DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

venerdì 27 giugno 2014

Luna nuova in Cancro.

Durante la notte la Luna si è congiunta al Sole e così siamo entrati nella fase di luna nuova. Questa volta anticipo gli astrologi prima che scrivano le solite cose.
Gli astrologi di livello elementare diranno che questa Luna nuova influenzerà tutti gli esseri umani della terra, indicando sempre la stessa cosa per tutti, indipendentemente dal fatto che possa creare o no relazioni angolari con i pianeti del proprio TN. 

Diranno che il Cancro è un segno materno e tutta l'umanità sentirà la necessità di creare un legame con il passato, le radici, la propria famiglia. Ma possiamo dare credito a una cosa del genere?
Per davvero la Luna può influenzare alla stessa maniera tutti quanti? Ovvio che no; altrimenti dovremmo cominciare a credere davvero agli oroscopi, e chi dice di fare astrologia seriamente, non dovrebbe criticarli se poi parla del significato della Luna nuova o calante per la collettività.

Io penso che bisogna smettere di vedere l'astrologia come vedrebbe la medicina un medico ipocondriaco. Esso vede malattie anche dove non ci sono. Allo stesso modo, l'astrologo esagerato, associa un valore astrologico persino alle volte che va in bagno a fare pipì. Per questo attribuisce un valore persino alle fasi lunari, senza nemmeno relazionarle al proprio TN, oppure a considerare Mercurio retrogrado per spiegare, mettiamo il caso, un litigio al telefono. 
Bisogna pensare più razionalmente e seriamente, che molte cose della vita non possono e non devono essere lette astrologicamente perché la radice di quel che ci capita non è solo e unicamente relativo alle influenze cosmiche. 

L'essere umano è segnato da tante componenti che lo influenzano ed è ridicolo non prenderle in considerazione. Secondo il mio parere bisogna dare il giusto peso a ogni transito: alla Luna, che peso possiamo dare? Scarso. Nullo. Ha una funzione importante invece in un determinato contesto poiché rappresenterebbe l'ultimo tassello a disposizione per spiegare un fatto importante, dopo aver preso in esame transiti molto più importanti.

Nessun commento: