io metterei al primo posto Nettuno sei dominante o in aspetto dissonante a qualche punto sensibile del proprio cielo astrologico. In alternativa non escluderei neanche l'intervento di Urano sempre in posizione dominante oppure sempre in posizione disarmonica rispetto ai punti sensibili del proprio tema di nascita.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Chiedo scusa per la grammatica, ma sto registrando con il registratore vocale del mio telefonino perché non sono in casa e mi annoia digitare sul cellulare punto oltre a ciò volevo segnalare che Nettuno nella rivoluzione solare segnala alle nostre angosce le nostre paure e posizionarlo in dodicesima casa o in prima o in sesta non è mai la scelta migliore soprattutto se siamo titubanti e insicuri circa il nostro rapporto di coppia e circa le reali intenzioni della persona che ci interessa. È chiaro che cattive posizioni di rivoluzione solare e possono rovinare anche quei settori che sono segnalati positivamente grazie a Giove o Venere. Inoltre bisogna considerare anche i transiti che sono importanti se consideriamo il fatto che il tema di nascita segnala una predisposizione alla sfortuna in amore. Giusto per fare un esempio, nel tema di nascita di chi è fortunato in amore, non occorrono transiti importanti per vivere una storia d'amore piacevole, ma per chi invece ha un tema di nascita in cui si evidenzia la sfortuna in amore, è chiaro che occorreranno dei Transiti molto importanti per far sì che si realizzi qualcosa che possa essere un minimo positiva.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Chiedo scusa per la grammatica, ma sto registrando con il registratore vocale del mio telefonino perché non sono in casa e mi annoia digitare sul cellulare punto oltre a ciò volevo segnalare che Nettuno nella rivoluzione solare segnala alle nostre angosce le nostre paure e posizionarlo in dodicesima casa o in prima o in sesta non è mai la scelta migliore soprattutto se siamo titubanti e insicuri circa il nostro rapporto di coppia e circa le reali intenzioni della persona che ci interessa. È chiaro che cattive posizioni di rivoluzione solare e possono rovinare anche quei settori che sono segnalati positivamente grazie a Giove o Venere. Inoltre bisogna considerare anche i transiti che sono importanti se consideriamo il fatto che il tema di nascita segnala una predisposizione alla sfortuna in amore. Giusto per fare un esempio, nel tema di nascita di chi è fortunato in amore, non occorrono transiti importanti per vivere una storia d'amore piacevole, ma per chi invece ha un tema di nascita in cui si evidenzia la sfortuna in amore, è chiaro che occorreranno dei Transiti molto importanti per far sì che si realizzi qualcosa che possa essere un minimo positiva.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Questo è un caso davvero molto delicato e ritengo che sia giusto analizzare la situazione considerando di interesse nel quadro astrologico. Ma volendo dare un nome è un cognome agli aspetti astrologici responsabili di questi tremori, io metterei al primo posto Nettuno sei dominante o in aspetto dissonante a qualche punto sensibile del proprio cielo astrologico. In alternativa non escluderei neanche l'intervento di Urano sempre in posizione dominante oppure sempre in posizione disarmonica rispetto ai punti sensibili del proprio tema di nascita.

Anonimo ha detto...

Mah il fatto è che se fossero Nettuno e Urano nel mio caso sarebbero disturbi fisiologici che mi porto dietro dalla nascita..invece ho cominciato ad averli intorno ai 13 quando cominciai a frequentare bulletti che esercitavano su di me pressioni psicologiche..nulla di drammatico si trattava di incutere timore..quindi il mio principale sospettato e' Plutone..cosa ne pensi??

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Torno a dire che ciò che è a carattere nevrotico dipende da Urano e Nettuno per quanto riguarda Plutone parliamo più che altro di pulsioni distruttive e tensioni animalesche. Inoltre bisogna comprendere pure che determinate posizioni astrologiche non è detto che si esprimono a livello di patologia sin dalla nascita perché è possibile che invece possono esprimersi durante il corso della vita

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Torno a dire che ciò che è a carattere nevrotico dipende da Urano e Nettuno per quanto riguarda Plutone parliamo più che altro di pulsioni distruttive e tensioni animalesche. Inoltre bisogna comprendere pure che determinate posizioni astrologiche non è detto che si esprimono a livello di patologia sin dalla nascita perché è possibile che invece possono esprimersi durante il corso della vita

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Torno a dire che ciò che è a carattere nevrotico dipende da Urano e Nettuno per quanto riguarda Plutone parliamo più che altro di pulsioni distruttive e tensioni animalesche. Inoltre bisogna comprendere pure che determinate posizioni astrologiche non è detto che si esprimono a livello di patologia sin dalla nascita perché è possibile che invece possono esprimersi durante il corso della vita

Anonimo ha detto...

Ok anchio ho sentito parlare di tali patologie in relazione a Urano e Nettuno..
Un altra ipotesi e' la seguente:
Personalmente ho sempre letto che i problemi di natura nervosa erano in collegamento al sagittario,pure c.d mi rispose dicendo che la mia congiunzione dominante Marte/mercurio in sagittario poteva essere causa di nervosismo anche patologico,ma io penso che potrebbe essere dovuto al mio Marte in sagittario semiquadrato a Saturno in acquario..
Comunque sia è un problema che si manifesta solo in condizioni di tensione severa..non penso di essere malato!o almeno lo spero ha ha
Buona serata!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

A dire il vero ho pensato anche io alla questione "Sagittario". Ma siccome non conosco il motivo del tremore non so se in effetti può essere collegato al nervosismo (irascibilità-rabbia) o all'ansia o ad altro. Non posso collegare al tuo problema alcun elemento astrologico, proprio perché non so di che natura sia.

Anonimo ha detto...

ok farò delle ricerche su siti di divulgazione scientifica per identificare la causa del disturbo..riscriverò appena so qualcosa..grazie per ora..ciao!
Ps:però io non escluderei a priori Plutone in scorpione quadrato all ascendente..ho letto diverse volte che lo scorpione può produrre Tipi nerboruti di natura flemmatica e al contrario persone magre fini alla denutrizione e che sfogano le loro angosce torturando il fisico con la mente..al contrario del primo tipo che compensa ledendo gli altri...ci può stare?

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Ci può stare qualsiasi cosa. Ma io penso che il primo passo da fare è farsi fare una diagnosi da un esperto. Non credo alle diagnosi fai da te. Mi viene in mente il caso della schizofrenia. Lo schizofrenico non si diagnosticherà mai questo disturbo; penserà che il problema non sia in lui ma fuori di lui. Mi scrisse una tizia che diceva che i genitori la costringevano a prendere farmaci e che fosse invece sanissima. Io che non mi fido di nulla di quel che mi viene detto, pensai di voler far luce e chiesi maggiori approfondimenti sul tipo di farmaci sul perché accadesse tutto ciò. La reazione fu quella che mi aspettavo: insulti verso il sottoscritto. Anche io ero diventato il cattivo di turno. Insomma era un atteggiamento paranoico. Ma stando al suo punto di vista non lo era: ero io e tutti gli altri a esser veramente contro di lei. Credo che i casi di schizofrenia aumenteranno in maniera esponenziale nei prossimi anni. Poi spiegherò il motivo per cui mi sono fatto questa idea...