DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

sabato 14 giugno 2014

Mercurio retrogrado e il blackout di internet

In  questi giorni abbiamo il transito di Mercurio retrogrado in Cancro che secondo alcuni astrologi esoterici o di stampo tradizionale, riguarda le problematiche legate alle comunicazioni e telecomunicazioni.

Ieri in effetti vi è stato un balckout della rete internet in molte parti del mondo a causa delle tempeste solari, che come ben sapete  hanno un picco di attività ogni undici anni. Il campo magnetico della terra, dunque è stato colpito dalle particelle del vento solare e ha portato al mal funzionamento dei satelliti. 

Già questo spiegherebbe che non c'entra nulla Mercurio in tutta questa storia. Ma non si può negare che esso possa essere implicato nella questione se consideriamo l'astrologia sotto il profilo sincronistico. La sincronicità è stata definita da Jung come una coincidenza significativa, cioè qualcosa che non dipende dal caso ma nemmeno dalle leggi di causa ed effetto. 

Dunque abbiamo capito che vi è la corrispondenza tra questo blackout e il transito di Mercurio retrogrado anche se la causa di questo evento è data dalle tempeste solari. Facciamo un esempio ancora più chiaro: immaginiamo che io sia investito da un automobile. La causa di questo incidente può essere attribuita alla mia disattenzione, ma tale evento può accadere in contemporanea di un transito planetario pericoloso a detta dell'astrologo. Possiamo dunque affermare che il transito abbia portato alla distrazione e dunque all'incidente. Oppure, che non esista alcun nesso di causa ed effetto e che la cosa sia una coincidenza significativa, cioè una sincronicità. Ma questa corrispondenza è significativa? Quando è significativa? Secondo il mio parere, è davvero difficile riconoscere un evento sincronistico da un evento caratterizzato dalla causalità (legge di causa ed effetto) poiché non sempre è facile individuare le cause delle cose e dei fatti. Allora non bisogna far galoppare troppo la propria fantasia: quello che vediamo coincidenza significativa potrebbe in effetti essere solo una coincidenza e basta, e non qualcosa di più. 

La mia conclusione è che Mercurio retrogrado non funzioni e che è una pura coincidenza, un caso, che tale evento sia avvenuto con questo passaggio planetario. Qualcuno direbbe che il caso non esiste; ma è solo una posizione dogmatica e assolutista e non una legge universale. 
Se al posto di Mercurio retrogrado ci mettiamo per esempio l'opposizione Marte-Urano (incidenti- tecnologia) per descrivere tale evento, possiamo affermare che siano loro i responsabili? Certo! Se usiamo l'intelligenza analogica, allora possiamo trovare facilmente dei nessi tra l'evento e questa opposizione planetaria. Ma possiamo dire che si tratta di causalità o di sincronicità? Possiamo affermare che questo evento corrisponde in maniera sincronistica o causalistica con la contemporanea presenza di Mercurio retrogrado e dell'opposizione Marte-Urano? Oppure va preso in considerazione uno solo dei due aspetti?

Secondo il mio parere sono tutte domande che possono farci comprendere che i fatti possono essere dati da cause e concause e che non è facile capire quale sia la causa principale e quella secondaria, o se addirittura esistono cause secondarie. Di certo sappiamo che sono le esplosioni solari ad aver creato il blackout in molte parti del mondo e che la cosa si potrebbe chiudere qui, senza interpellare Mercurio retrogrado o l'opposizione Marte-Urano. 

Cosa mi spinge a questa conclusione? La mia esperienza: non ho mai visto un peso determinante di Mercurio retrogrado nei fatti importanti della Terra e questo pare essere il primo caso in assoluto.  Dunque una semplice coincidenza. Lo stesso posso affermare dell'opposizione Marte-Urano: accade ogni due anni ma non porta eventi del genere, e se accadono, non necessariamente sono attribuibili a questo transito.    

Nessun commento: